vergognosa pagliacciata Russia INFERNO

Cristiani di Siria a rischio scomparsa?  https://www.youtube.com/watch?v=ag-QhSCMfjY
I cristiani in Siria rischiano di scomparire, Younan (Chiesa cattolica sira): “Stiamo vivendo un incubo nell’indifferenza dell’Occidente” 29 gennaio 2016. E’ un vero e proprio grido di dolore quello del patriarca siro-cattolico Ignace Youssif III Younan, per la Siria e per la sorte dei cristiani nel Paese. Mentre a Ginevra inizia il terzo round dei negoziati di pace tra le varie parti del conflitto iniziato nel 2011 e che ha provocato 250 mila morti e milioni di profughi, il patriarca è in Italia per una serie di incontri di sensibilizzazione organizzati dalla Fondazione di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa che soffre”. L’organizzazione dall’inizio della crisi in Siria ha realizzato progetti di sostegno alla popolazione per oltre 10 milioni di euro e ha lanciato in questi giorni una speciale campagna per la Quaresima 2016 con l’obiettivo di aiutare i 250 mila cristiani rimasti in Iraq. La sede del patriarcato è a Beirut, in Libano, ma la maggior parte dei fedeli vivono in Siria e in Iraq oltre che nella diaspora enormemente aumentata con il perdurare del conflitto siriano. “C’è il grande rischio che i cristiani spariscano dalla Siria – afferma Younan nell’intervista ad Aleteia – se la guerra fratricida verrà prolungata per interessi geopolitici”. “Questo per noi è un incubo – aggiunge con profonda amarezza il capo della chiesa cattolica sira – perché la popolazione siriana, in particolare i giovani, comincia ad essere demoralizzata e quindi cerca di uscire dal Paese”. Le colpe dell’Occidente. Il patriarca ha denunciato più volte l’indifferenza dell’Occidente verso il dramma siriano: “All’Occidente rimprovero di aver fatto una falsa lettura della situazione in Siria. Questa falsa lettura ha fomentato un’orrenda ribellione di cui hanno pagato il prezzo i civili. Sono responsabili di centinaia di migliaia di vittime innocenti”. I paesi occidentali, denuncia Younan, non solo non hanno fatto niente per mettere pace tra le parti in conflitto, ma hanno inviato armi e finanziato mercenari giunti in Siria da ogni parte del mondo, come non era avvenuto per nessun altro paese della cosiddetta “primavera araba”. I negoziati di Ginevra 3. Il tavolo dei negoziati di Ginevra 3 si presenta difficile, ma è possibile trovare delle soluzioni per un governo pluralista, che tenga conto della complessità della società siriana in cui hanno convissuto per lungo tempo gruppi religiosi, etnici e anche linguistici differenti. E’ necessario, in primo luogo, liberare i territori sotto il controllo Daesh, il sedicente stato islamico. “E’ ovvio – afferma il patriarca – che il governo siriano possa riformarsi con il contributo di coloro che si dicono oppositori e che hanno delle idee per le riforme, ma lasciare bande di terroristi ad imporre la loro sharia non è giusto”.
Non è escluso che il processo di negoziazione porti alle dimissioni del presidente Assad. “Tutto è possibile secondo la volontà del popolo – sottolinea Younan -. Se si parla di mesi per la trattativa, poi si troverà una via per un governo di transizione che potrà organizzare un referendum popolare oppure, perché no, elezioni. Tocca al popolo siriano decidere la sorte del suo presidente”.
La crisi umanitaria. Intanto resta grave la situazione umanitaria. “Tutti gli aiuti sono benvenuti – afferma Younan -. Incoraggiamo sia le organizzazioni internazionali che le fondazioni cristiane ad andare avanti e alleviare la situazione drammatica di color che soffrono in Siria o nei campi profughi in Libano, Giordania e Turchia. C’è una situazione disastrosa dal punto di vista umanitario perché succede che le ong dicano non abbiamo più fondi per aiutare. Come avviene per i nostri rifugiati sia in Siria, Iraq e Giordania di cui si prende cura il nostro patriarcato. Solamente della nostra chiesa abbiamo 1300 famiglie irachene e almeno 2 mila famiglie siriane che sono in esilio in Libano. Come possiamo aiutarli se non con il contributo delle fondazioni cristiane?
I profughi sono un problema anche per l’accoglienza in Europa. “Noi siamo stati sempre aperti ad accogliere gli stranieri – ricorda il patriarca -. È Gesù che ce lo dice immedesimandosi nello straniero e in colui che ha fame. Tuttavia tocca ai politici dei vari paesi trovare soluzioni più idonee per accettare e integrare i profughi”.
“Devo pregare per prima cosa – conclude Younan rispondendo alla domanda su quale sia oggi la sua speranza -. Pregare e seminare la pazienza, la speranza e il coraggio perché i nostri, parlo specialmente dei cristiani, in Siria e in Iraq possano rimanere nelle loro terre”.
==================  
 12:27 La Germania ha perso un milione di posti di lavoro per le sanzioni UE vs Russia
    12:16 Boko Haram torna a colpire la Nigeria
    11:46 Kiev chiede alla tv francese di censurare documentario su tragedia di Odessa e Maidan
    11:13"La Russia è un difensore chiave del diritto internazionale"
    11:08 Possibili infiltrazioni Daesh tra i migranti a Lampedusa: http://it.sputniknews.com/politica/20160201/2003538/Naryshkin-diplomazia-legge.html#ixzz3yuowppQ9
NO! NON è MAI ESISTITO UN CALO DI VOCAZIONI, E MAI POTREBBE ESISTERE, I CLERICALI MODERNISTI HANNO MOLTE DOMANDE DA PORSI, NEL LORO POTERE RELIGIOSO MAGGIORASCATO ANTI EVANGELICO, E ANTI LEGGE NATURALE!
================
