peaceful, innocent, people

YouTube Rewind 2012

BrotherhoodUniversal
  • BrotherhoodUniversal 1 second ago
    [I am free will: "equal rights, equal duties for all, all over the planet, I am, the wonderful family of mankind"] Unius REI, mode policy, is not the enemy, of the erroneous conscience, men of truth, because God is free will, then, the teachings of Unius REI, do not have a political value, Unius REI, do not: it is against, no form of government, on this planet, if you are not committed serious abuses, voluntarily against peaceful and innocent: people ... so, my political acts, are very rare (because, I hate power) while my teachings (are optional) may be abundant,[I suffer a lot to think that, because of imperialisms occult, mankind could not survive without me
  • BrotherhoodUniversal 18 seconds ago
    [I am free will: "equal rights, equal duties for all, all over the planet, I am, the wonderful family of mankind"] because, all under the rule of the my kingdom, have the widest, freedom of conscience, of express, their thoughts publicly [I am free will] also, my own word can be appealed against, against me .. because God had confidence in man, even if, this is incredible to believe ... God had confidence in me, the most unprepared, and, inadequate men .. but, i am the law of retaliation, because all the creatures of God, are equal before my eyes, in truth, the eyes of my faith, contemplate, again, again, again, the holiness of God [I suffer a lot to think that, because of imperialisms occult, mankind could not survive without me]
  • BrotherhoodUniversal 8 minutes ago
    [io sono il libero arbitrio: "uguali diritti, uguali doveri per tutti, su tutto il pianeta, io sono la meravigliosa famiglia del genere umano "] Unius REI, in modalità politica, non è il nemico, della coscienza erronea: degli uomini, perché, Dio: è per il libero arbitrio, quindi, gli insegnamenti, di Unius REI, non hanno un vlore politico, Unius REI, non: è contro, nessuna forma di Governo, in questo pianeta, se, non vengono commessi abusi gravi, volontariamente, contro, persone pacifiche e innocenti... così, i miei atti politici, sono veramente rari(perché io odio il potere), mentre, i miei insegnamenti (facoltativi) potrebbero essere abbondanti,
  • BrotherhoodUniversal 8 minutes ago
    [io sono il libero arbitrio: "uguali diritti, uguali doveri per tutti, su tutto il pianeta, io sono la meravigliosa famiglia del genere umano "] perché, tutti sotto il dominio del regno, hanno la più ampia, libertà di coscienza, di espremire, il proprio pensiero pubblicamente [io sono il libero arbitrio] anche la mia stessa parola può essere impugnat contro di me.. perché, Dio ha avuto fiducia nell'uomo, anche, se, questo è incredibile, da credere... Dio ha avuto fiducia, anche in me, il più sprovveduto, ed inadeguato, degli uomini.. ma, i sono la legge del taglione, perché, tutte le creature di Dio, sono uguali, davanti ai miei occhi, in verità, gli occhi della mia fede, contemplano, sempre, la santità di Dio
  • BrotherhoodUniversal 25 minutes ago
    [[ pensare male di Dio: o di Unius REI: è alto: tradimento! e se, tu per fede, rinunci a pensare male di loro, dubitando piuttosto, di te stesso? poi, tutte le tue cose avranno successo! ]] se, tu leggi la Bibbia, e trovi, qualcosa di disonorevole, circa, Dio. Ovvero, di quello, che, Lui ha detto, o ha fatto, [questo, tu devi pensare] o la Parola di Dio, è stata corrotta, dai farisei(0,2%), oppure, tu stai sottovalutando il satanismo(98%), di quelle popolazioni, che, Dio ha comandato di sterminare. perché, i sacrifici umani sull'altare di Satana, non sono stati inventati: dai farisei anglo-americani, Rothschild 666 FMI, 322 Bush, Kerry, NWO, ecc.. ma, sono sempre esistiti..
  • BrotherhoodUniversal 25 minutes ago
    [[ pensare male di Dio: o di Unius REI: è alto: tradimento! e se, tu per fede, rinunci a pensare male di loro, dubitando piuttosto, di te stesso? poi, tutte le tue cose avranno successo! ]] e la società civile non ha armi, strutture e mezzi, per proteggere: se stessa: dal satanismo: che: è: la più pertinace associazione massonica segreta, di super ricchi, gli Illuminati, gli uomini più potenti del pianeta, che, appunto dominano il genere umano in nome di satana, e con la complicità di tutte le associazioni ebraico-massoniche.. Ecco perché, tutti gli Ebrei, dalla Lega ARABA, loro devono essere costretti, ad avere una Patria.. oppure, per colpa di 200 anglo-americani farisei del S.p.A. FMI, noi tutti presto moriremo
  • BrotherhoodUniversal 39 minutes ago
    [And yet, we all know that the Sharia is a project of imperialism, in fact, is in his name, which, the Islamic Jihad are, in fact, is in his name, who commit, Newspapers, acts of cruelty and brutal murders ] Why all states that are potential victims of Sharia are silent? Why Israel is silent, the Arab League (the little Satan), and 666 U.S. IMF, Pharisees Anglo-Americans, who are the Great Babylon, the great Satan, are silent?