voi siete tutti testimoni gli USA CIA 666 SpA FED, vogliono fare affondare UE e Russia insieme! così l'anticristo salafita massone fariseo si libererà della civiltà ebraico cristiana, una volta per tutte, finalmente! I DIRITTI PEDOFILI POLIGAMI UMANI ONU SHARIA IN ISRAELE? SONO IL MEGLIO! Gb: 'figuraccia' Royal Navy, in panne 6 navi nuove di zecca, Guasti ai motori su modernissime cacciatorpediniere 29 gennaio...solo per gli interventi iniziali necessari il costo si aggirera' sui 10 milioni di sterline a nave.
MAMMA LI TURCHI
i sodoma, in sodomia dicono: "è ora di essere civili!"GENDER DARWIN le scimmie hanno inventato la civiltà!
MAMMA LI TURCHI
un altro disoccupato rovinto dai farisei massoni usurai rothschild SpA FED sistema Banche centrali, signoraggio bancario truffa: alto tradimento! ] Uccide figli e si suicida buttandosi in pozzo, Umbria. Corpo del genitore in fondo a un pozzo, indagano i carabinieri
MAMMA LI TURCHI
AI GOVERNI DEL MONDO! se non siete riusciti a conservare la sovranità monetaria? poi, non avete una qualche speranza di riuscire a salvare la vita del Vostro popolo! A stento credete in Dio e pur credendoci non avete nessuna speranza di contrastare il demoniaco, che, i farisei massoni USA hanno creato, men che meno, può aiutare qualcuno il Vaticano, dove i Cardinali molto a stento, credono nella esistenza del demonio!
MAMMA LI TURCHI
from Israel ] perché ISRELE non si libera di tutta questa sua oppressione? rimane per me come il mistero della iniquità! è chiaro i suoi FARISEI anglo-americani sauditi hanno deciso di rovinare il genere umano! MA, A VEDERE ISRAELE IN QUESTO STATO? IO SOFFRO! [ 1. US defense secretary furious at Iran for filming surrender of American sailors, 2. Hamas: We will continue to build terror tunnels to attack Israel, 3. Israel, Iran close to ratifying nuclear test ban treaty, UN official says. 4. Israeli Arab lawmaker Hanin Zoabi is facing charges after she insulted Israeli Arab policemen at a court house. 5. MK Hanin Zoabi accosts Israeli policemen. ( Arab Member of Knesset (MK) Hanin Zoabi will face charges of insulting a public servant in an Israeli court for verbally assaulting Arab police officers. In July 2014, Zoabi, of the Joint Arab List, verbally accosted Arab policemen who testified at the Nazareth Magistrate’s Court. In the presence of a large crowd, including families of the detainees and lawyers who were waiting outside the court room, Zoabi humiliated the cops and told the crowd that “we should spit in their faces,” and “mop up the floor with them,” urging the crowd not to “shake their hand,” and threatening that they should “fear us and the Shabab (youths) who are arrested because of them.” In addition, she called them traitors for serving in the Israeli police. The policemen were there to testify at a hearing to extend the detention of suspects who participated in anti-Israel riots in Nazareth in the summer of 2014.
MAMMA LI TURCHI
OGNI GUERRA è ASSURDA! OGNI GUERRA CIVILE è UN DELITTO UNIVERSALE! OGNI GUERRA CIVILE ALIMENTATA DALL'ESTERNO, ATTRAVERSO IL TERRORISMO: è UN ATTO DI TOTALE SATANISMO USA CIA ISLAMICO! e già, COME SE ESSERE ISLAMICI NON SIA GIà DI PER SE, LA PIù GRAVE MALEDIZIONE, che possa capitare ad un essere umano! CHE, PER PAURA DI SATANA BUSH OBAMA bildenberg gender LGBT SpA FED, farisei SpA FMI, e della CLINTON? TUTTI FINGONO DI NON VEDERE: il nazismo islamico sharia! BISOGNA BRUCIARE VIVO ASSAD, CHE è IL MIGLIORE DI TUTTI LORO, POI, COME POTREBBE SOPRAVVIRE LA GIORDANIA? TUTTI GLI ALTRI, IRAN IN CIMA? BRUCERANNO ALL'INFERNO CON GLI USA: lo sputo dell'inferno! L’opposizione siriana annuncia che potrebbe ritirarsi dai negoziati di Ginevra.
MAMMA LI TURCHI
USCIRE DALLA NATO è INDISPENSABILE, PERCHé NON è PIù UNA STRUTTURA DIFENSIVA! SOPRATTUTTO SONO GLI USA, IL PIù GRNDE TERRORISMO E BULLISMO MONDIALE, CHE DEVONO ESSERE CACCIATI! RIMPROVERO AGLI USA TROPPI DELITTI DI NAZISMO SUPPORTO ISLAMICO SHARIA! "Le nostre priorità sono sbagliate. Miliardi e miliardi di euro spesi dall'Alleanza Atlantica dell'Europa per ospitare esercitazioni di guerra. Questo fa aumentare la paura, predispone le persone all'ostilità e alla guerra. Dal settembre 2011 America ha condotto molte guerre illegali. La NATO deve difenderci dalle minacce del Medio Oriente. Però l'Alleanza che punta oggi il dito contro gli stati come la Libia-l'esportatore del terrorismo e tuttavia ha condotto le guerre che hanno portato al rafforzamento del fondamentalismo jihadista. Per ogni persona uccisa dai bombardamenti della NATO sono nati dieci o più jihadisti. E' stata la NATO che ha creato uno stato fallito in Libia che sta distruggendo i paesi con la sua strategia di guerra permanente. La propaganda contro la Russia continua. La NATO per la sua strategia espansionista aggressiva ha portato l'Europa a una situazione simile a quella della guerra fredda provocando un nuovo pericoloso confronto con la Russia. L'Italia viola il trattato di non proliferazione che ha firmato e ratificato. Io credo che non solo l'Italia dovrebbe lasciare la NATO ma la NATO deve essere abolita e dovrebbe lasciar l'Italia", — ha affermato Mairead Corrigan.
L'Italia, laboratorio di guerra della Nato
Sul territorio italiano esistono ben oltre 100 basi ed istallazioni NATO, di cui almeno 50 sono istallazioni militari americane: http://it.sputniknews.com/mondo/20160131/2001583/nato-m5s.html#ixzz3yqjmaMia
MAMMA LI TURCHI

LA UE NATO ERANO UNA STRUTTURA DIFENSIVA, MA, ADESSO COSA CIA, NOI SIAMO DIVENTATI? UE E NATO DEVONO ESSERE DISTRUTTE IMMEDIATAMENTE! L'Ucraina ha intenzione di risolvere il conflitto nel Donbass con la forza, ne sono prova i preparativi per la settima ondata di mobilitazione. Lo ha detto il vice capo di stato maggiore della milizia del popolo della Repubblica Popolare di Lugansk Igor Yaschenko. Yaschenko ha sottolineato che la leadership politico-militare ucraina continua a condurre la propaganda attiva del servizio militare a contratto. "Secondo il Capo di Stato Maggiore Generale ucraino, le autorità del paese pianificano entro la fine di marzo di fissare il numero di richiamati alle armi, che saranno mobilitati nel quadro della settima ondata di mobilitazione" ha detto ai giornalisti Yaschenko. "Così, il governo ucraino, appoggiandosi al sostegno dei protettori occidentali, non intende rinunciare alla forza per risolvere il conflitto" ha detto Yaschenko: http://it.sputniknews.com/mondo/20160131/2000613/kiev-conflitto-donbass.html#ixzz3yqhPJxJb
MAMMA LI TURCHI

Erdogan ha costruito il "monopolio della menzogna" MA, COME SI PUò PENSARE CHE A UN SALAFFITA COME ERDOGAN POSSANO STARE A CUORE I VALORI DEMOCRATICI? IL SUO OBIETTIVO è IL GENOCIDIO DELLA EUROPA! (31.01.2016) La società turca è aggrovigliata in una rete di disinformazione, minacce e divieti creata da Erdogan, e ora vuole una volta per tutte porre fine ai tentativi della popolazione di conoscere la verità su quanto sta accadendo all'interno del paese e all'estero. Lo ha scritto il Frankfurter Allgemeine Zeitung. [[[ Can Dündar - Erdem Gül: Turchia, chiesto ergastolo per due giornalisti ]]] Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha intenzione di trasformare il caso contro i giornalisti che hanno scoperto il legame tra Ankara e il Daesh in un "processo spettacolo" che dovrebbe per sempre scoraggiare i restanti membri della stampa dal desiderio di far luce sulle azioni del governo. Secondo l'idea di Erdogan, il destino di Jan Dündar e Erdem Gul, che hanno pubblicato informazioni sul fatto che la Turchia fornisce armi ai jihadisti in Siria, dovrebbe restare a un lungo nella memoria del popolo turco. In questo modo, insieme a questi due giornalisti sarà condannata la libertà di stampa in Turchia. "L'accusa per l'affare dei giornalisti lancia un messaggio abbastanza inequivocabile a tutto il paese: Ankara ha il diritto esclusivo e illimitato di nascondere le proprie azioni e le menzogne, e per tutti coloro che hanno il coraggio di andare contro questo ci sono misure draconiane" osserva l'autore.
 [[[ The Independent:  Recep Tayyip Erdogan è imprevedibile e può invadere la Siria ]]]
È interessante notare che, commentando l'arresto di giornalisti, Erdogan ha fatto capire che alla fine non ha nessun significato che cosa sia trasportato dai camion turchi in Siria se armi o aiuti umanitari. Egli ha anche negato che i rapporti Cumhuriyet siano interamente fondati sui fatti, ma piuttosto ha messo l'accento sul fatto che tali rapporti non dovrebbero essere stati pubblicati perché nessuno ha il diritto di additare il Governo per le sue manovre illegali.
Questo processo ha fissato "nuovi standard" per i media turchi. Se i giornalisti saranno condannati, la rivelazione della verità sulle azioni di Erdogan sarà finita una volta per tutte, e un paese che è aggrovigliato in una rete di bugie, di paure e inibizioni farà un passo avanti verso la dittatura, conclude l'autore dell'articolo: http://it.sputniknews.com/mondo/20160131/2002594/erdogan-monopolio-menzogna.html#ixzz3yqfAihtI
MAMMA LI TURCHI

HOLLANDE TU SEI IL BASTARDO DI UN ASSASSINO! TRADITORE MASSONE CARNEFICE EUROPEO! Parigi vuole la rimozione dell’embargo alimentare della Russia: http://it.sputniknews.com/mondo/20160131/2002392/francia-rimozione-embargo-russia.html#ixzz3yqeYT8Uk
MAMMA LI TURCHI
CIA 666 E Arabia Saudita SHARIA? HANNO INCENDIATO IL MONDO! ONU SI è VENDUTO TUTTI I DIRITTI UMANI PER PAGARE UNA PUTTANA, E PER OBAMA GLI ISRAELIANI POSSONO TUTTI ESSERE PUGNALATI! 33 fermi per terrorismo, Identificato anche il kamikaze dell'attentato contro la moschea
MAMMA LI TURCHI
Egitto avrebbe liquidato ISIS in pochi giorni, cioè, quando furono sgozzati gli egiziani copti, ma, tutta la LEGA ARABA , rimproverò EGITTO, e dissero: "noi siamo persone serie!" Ecco perché ISIS Daesh non può essere fermato! IL CAIRO, 31 GEN - Il presidente del Consiglio presidenziale libico incaricato di formare il governo di unità nazionale, Fayez el Sarraj, e il comandante dell'esercito libico, il generale Khalifa Haftar, si sono incontrati nella città di Al Marj per discutere soluzioni della guerra in corso a Bengasi da un anno e mezzo con i militanti dell'Isis. Lo ha reso noto l'ufficio del Consiglio presidenziale.
MAMMA LI TURCHI

che, la NIGERIA degli islamici SHARIA, ha avuto ordine dalla ARABIA SAUDITA SHARIA, di FAR: sterminare tutti i cristiani? QUESTO è NELLA LOGICA DELLE COSE! TUTTA LA LEGA ARABA, CON LA SUA SHARIA: ONU USA 666 BAAL BELZEBULL JABULLON SATANA SPA FED FMI MERKEL ANTICRISTO OBAMA GENDER, SONO I RESPONSABILI DELLA ROVINA DEL GENERE UMANO! [ mio #ISRAELE, IO HO DATO A SALMAN saudita salafiti wahhabita, la MIA MANO, MA LUI MI HA SPUTATO! ] ROMA, 31 GEN - Gli integralisti islamici Boko Haram oggi hanno colpito anche in Ciad, in due villaggi sulle rive dell'omonimo lago, nella regione di Hadjer Lamis. Il bilancio di due attentati suicidi è, secondo siti online locali, di almeno nove morti e 52 feriti. Il primo kamikaze è arrivato a bordo di una motocicletta e si è fatto saltare in aria tra la gente nella località di Guitté. L'altro villaggio colpito è Mittériné, dove due donne si sono fatte esplodere in contemporanea dopo essere state individuate da alcuni abitanti appartenenti alle milizie di autodifesa, costituite proprio per fronteggiare le incursione dei Boko Haram. In quel momento le due kamikaze si trovavano vicino a un campetto di calcio e tra le vittime vi sono anche cinque bambini
QUESTO DELLA GRECIA è UN CATTIVO ESEMPIO, perché, ERDOGAN E LA MERKEL? LI AVREBBERO AIUTATI! Isis: Grecia, diretti in Siria, arrestati Erano armati, uno già per 6 anni in carcere per terrorismo
non so perché, in questa foto, http://www.ansa.it/webimages/img_700/2016/1/26/ce5c2e8bbe5cd6bd4614b382eca5ccf8.jpg Kerry sembra FRANKENSTEIN, ma, lui non può parlare in questo modo, dopo che, lui ha travolto la Siria attraverso il terrorismo islamico saudita e turco! E NON  è TUTTO: HA ESCLUSO I TURCHI, DALLE TRATTATIVE CON DAMASCO: DOPO CHE, PROPRIO LUI LI HA ARMATI E FINANZIATI, AL PARI DI TUTTI GLI ALTRI TERRORISTI! è RACCAPRICCIANTE, VEDERE UN SACERDOTE DI SATANA, TIPO LAVEY, PARLARE CARITATIVAMENTE .. NEW YORK, 31 GEN - Il conflitto in Siria puo' facilmente travolgere la regione ''se viene lasciato crescere a dismisura e finire fuori controllo''. Lo afferma il segretario di Stato, John Kerry, sottolineando che ci sono ''13,5 milioni di siriani hanno bisogno di aiuti umanitari ora, sei milioni di bambini e centinaia di migliaia di persone sono intrappolate in aree dove non c'e' cibo o c'e' solo saltuariamente'', con molti costretti a mangiare erba e foglie.
MAMMA LI TURCHI
NON dovremmo mai ostacolare qualcuno che vuole pregare a modo suo, perché noi siamo i valori democratici! Ma queste persone non devono pretendere di invadere gli spazzi della ORTODOSSIA! Muro del pianto anche per le donne. Obiettivo a lungo chiesto da 'Donne del Muro'
MAMMA LI TURCHI
I GENOCIDI DI APOSTATI, ERETICI ED INFEDELI: HANNO CARATTERIZZATO LA FORMAZIONE DELLA LEGA ARABA, DAL MALEDETTO ESOTERICO LUSSURIOSO FALSO PROFETA ASSASSINO PREDONE, MISOGINO, fin AI GIORNI NOSTRI! NON STERMINARE QUESTA RAZZA MAOMETTANA sharia EQUIVALE A SOCCOMBERE! ECCO PERCHé I SACERDOTI DI SATANA: CIA USA massoni farisei SPA FED FMI, NATO, CI VOGLIONO FAR COMBATTERE CONTRO LA RUSSIA, PROPRIO PER FARCI SOCCOMBERE! ATTACCO ISIS A DAMASCO. 1. Strage in un santuario sciita, almeno 60 morti. 2. Nuova strage Boko Haram in Nigeria, bambini bruciati vivi. Testimoni riferiscono che i miliziani hanno imperversato nel Paese per 4 ore e tre donne kamikaze si sono fatte esplodere tra le persone che fuggivano. 3. Gerusalemme, accoltellato israelianO Alla Porta di Damasco. Gli aggressori sono stati arrestati
MAMMA LI TURCHI