  • BrotherhoodUniversal 49 minutes ago
    [nessuno alza la sua voce, contro, la SHARIA, perché? ] Nigeria: 2 stragi, 56 morti. Sospetti su militanti islamici, ma ancora nessuna rivendicazione, 13 agosto, 06:54, ABUJA (NIGERIA), Domenica di sangue in Nigeria. Durante la preghiera dell'alba, in una moschea, a Kondunga, nel nordest, 44 fedeli, sono stati freddati, e 26 feriti da un gruppo, di uomini armati, che, hanno sparato a , chi stava pregando. Qualche ora prima, poco lontano, nel villaggio di Ngom, vicino a Maiduguri, capitale dello stato di Borno, in un analogo attacco, altre 12 persone sono state uccise nelle loro case. Nessuna rivendicazione, ma, i sospetti sono sugli islamici di Boko Haram. --ANSWER -- Ogni giorno STRAGI orribili di musulmani laici, e di minoranze religiose, dimostrano che la SHARIA è un nazismo spietato, eppure, nessuno, alza, la sua voce, contro, la SHARIA, perché?
  • kingIsraelUniusREI 11 hours ago
    Pakistan: talebani contro impiccagioni Minacciano "guerra" a governo se riprenderanno esecuzioni 12 agosto, 19:19 --ANSWER-- è questo più che comprensibile, soltanto i salafiti talebani Al Quaeda, hanno il diritto di vita o di morte sulle persone
  • kingIsraelUniusREI 11 hours ago
    BRUXELLES, 12 AGOsto - La Commissione europea, si augura, che ,il nuovo round di negoziati di pace, tra israeliani e palestinesi cominci, davvero, mercoledì prossimo e "facciano progressi". In questa ottica, Bruxelles "sollecita entrambe le parti ad evitare passi che possono minare il negoziato" come l'annuncio di costruzione, di nuovi insediamenti. Lo ha detto il portavoce dell'Alto rappresentante, Ue per la politica estera Catherine Ashton.--ANSWER -- imbecilli! voi dovete trovare le case, per altri 8 milioni di ebrei, che, sono in giro per il mondo, oppure, la guerra mondiale non potrà essere evitata. questo FMI, deve essere distrutto, sono queste le priorità, ma, voi siete gli imbecilli ,che, vanno velocemente, incontro alla morte!
  • kingIsraelUniusREI 11 hours ago
    Papa FRANCESCO: difendere sempre la vita!! LA VITA È SEMPRE UN MIRACOLO DEL CREATORE, LA PIÙ GRANDE RICCHEZZA DEL CREATORE.. Sin dal concepimento. Messaggio in occasione Settimana famiglia, 12 agosto, 15:29 . CITTA' DEL VATICANO - La vita "deve essere sempre difesa, sin dal grembo materno, riconoscendovi un dono di Dio e garanzia del futuro dell'umanità". Lo afferma papa Francesco in un messaggio in occasione della Settimana nazionale della famiglia, che si è aperta ieri in Brasile. Lo riferisce la Radio Vaticana. Care famiglie brasiliane": così comincia il messaggio di Papa Francesco, che, sottolinea come conservi ancora "vive nel cuore le gioie ricevute"
  • kingIsraelUniusREI 11 hours ago
    [[THIS IS MY KINGDOM, NOT KILL YOU NEVER MORE]]]] Because, a murderess is so important to you? Because maybe, you have killed MANY people? You are safe, of not be hypnotized Been: and: not being used, to commit homicides, I know, in unconscious mode: also? but you are quite sure, That they were all guilty? it is better to look at the example of the saints, [[NOT KILL YOU NEVER MORE]] I AM UNIUS REI, MY KINGDOM IS FOR LOVE, UNIVERSAL BROTHERHOOD
RIFLESSIONI AD UN ANNO DALLA DICHIARAZIONE
DELLA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE
INCONCILIABILITÀ TRA FEDE CRISTIANA E MASSONERIA
Il 26 novembre 1983 la Congregazione per la Dottrina della Fede pubblicava una dichiarazione
sulle associazioni massoniche (cfr AAS LXXVI [1984] 300).
A poco più di un anno di distanza dalla sua pubblicazione può essere utile illustrare brevemente il
significato di questo documento.
Da quando la Chiesa ha iniziato a pronunciarsi nei riguardi della massoneria il suo giudizio
negativo è stato ispirato da molteplici ragioni, pratiche e dottrinali. Essa non ha giudicato la
massoneria responsabile soltanto di attività sovversiva nei suoi confronti, ma fin dai primi
documenti pontifici in materia e in particolare nella Enciclica «Humanum Genus» di Leone XIII (20
aprile 1884), il Magistero della Chiesa ha denunciato nella Massoneria idee filosofiche e concezioni
morali opposte alla dottrina cattolica. Per Leone XIII esse si riconducevano essenzialmente a un
naturalismo razionalista, ispiratore dei suoi piani e delle sue attività contro la Chiesa. Nella sua
Lettera al Popolo Italiano «Custodi» (8 dicembre 1892) egli scriveva: «Ricordiamoci che il
cristianesimo e la massoneria sono essenzialmente inconciliabili, così che iscriversi all’una significa
separarsi dall’altra».
Non si poteva pertanto tralasciare di prendere in considerazione le posizioni della Massoneria dal
punto di vista dottrinale, quando negli anni 1970-1980 la S. Congregazione era in corrispondenza
con alcune Conferenze Episcopali particolarmente interessate a questo problema, a motivo del
dialogo intrapreso da parte di personalità cattoliche con rappresentanti di alcune logge che si
dichiaravano non ostili o perfino favorevoli alla Chiesa.
Ora lo studio più approfondito ha condotto la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede a
confermarsi nella convinzione dell’inconciliabilità di fondo fra i principi della massoneria e quelli
della fede cristiana.
Prescindendo pertanto dalla considerazione dell’atteggiamento pratico delle diverse logge, di
ostilità o meno nei confronti della Chiesa, la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, con la
sua dichiarazione del 26.11.83, ha inteso collocarsi al livello più profondo e d’altra parte essenziale
del problema: sul piano cioè dell’inconciliabilità dei principi, il che significa sul piano della fede e
delle sue esigenze morali.
A partire da questo punto di vista dottrinale, in continuità del resto con la posizione tradizionale
della Chiesa, come testimoniano i documenti sopra citati di Leone XIII, derivano poi le necessarie
conseguenze pratiche, che valgono per tutti quei fedeli che fossero eventualmente iscritti alla
massoneria.
A proposito dell’affermazione sull’inconciliabilità dei principi tuttavia si va ora da qualche parte
obiettando che essenziale della massoneria sarebbe proprio il fatto di non imporre alcun
«principio», nel senso di una posizione filosofica o religiosa che sia vincolante per tutti i suoi
aderenti, ma piuttosto di raccogliere insieme, al di là dei confini delle diverse religioni e visioni del
mondo, uomini di buona volontà sulla base di valori umanistici comprensibili e accettabili da tutti.
La massoneria costituirebbe un elemento di coesione per tutti coloro che credono nell’Architetto
dell’Universo e si sentono impegnati nei confronti di quegli orientamenti morali fondamentali che
sono definiti ad esempio nel Decalogo; essa non allontanerebbe nessuno dalla sua religione, ma al
contrario costituirebbe un incentivo ad aderirvi maggiormente.
In questa sede non possono essere discussi i molteplici problemi storici e filosofici che si
nascondono in tali affermazioni. Che anche la Chiesa cattolica spinga nel senso di una
collaborazione di tutti gli uomini di buona volontà, non è certamente necessario sottolinearlo dopo
il Concilio Vaticano II. L’associarsi nella massoneria va tuttavia decisamente oltre questa legittima
collaborazione e ha un significato ben più rilevante e determinante di questo.
Innanzi tutto si deve ricordare che la comunità dei «liberi muratori» e le sue obbligazioni morali si
presentano come un sistema progressivo di simboli dal carattere estremamente impegnativo. La
rigida disciplina dell’arcano che vi domina rafforza ulteriormente il peso dell’interazione di segni e
di idee. Questo clima di segretezza comporta, oltre tutto, per gli iscritti il rischio di divenire
strumento di strategie ad essi ignote.
Anche se si afferma che il relativismo non viene assunto come dogma, tuttavia si propone di fatto
una concezione simbolica relativistica, e pertanto il valore relativizzante di una tale comunità
morale-rituale lungi dal poter essere eliminato, risulta al contrario determinante.
In tale contesto, le diverse comunità religiose, cui appartengono i singoli membri delle Logge, non
possono essere considerate se non come semplici istituzionalizzazioni di una verità più ampia e
inafferrabile. Il valore di queste istituzionalizzazioni appare, quindi, inevitabilmente relativo,
rispetto a questa verità più ampia, la quale si manifesta invece piuttosto nella comunità della buona
volontà, cioè nella fraternità massonica.