LA AGGRESSIONE MILITARE E GEOPOLITICA DELLA CIA E DELLA NATO AD EST, è ANCHE UN COMPLOTTO, MA, NESSUNO CI AVEVE DETTO CHE, QUANDO NOI ENTRAVAMO IN EUROPA, NOI AVREMMO ACCETTATO UNA GEOPOLITICA NAZISTA PER LA CONQUISTA DEL MONDO! Il ritorno del vento dell'Est. Sui confini orientali d'Europa i nuovi equilibri mondiali 31 gennaio
MAMMA LI TURCHI
ERDOGAN NON PUò PRENDERE I SOLDI, E POI FAR PARTIRE LE PERSONE, CHE, IN CASO DI MUSULMANI SHARIA DIVENGONO UNA INVASIONE DESTABILIZZANTE GLI EQUILIBRI INTERNI, ATTRAVERSO, LA SHARIA LA LEGA ARABA MINACCIA IL MONDO! ED ATTRAVERSO LE MIGRAZIONI SI FINANZIANO I TERRORISMI ISLAMICI! Qualcuno, compresi i Servizi di sicurezza di qualche Paese Ue, ha ventilato un attacco programmato all'integrità europea attraverso questa migrazione incontrollata. Un evento in grado di mettere in ginocchio, in prospettiva, gli assetti sociali e assistenziali interni, ma anche l'economia e la sicurezza. C'è chi si chiede dove persone in stato di grande povertà abbiano potuto trovare somme per loro impensabili (da 3.500 a 8.000 dollari a testa) per pagare i trafficanti di esseri umani. Un affare criminale di dimensioni miliardarie di cui nessuno sembra aver tenuto conto, limitandosi sbrigativamente all'aspetto umanitario.
MAMMA LI TURCHI
che lettimità ha il KOSOVO di staccarsi dalla SERBIA, se il Donbass non ha potuto farlo? RISPONDETEMI O MORITE! SIETE DEI PIDOCCHIOSI QUANDO SCRIVETE ARTICOLI CHE NON SI CAPISCONO LE MOTIVAZIONI DI: Spagna, Cipro, Grecia, Romania e Slovacchia, CIRCA LA LORO OPPOSIZIONE! "Il voto di oggi invia ancora un forte segnale sul fatto che il futuro di un Kosovo indipendente sia nell'Unione europea" ha sottolineato Lunacek. "Gli eurodeputati hanno fatto di nuovo appello all'Ue perché completi il suo riconoscimento ufficiale del Kosovo e ha sollecitato i cinque Stati membri che non l'hanno fatto (Spagna, Cipro, Grecia, Romania e Slovacchia, ndr) a porre fine al blocco" ha aggiunto la relatrice. Gli eurodeputati sottolineano il fatto che l'accordo di associazione Ue-Kosovo, approvato dal Parlamento europeo lo scorso 21 gennaio, costituisca un forte incentivo per le riforme e apre la strada per l'integrazione di Pristina nell'Ue.
MAMMA LI TURCHI
youtube tu smettila di venirmi dietro, e di fare tutta questa lagna! DOPOTUTTO, quale longeva prospettiva di vita ha un satanista, in genere, ed specie, proprio un satanista come te alla vigilia della guerra mondiale nucleare? PERCHé HAI UN BUCO NEL TERRENO TI SENTI SICURO? MA, GLI USA NON SONO GLI UNICI CHE HANNO IMPARATO A SCATENARE TERREMOTI ARTIFICIALI!
==================
MY ISRAEL ] e il popolo rimaneva a guardare, mentre ELIA scannava i sacerdoti di Baal, NON POSSIAMO CHIEDERE A DIO CHE FACCIA IL LAVORO PER NOI .. e poi, si è visto quando è durata a lungo la virtù nel popolo! ECCO PERCHé, TUTTI COLORO CHE SI RITENGONO SERVI DI DIO DEVONO VENIRE DA ME.. ALTRIMENTI LE LORO OPERE LI ACCUSERANNO, NEL GIORNO DEL GIUDIZIO ARDENTE DELL'IRA DI DIO: che incombe su tutti noi!
i satanisti e i satanismi hanno così infestato questo pianeta, che nessuno potrà salvare la sua vita dal fuoco, [ MY ISRAEL ] questa è una chiamata POLITICA universale, per tutti coloro che si ritengono servi di Dio, a prescindere dalla loro religione di appartenenza, tutti quelli che sono da Dio sono sempre fratelli, perché non c'è qualcosa che li puo nuocere reciprocamente! PERCHé, AL DI FUORI DEL REGNO DI ISRAELE, CHE POTREBBE VENIRE E COMPIERSI? NESSUNO POTRà SALVARE LA SUA VITA DAL FUOCO! Facciamo vivere il Regno di ISRAELE perché, per amore suo JHWH, salvi anche le nostre vite! NON ABBANDONIAMO QUESTO PIANETA AI DEMONI!

this is my kingdom. il Santo Padre Papa Francesco ha detto: "la FEDE è un investimento (per il regno celeste di Dio) e nessuno oggi, deve chiedere alla FEDE gli interessi!" il PAPA voleva dire che nessuno deve fare della RELIGIONE un ufficio per lucrare interessi personali. ED è PROPRIO IMPOSSIBILE CORREGGE IL PAPA IN QUELLO CHE DICE. ma, Tanto per precisare, io sono il Regno Terrestre di Dio e ISRAELE, e la Parola di Gesù dice: "tutto è possibile per fede!" "NULLA è IMPOSSIBILE PER DIO" inoltre tutta la BIBBIA è una fede che si trasfora in azione politica! QUINDI INIZIAMO A METTERE DEI PASSI DI FEDE, OPPURE NON VEDREMO MAI MIRACOLI NELLA NOSTRA VITA!
king SALMAN ] OGNI UOMO DI RELIGIONE è giudicato pubblicamente, non dalla sua dottrina, ma, dalle opere che sa produrre, perché, la dottrina è opinabile ma le opere sono un atto politico oggettivo ed universale.. QUESTO è IL CONCETTO DEL REGNO DI ISRAELE! se troveremo un IMAM o un musulmano che sia il migliore di noi, e di tra noi? poi, sarà lui a guidare il regno di ISRAELE!
king SALMAN ] ovviamente, c'è qualcasa di demoniaco nel sionismo Talmud Kabbalah Rothschild! ma, c'è anche qualcosa di santo nel sionismo: Torà: Unius REI!
king SALMAN ] ovviamente, un vero servo di Dio cerca di benedire tutti gli uomini, MENTRE, un vero servo di satana cerca di conquistare il mondo!
my ISRAEL ] ma [ MA, se noi non abbiamo una fede che può spostare le montagne? Farisei e Salafiti ci uccideranno tutti!
=============
SONO SOLTANTO UN SOLO REGNO DI SATANA ] [ se sono cristiani o musulmani, non ha molta importanza, perché SALMAN e ERDOGAN SHARIA sanno molto bene, che, SOLTANTO, i cristiani si dovranno estinguere! e poiché, l'ESERCITO SHARIA è arrivato dopo 4 ore? poi, tutta la LEGA ARABA SHARIA è dietro questo suo delitto sharia! ED IO DUBITO, CHE, PER LORO QUESTO SIA UN VENDICARSI DEI CROCIATI FED FARISEI SATANISTI MASSONI CIA, DI CUI SONO ALLEATI FEDELI! DALORI (NIGERIA), 31 GEN - E' salito a 86 il numero dei morti nella carneficina compiuta la notte scorsa nel villaggio nigeriano di Dalori (nord-est) dagli integralisti islamici Boko Haram. Un centinaio i feriti, molti ustionati in modo grave. Lo hanno riferito fonti ufficiali nigeriane sul posto, mentre si cercano ancora eventuali sopravvissuti nella giungla.
==============
FINO A CHE PUNTO, SpA FED NWO, Talmud Farisei Globalisti, e loro sharia Maomettani wahhabiti Mecca Caada, idolo di pietra in vagina di argento troia bambina di nove anni, fino a che Punto loro si credono, i più maligni crudeli furbi, assassini, predatori, spietati ed intelligenti di tutti, nel regno di Satana il loro Dio Allah JabullOn Gufo Baal Peor?
 THIS IS MY KINGDOM ISRAEL!
OBAMA FED SHARIA CIA SPA NATO NWO ONU ] voi state andando a raschiare, il fondo della fogna, nel più profondo fondo dell'inferno!
OBAMA FED SHARIA CIA SPA NATO NWO ONU ] PER LA SANTITà DI JHWH, di colui che solo è santo e CHE SIEDE SUL TRONO io giuro nel nome di Gesù, che, certo: io vi verrò a prendere!
===========
http://it.aleteia.org/2016/01/29/i-cristiani-in-siria-rischiano-di-scomparire/?utm_campaign=NL_it&utm_source=topnews_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it-Jan%2029,%202016%2006:05%20pm
====================
Gesù non era contrario all’omosessualità? Siete sicuri? SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Nei Vangeli ci sono una serie di riferimenti a pratiche sessuali deviate che non andrebbero seguite. Ma nelle Sacre Scritture ci sono riferimenti molto chiari e di ferma condanne a pratiche omosessuali. L’omosessualità è un tema presente nei Vangeli? Gesù prende mai posizione a favore o contro di essa? E contempla le unioni omosessuali? Le Sacre Scritture che dicono a riguardo?
«Il tema è spinoso da diversi punti di vista, ma chiaro – premette il professore Robert Gahl jr, docente di Etica Fondamentale della Pontificia Università della Santa Croce – Va detto che non siamo dei letteralisti biblici, come lo sono alcuni fondamentalisti evangelici, quindi non possiamo stabilire con certezza cosa Gesù intendesse quando pronunciava un discorso dalla mera analisi delle parole dette. Bisogna, invece, leggerle nel contesto e nel senso che furono sempre interpretate dalla Chiesa, che è la comunità che ci tramanda la Bibbia come testo di riferimento».
Gahl evidenzia: «La nostra non è una “religione del libro”, ma una “religione di fede”, nel senso che crediamo in una persona, Gesù Cristo, che ha fondato la Chiesa, e nei suoi insegnamenti». E ancora: «Normalmente un cattolico legge i Vangeli non come componenti autonome, ma come facenti parte delle Sacre Scritture, e pertanto vanno contestualizzati».
Ora con il docente di Etica Fondamentale della Pusc incamminiamoci in questo viaggio nei Vangeli per capire Gesù cosa pensava in relazione alla sessualità e come le Sacre Scritture si innestano.
==============
SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Un concetto ricorrente, evidenzia Gahl, è quello di “porneia”. Si tratta di una parola che viene intesa in italiano come impurità.
La radice della parola appare in: Matteo 5,32 (31 Fu pure detto: Chi ripudia la propria moglie, le dia l’atto di ripudio; 32 ma io vi dico: chiunque ripudia sua moglie, eccetto il caso di concubinato, la espone all’adulterio e chiunque sposa una ripudiata, commette adulterio);
Matteo 21,31-32 (31 Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Dicono: «L’ultimo». E Gesù disse loro: «In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. 32 È venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto);
Matteo 15-19 (Dal cuore, infatti, provengono i propositi malvagi, gli omicidi, gli adultèri, le prostituzioni, i furti, le false testimonianze, le bestemmie);
Matteo 19-09 («Perciò io vi dico: Chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso di concubinato, e ne sposa un’altra commette adulterio»);
Luca 15-30 (Ma ora che questo tuo figlio che ha divorato i tuoi averi con le prostitute è tornato, per lui hai ammazzato il vitello grasso);
Giovanni 8,41 (Voi fate le opere del padre vostro». Gli risposero: «Noi non siamo nati da prostituzione, noi abbiamo un solo Padre, Dio!»);
Marco 7,21 (Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono le intenzioni cattive: fornicazioni, furti, omicidi); Marco 7, 20-23 (20 Quindi soggiunse: «Ciò che esce dall’uomo, questo sì contamina l’uomo. 21 Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono le intenzioni cattive: fornicazioni, furti, omicidi, 22 adultèri, cupidigie, malvagità, inganno, impudicizia, invidia, calunnia, superbia, stoltezza).

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] UNIONE UOMO-DONNA ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Nei Vangeli, quindi, si esprime con chiarezza il concetto di una sessualità deviata che richiama all’adulterio e alla prostituzione come accezioni fortemente negative. Una sessualità “corretta” è quella vissuta dal marito con la propria moglie. Ci sono numerosi insegnamenti positivi, infatti, che illuminano su come deve essere vissuto il matrimonio: Gesù parla di unico matrimonio come tra uomo e donna. Uno su tutti: Matteo 19, 4-5 (4 Ed egli rispose: «Non avete letto che il Creatore da principio li creò maschio e femmina e disse: 5 Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola). Sempre da questo passo dal Vangelo si evince chiaramente che i sessi sono due: maschio e femmina.

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] SODOMA E GOMORRA ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Sempre per quanto riguarda la sessualità deviata, ricorrenti, in tal senso, sono i riferimenti alla distruzione divina delle città di Sodoma e Gomorra (Matteo 10,15; Matteo 11,24; Luca 17, 28-37). Distruzione che sarebbe avvenuta per gli atti impuri commessi dai suoi abitanti e di cui Dio sarebbe stato a conoscenza. Giuda 1,7-8 parla de “la fornicazione e i vizi contro natura”, che probabilmente è una descrizione dell’omosessualità. Ez 16,49-50 dice che era di non aiutare i poveri pur essendo ricchi, di essere superbi e commettere abominazioni. La natura delle abominazioni non è specificata, ma è la stessa parola usata per condannare l’omosessualità in Levitico 18,22 (Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole)

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] IL SIGNIFICATO DI “SODOM” ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Sul motivo della distruzione di Sodoma e Gomorra è in corso un dibattito ampio con gli studiosi divisi tra omosessualità o inospitalità, come cause dell’ira divina. Molto interessante, spiega Gahl, è un paragrafo molto del libro di Mark Jordan, The Invention of Sodomy in Christian Theology. Jordan, teologo americano, difensore dell’ideologia gay, mentre sostiene che la parola “sodomia” fu coniata nel suo senso attuale da San Pier Damiani, teologo medioevale, nell’XI secolo, come un atto specifico nella sua fisicità, ammette comunque che la parola “Sodom” ha significato di sterilità e disordine sessuale dal tempo di Gesù e che Padri della Chiesa, nell’antichità (è il caso di Sant’Agostino, San Girolamo, San Gregorio) intendevano la parola anche con un significato di delitti maschili sessuali contro la natura.