Per un cristiano cattolico, tuttavia, non è possibile vivere la sua relazione con Dio in una duplice
modalità, scindendola cioè in una forma umanitaria - sovraconfessionale e in una forma interna -
cristiana. Egli non può coltivare relazioni di due specie con Dio, né esprimere il suo rapporto con il
Creatore attraverso forme simboliche di due specie. Ciò sarebbe qualcosa di completamente diverso
da quella collaborazione, che per lui è ovvia, con tutti coloro che sono impegnati nel compimento
del bene, anche se a partire da principi diversi. D’altronde un cristiano cattolico non può nello
stesso tempo partecipare alla piena comunione della fraternità cristiana e, d’altra parte, guardare al
suo fratello cristiano, a partire dalla prospettiva massonica, come a un «profano».
Anche quando, come già si è detto, non vi fosse un’obbligazione esplicita di professare il
relativismo come dottrina, tuttavia la forza relativizzante di una tale fraternità, per la sua stessa
logica intrinseca ha in sé la capacità di trasformare la struttura dell’atto di fede in modo così
radicale da non essere accettabile da parte di un cristiano, «al quale cara è la sua fede» (Leone
XIII).
Questo stravolgimento nella struttura fondamentale dell’atto di fede si compie, inoltre, per lo più, in
modo morbido e senza essere avvertito: la salda adesione alla verità di Dio, rivelata nella Chiesa,
diviene semplice appartenenza a un’istituzione, considerata come una forma espressiva particolare
accanto ad altre forme espressive, più o meno altrettanto possibili e valide, dell’orientarsi dell’uomo
all’eterno.
La tentazione ad andare in questa direzione è oggi tanto più forte, in quanto essa corrisponde
pienamente a certe convinzioni prevalenti nella mentalità contemporanea. L’opinione che la verità
non possa essere conosciuta è caratteristica tipica della nostra epoca e, nello stesso tempo, elemento
essenziale della sua crisi generale.
Proprio considerando tutti questi elementi la Dichiarazione della S. Congregazione afferma che la
Iscrizione alle associazioni massoniche «rimane proibita dalla Chiesa» e i fedeli che vi si iscrivono
«sono in stato di peccato grave e non possono accedere alla Santa Comunione».
Con questa ultima espressione, la S. Congregazione indica ai fedeli che tale iscrizione costituisce
obiettivamente un peccato grave e, precisando che gli aderenti a una associazione massonica non
possono accedere alla Santa Comunione, essa vuole illuminare la coscienza dei fedeli su di una
grave conseguenza che essi devono trarre dalla loro adesione a una loggia massonica.
La S. Congregazione dichiara infine che «non compete alle autorità ecclesiastiche locali di
pronunciarsi sulla natura delle associazioni massoniche, con un giudizio che implichi deroga a
quanto sopra stabilito». A questo proposito il testo fa anche riferimento alla Dichiarazione del 17
febbraio 1981, la quale già riservava alla Sede Apostolica ogni pronunciamento sulla natura di
queste associazioni che avesse implicato deroghe alla legge canonica allora in vigore (can. 2335).
Allo stesso modo il nuovo documento, emesso dalla Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede
nel novembre 1983, esprime identiche intenzioni di riserva relativamente a pronunciamenti che
divergessero dal giudizio qui formulato sulla inconciliabilità dei principi della massoneria con la
fede cattolica, sulla gravità dell’atto di iscriversi a una loggia e sulla conseguenza che ne deriva per
l’accesso alla Santa Comunione. Questa disposizione indica che, malgrado la diversità che può
sussistere fra le obbedienze massoniche, in particolare nel loro atteggiamento dichiarato verso la
Chiesa, la Sede Apostolica vi riscontra alcuni principi comuni, che richiedono una medesima
valutazione da parte di tutte le autorità ecclesiastiche.
Nel fare questa Dichiarazione, la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede non ha inteso
disconoscere gli sforzi compiuti da coloro che, con la debita autorizzazione di questo Dicastero,
hanno cercato di stabilire un dialogo con rappresentanti della Massoneria. Ma, dal momento che vi
era la possibilità che si diffondesse fra i fedeli l’errata opinione secondo cui ormai la adesione a una
loggia massonica era lecita, essa ha ritenuto suo dovere far loro conoscere il pensiero autentico
della Chiesa in proposito e metterli in guardia nei confronti di un’appartenenza incompatibile con la
fede cattolica.
Solo Gesù Cristo è, infatti, il Maestro della Verità e solo in Lui i cristiani possono trovare la luce e
la forza per vivere secondo il disegno di Dio, lavorando al vero bene dei loro fratelli.