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] CONTESTO E VANGELO ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Jordan, evidenzia il docente di Etica Fondamentale della Santa Croce, cerca di rileggere la tradizione, gettare colpa su alcuni teologi medievali, e poi propone uno sviluppo di dottrina a favore della omosessualità. Riconosce che la Chiesa l’ha sempre ritenuta immorale ma ritiene che tale giudizio risentiva più dal contesto culturale che dal vangelo cristiano.

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] GLI “ABOMINI” DEGLI ABITANTI ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Le tesi dello storico dell’Università di Yale John Boswell, autore di Christianity, Social Tolerance, and Homosexuality e del teologo D. Sherwin Bailey, autore di Homosexuality and the Western Christian Tradition (1955) puntano a escludere l’omosessualità come una causa scatenante della distruzione di Sodoma, e sostengono che Sodoma fu distrutta perché il popolo di Sodoma aveva cercato di violentare gli angeli (Boswell), e per stupri e inospitalità (Bailey), senza mai alludere alla presunta omosessualità. L’apologeta cristiano Greg Koukl ricostruisce il racconto della Genesi (19, 5-8) e replica ai due autori evidenziando che le gravi malvagità commesse dagli abitanti, gli “abomini”, la sessualità deviata riconducono invece a rapporti omosessuali tra gli abitanti.

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] LA CONDANNA DI SAN PAOLO ] COSA DICE LA BIBBIA DELLA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA OMOSESSUALITà! [ Molto nette, invece, sono le parole di San Paolo sui rapporti sessuali tra uomini. A differenza dei Vangeli, non si limita a spiegare quali sono le “buone pratiche” sessuali e quali quelle deviate, ma c’è un affondo diretto, per esempio, agli “atti ignominiosi uomini con uomini”.
Nella lettera di San Paolo ai Romani 1,27 c’è un passaggio cruciale, che va contestualizzato:
[24] Perciò Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi, [25] poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli. Amen. [26] Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. [27] Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento. [28] E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa d’una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno, “ Ancora più netta, è la lettera di San Paolo ai Corinzi 1, 9-10: [9] O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, [10] né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio.
Mentre nella lettera a Timoteo 1, 10, rilancia il monito contro i sessualmente deviati:
[8]Certo, noi sappiamo che la legge è buona, se uno ne usa legalmente; [9]sono convinto che la legge non è fatta per il giusto, ma per gli iniqui e i ribelli, per gli empi e i peccatori, per i sacrileghi e i profanatori, per i parricidi e i matricidi, per gli assassini, [10] i fornicatori, i pervertiti, i trafficanti di uomini
Qui emerge una parola greca molto dibattuta: arsenokoites, cioè uomini che dormono insieme, che condividono la stessa stanza seconda la lettura tradizionale delle Sacre Scritture. E quindi potrebbe risultare un altro riferimento diretto alla omosessualità.

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] IL DIBATTITO SULLA VOLONTARIETA’. In riferimento al Levitico 20, 13, invece, emerge che se un uomo ha relazioni carnali con un altro uomo, ambedue hanno commesso un atto abominevole; e dovranno esser messi a morte; il loro sangue ricadrà su loro. Si parla di essere messi a morte, di sangue sulla loro testa. 

SESSUALITA’ DEVIATA CONTRO NATURA: LA PERVERSIONE ] LA TEOLOGIA MEDIOEVALE, Infine bisogna ricordare che fino alla teologia medioevale, perlomeno, lo sposarsi tra uomo e donna, la condanna di qualsiasi atto impuro al di fuori di questa unione era un comportamento ovvio, non era neppure al centro delle discussioni, era evidente.
Il “libro Gomorriano” di San Pier Damiani è il primo testo ad affrontare in maniera diretta il tema dell’omosessualità: tutti gli ecclesiastici colpevoli di qualsiasi atto omosessuale devono essere immediatamente degradati, a qualunque grado essi appartengano. Damiani ritiene completamente assurdo che quelli che si macchiano abitualmente con questa malattia purulenta osino entrare nell’ordine o rimanere nel loro grado
================
LA INFESTAZIONE DEMONIACA DELLA IDEOLOGIA DEL GENDER: E LA DISTRUZIONE DEI FONDAMENTI MORALI DELLA SOCIETà! Paul R. McHugh, professore Emerito di Psicologia presso la prestigiosa Johns Hopkins University School of Medicine, ha interrotto le operazioni chirurgiche sui transessuali una volta divenuto direttore del Dipartimento, dicendo: «Abbiamo sprecato risorse scientifiche e tecniche e danneggiato la nostra credibilità professionale collaborando con la follia piuttosto che cercare di studiare, curare, e in ultima analisi impedirla». Il celebre psicologo parla di “follia”, è un termine medico che lasciamo a lui. A noi interessa stare umanamente vicini a queste persone, ferite dalla vita, che vivono questo disordine oggettivo tra mente e corpo, dispiacendoci se qualcuno asseconda e amplifica -attraverso la complicità dei media- la loro disarmonia piuttosto che aiutarle a far emergere la loro naturale identità. Identità che rimarrà comunque sempre presente nel transessuale, indipendentemente dalla quantità di mutilazioni a cui sottoporrà i suoi organi genitali, ai bombardamenti ormonali e ai vestiti dell’altro sesso che indosserà (compreso il ciuccio da bambina, per quanto riguarda il 46enne Wolschtt, meccanico e padre di famiglia).  http://it.aleteia.org/2016/01/29/nati-in-corpi-sbagliati-ecco-il-trans-che-si-sente-una-bambina-di-6-anni/?utm_campaign=NL_it&utm_source=topnews_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it-Jan%2029,%202016%2011:07%20am
=============
La testimonianza della figlia di una coppia gay che dovrebbe farci svegliare ] TEOSOFIA SATANICA DEL DARWIN GENDER, QUANDO è LO STATO MASSONE IL PADRE E PADRONE DELLA VITA UMANA ] Lo Stato come arbitro ultimo della genitorialità. [ Dalla sua introduzione in Canada nel 2005 il matrimonio omosessuale ha eroso i diritti fondamentali. di Dawn Stefanowicz. Sono una dei sei figli adulti di genitori gay che di recente hanno presentato degli amicus brief alla Corte Suprema statunitense chiedendole di rispettare l'autorità dei cittadini di mantenere la definizione originaria del matrimonio: un unione tra un uomo e una donna con l'esclusione di tutti gli altri, di modo che i figli possano conoscere i propri genitori biologici ed essere cresciuti da loro. Vivo in Canada, dove il matrimonio omosessuale è stato autorizzato a livello federale nel 2005. Sono la figlia di un padre gay morto di AIDS. Ho descritto la mia esperienza nel libro Out From Under: The Impact of Homosexual Parenting. Più di 50 figli adulti cresciuti da genitori LGBT si sono messi in contatto con me e hanno condiviso le mie preoccupazioni sul matrimonio e la genitorialità omosessuali. Molti di noi lottano con la propria sessualità per via dell'influenza dell'ambiente familiare in cui sono cresciuti. Proviamo grande compassione – non animosità – per le persone che lottano con la propria sessualità e l'identità di genere, ma quando parliamo in pubblico della nostra storia affrontiamo spesso ostracismo, silenzio e minacce. Vorrei avvertire l'America di aspettarsi una grave erosione delle libertà del Primo Emendamento se la Corte Suprema autorizzerà il matrimonio omosessuale. Le conseguenze che si sono verificate in Canada possono essere una lezione. In Canada, la libertà di parola, stampa, religione e associazione ha sofferto fortemente a causa della pressione governativa. Il dibattito sul matrimonio omosessuale che si sta svolgendo negli Stati Uniti non potrebbe esistere legalmente in Canada oggi. Per via delle restrizioni legali alla libertà di parola, se si dice o si scrive qualcosa considerato “omofobo” (includendo, per definizione, qualsiasi cosa che metta in discussione il matrimonio omosessuale), si possono affrontare conseguenze disciplinari o il licenziamento o si può essere perseguiti dal Governo. Molti americani stanno iniziando a capire che alcuni attivisti di sinistra vogliono introdurre un controllo statale su ogni istituzione e ogni libertà. In questo schema, l'autonomia e la libertà d'espressione personali non diventano altro che chimere, e i bambini vengono mercificati.
I bambini non sono beni da poter staccare in modo giustificabile dai genitori naturali. Nelle famiglie omosessuali, i bambini negheranno spesso il proprio dolore e fingeranno di non sentire la mancanza di un genitore biologico, sentendosi pressati a esprimersi positivamente per via della politica che circonda le famiglie LGBT. Quando i bambini perdono un genitore biologico per morte, divorzio, adozione o tecnologia riproduttiva artificiale, sperimentano un vuoto doloroso. È lo stesso per noi quando il nostro genitore gay porta nella nostra vita il/i proprio/i partner dello stesso sesso, che non potrà/potranno mai sostituire il nostro genitore biologico. http://it.aleteia.org/2015/06/30/la-testimonianza-della-figlia-di-una-coppia-gay-che-dovrebbe-farci-svegliare/3/
TEOSOFIA SATANICA DEL DARWIN GENDER, QUANDO è LO STATO MASSONE IL PADRE E PADRONE DELLA VITA UMANA ] Lo Stato come arbitro ultimo della genitorialità. [ Ci viene detto sempre più che permettere alle coppie omosessuali l'accesso al matrimonio non priverà nessuno di alcun diritto. È una bugia. Quando il matrimonio omosessuale è stato legalizzato in Canada nel 2005, è stata immediatamente ridefinita la genitorialità, includendo una disposizione per cancellare la definizione “genitore naturale” e sostituirla con il neutro “genitore legale” nella legge federale. Ora tutti i bambini hanno solo “genitori legali”. Cancellando legalmente la genitorialità biologica in questo modo, lo Stato ignora il principale diritto dei bambini: il loro desiderio intrinseco e immutabile di conoscere e di essere allevati dai propri genitori biologici. Le madri e i padri apportano doni unici e complementari ai propri figli. Contrariamente alla logica del matrimonio omosessuale, il genere dei genitori conta per il sano sviluppo dei figli. Sappiamo, ad esempio, che la maggior parte degli uomini in carcere non ha avuto il padre in famiglia. I padri, per loro natura, assicurano identità, instillano direzione, danno disciplina, confini, e costituiscono un esempio per i figli, ma non possono far crescere i figli nel proprio grembo o allattarli. Le madri allevano i figli in modi unici e benefici che non possono essere sostituiti dai padri.
Non serve uno scienziato per capire che uomini e donne sono anatomicamente, biologicamente, fisiologicamente, psicologicamente, ormonalmente e neurologicamente diversi tra loro. Le loro differenze offrono ai figli dei benefici che non possono essere duplicati da genitori “legali” dello stesso sesso che mettono in atto ruolo di genere diversi o cercano di sostituire il modello maschile o femminile mancante in casa.
Il matrimonio omosessuale non solo priva i bambini dei propri diritti alla genitorialità naturale, ma dà allo Stato il potere di non tener conto dell'autorità dei genitori biologici, il che significa che i diritti genitoriali vengono usurpati dal Governo.
In Canada, i genitori si possono aspettare l'interferenza dello Stato per quanto riguarda valori morali, genitorialità ed educazione – non solo a scuola. Lo Stato ha accesso in casa tua per supervisionarti come genitore, per giudicare la tua adeguatezza. E se allo Stato non piace ciò che insegni ai tuoi figli, cercherà di toglierli dalla tua casa. I docenti non possono fare commenti sui social network, scrivere lettere agli editori, partecipare a dibattiti pubblici o votare secondo la loro coscienza. Possono essere oggetto di misure disciplinari o perdere qualsiasi possibilità di avere una cattedra. Può essere chiesto loro per capriccio burocratico di partecipare a lezioni di rieducazione o di formazione alla sensibilità, o possono essere licenziati per pensieri “politicamente scorretti”.
Quando in Canada è stato introdotto il matrimonio omosessuale, il linguaggio neutrale a livello di genere è diventato autorizzato a livello legale. È discriminatorio assumere che un essere umano è maschio o femmina, o eterosessuale, e quindi, per essere inclusivi, si utilizza un linguaggio che non specifica il genere nei media, nel Governo, nei luoghi di lavoro e soprattutto a scuola, per evitare di sembrare ignoranti, omofobi o discriminatori. In molte scuole viene usato un curriculum speciale per insegnare agli studenti come usare un linguaggio neutro a livello di genere. All'insaputa di molti genitori, nelle scuole canadesi si sta eliminando l'utilizzo di termini che implicano il genere per descrivere marito e moglie, padre e madre, festa della mamma e festa del papà e “lui” e “lei”.
In Canada wedding planner, proprietari di bed and breakfast, fiorai, fotografi e pasticceri hanno già visto le proprie libertà erose, i diritti di coscienza ignorati e le libertà religiose calpestate, ma non è una cosa che riguarda solo l'industria del matrimonio. Chiunque possieda un'attività può non poter permettere alla sua coscienza di informare le pratiche o le decisioni della sua attività se queste decisioni non sono in linea con quelle dei tribunali, con l'orientamento sessuale del Governo e con le leggi basate sulla non discriminazione in base all'identità di genere. Alla fin fine, ciò significa che lo Stato fondamentalmente decide se e come i cittadini possono esprimere se stessi. http://it.aleteia.org/2015/06/30/la-testimonianza-della-figlia-di-una-coppia-gay-che-dovrebbe-farci-svegliare/3/

Una multitud marchó el sábado en Roma hasta el Circo Máximo para pedir al Senado que atienda el interés de los niños en ser criados por un padre y una madre. Hasta dos millones de personas se reunieron en la manifestación del Día de la Familia, celebrada en medio del debate político sobre el derecho de adopción en las parejas del mismo sexo.
La nueva ley de uniones civiles o “ley Cirinnà” –así llamada por la ponente del proyecto, la senadora del Partido Demócrata Monica Cirinnà– se someterá esta semana a la deliberación definitiva en la Cámara Alta italiana. El proyecto reconoce parcialmente la adopción de niños en las parejas del mismo sexo. Los grupos de presión homosexualistas han exigido una plena equiparación de estas uniones con el matrimonio natural. La presencia en la manifestación del ministro de Medio Ambiente, Gianluca Galletti, es una muestra de la falta de acuerdo en el Gobierno, en el Partido Demócrata y en la sociedad italiana ante la experimentación con menores de la adopción por dos hombres o dos mujeres. Las uniones civiles homosexuales son una prioridad en el programa de gobierno del primer ministro Mateo Renzi, volcado en las guerras culturales como último signo de distinción de una izquierda fracasada en las políticas económicas. La resistencia en la sociedad italiana a la ingeniería política de la familia está siendo mayor de la que el propio Renzi esperaba.
La masiva respuesta del sábado en Roma ni siquiera se explica, esta vez, por la influencia de la Iglesia Católica en Italia. Tanto el Papa Francisco –obispo de Roma– como la Conferencia Episcopal Italiana adoptaron un perfil bajo ante la manifestación, organizada por entidades de la sociedad civil.
Italia no es una excepción cultural en el reconocimiento de la naturaleza singular, insustituible, de la familia. El movimiento ciudadano La Manif por Tous, en Francia, ha sacado a la calle a cientos de miles de personas de todo el espectro ideológico, creyentes y no creyentes, para reivindicar el derecho de los niños a crecer con la referencia de un padre y una madre. Gobiernos como los de Polonia o Hungría se resisten a adoptar la tendencia a las leyes del aborto o la equiparación del matrimonio a las uniones homosexuales, que siguen sus colegas de España, Reino Unido o Francia.
Se trata de una batalla cultural desigual, escorada por la fuerte presión de las instituciones europeas y los prescriptores ideológicos –medios de comunicación, industria del cine y la televisión, escuelas y universidades,…– para que Europa termine de abrazar la perspectiva del género en sus legislaciones. Las élites del Viejo Continente parecen complacidas con el colapso demográfico en ciernes, y no dudan en recetar nuevas dosis del veneno. Y aun así, contra todo pronóstico, una parte de las sociedades europeas siguen diciendo “no” a la invitación a suicidarse.– V. Gago
[Con información de Actuall, El Mundo y CNBC, en inglés]
Qué está pasando. Boko Haram pasa al siguiente nivel del horror. Terroristas de este grupo sanguinario mataron a 86 personas, entre ellos niños a los que quemaron vivos, en una aldea al norte de Nigeria. [Associated Press, en inglés; Actuall]
La infanta Cristina seguirá bajo acusación. La Audiencia Provincial de Baleares ha denegado la aplicación de la denominada “doctrina Botín”, invocada por los abogados de la infanta. Doña Cristina tendrá que afrontar el juicio completo del caso Noos, en el que también se juzga a su marido, Iñaki Urdangarín. [Actuall]
Miles de personas dicen “no” a la independencia de Cataluña. La plataforma Sociedad Civil Catalana consiguió reunir este domingo a miles de personas en la plaza de Sant Jaume, delante de la sede de la Presidencia de la Generalitat, para protestar por la “perversión democrática” que representa el llamado procés. Muchos manifestantes llevaban banderas de Cataluña, de España y de la Unión Europea. [Actuall, La Vanguardia, Crónica Global]
Rajoy volverá a declinar la invitación del Rey a formar Gobierno. El PP dice que, sin contar con los votos necesarios de la Cámara, el presidente en funciones no aceptará ir al debate de investidura, aunque Don Felipe se lo proponga esta semana por segunda vez. [Europa Press]
Planned Parenthood practicó 323.999 abortos en 2014. El mayor proveedor de abortos de Estados Unidos facturó 1.300 millones de dólares en el mismo periodo. [Life News, en inglés] Pasa a la acción: Hay una petición activa en HazteOir.org, dirigida a la Comisión Europea, para que retire los fondos públicos a Planned Parenthood. Si piensas que los contribuyentes no tienen por qué financiar la industria del aborto, puedes unirte aquí a más de 8.000 personas que ya han firmado la petición.
Trump y Clinton favoritos en Iowa. Las encuestas los prefieren, antes del caucus de este lunes, que abre la carrera electoral hacia la Casa Blanca. Iowa no es un universo representativo del electorado en Estados Unidos, y aún así, Republicanos y Demócratas conceden un alto valor a las primarias de este territorio. Los ganadores en Iowa reciben un impulso que los sitúa como favoritos para el resto de consultas en los 50 Estados de la Unión. [Euronews, El Periódico, ABC News, en inglés; The New York Times, en inglés]
Los imprescindibles de Actuall. Campaña de la izquierda contra HazteOir.org. Una de las peticiones recientes de HO se dirige a la cadena de restaurantes VIPS para que incluyan a familias naturales en su última campaña de publicidad, protagonizada por un cliché de pareja homosexual. Más de 10.000 personas han firmado ya la petición. En este contexto, la izquierda ha reaccionado con una ofensiva de descalificaciones y anatemas ideológicos contra la plataforma ciudadana. [Pasa a la acción: la petición a VIPS para que incluya a la familia natural en sus campañas de publicidad sigue activa. Puedes unirte aquí]
Cristina Cifuentes: también los transexuales son iguales ante la ley. Alfonso Basallo, director de Actuall, escribe en su columna de esta semana: “cuando el poder se convierte en arbitrario no solo se pone por encima de las leyes, sino que se pone por encima de la realidad. Por eso, los tiranos tienden a hacer el ridículo.”
=====================
QUELLO DELLA FRANCIA SHARIA: CHE NEGA I DIRITTI UMANI, DI UN CRIMINALE DI HOLLANDE, CIRCA IL TERRORISMO ISLAMICO CHE GLI ALTRI POSSONO SUBIRE? è UN ATTEGGIAMENTO DELIRANTE: ASIMMETRICO: SCHIZOFRENICO INCOERENTE, CIOè, SE NON è LUI QUELLO CHE PRENDE LE PUGNALATE! http://unitedwithisrael.org/israel-rejects-french-threat-to-recognize-state-of-palestine Israel said it refuses to negotiate under ultimatum in response to France’s threat, despite the wave of Palestinian terror, to recognize the “state of Palestine.” France will recognize a Palestinian state if its efforts to revive Israeli-Palestinian peace talks at an international conference fail, Foreign Minister Laurent Fabius said Friday.
He told French diplomats that the conference will aim to bring together the two parties and their American, European and Arab partners in order “to make happen a two-state solution.”
If this attempt faces a deadlock, Fabius said, France will have to recognize a Palestinian state.
==================
quello che caratterizza i valori del centro destra, sono Patria, famiglia, tradizione.. ma, in concetto di multiculturalismo globalizzazione e integrazione, noi non possiamo essere distruttivi, uscendo fuori dall'alveo dalla legge naturale: ecco perché per noi: 1. la vita è sacra, 2. lo Stato non è il padrone dei cittadini; 3. il matrimonio è un diritto naturale e non civile; 4. utero non può essere in affitto; 5. il matrimonio deve essere monogamico; ed 6. aderiamo a tutti i diritti universali solenni di ONU 1948, che scandalosamente ONU ha abiurato in favore di una ideologia GENDER (senza fondamento scientifico) e del delitto di sharia, due fondamenti criminali che disintegrano i valori fondamentali dell'OCCIDENTE, distruggono tutti i fondamenti laici e pluralisti della nostra società!
====================
come è possibile SEPARARE LA PALESTINA SHARIA, DALLA LEGA ARABA SHARIA? UNO SOLO DEVE ESSERE IL LORO DESTINO DI MORTE, COME PER OGNI NAZISMO OMICIDA E GENOCIDARIO: è GIUSTO CHE COSì DEVE ESSERE! Israel has a message for Swedish Foreign Minister Margot Wallstrom: You’re living in a dream while we’re going through a nightmare. Since September 13th, 2015, 30 people have been killed and 291 injured in Palestinian terror attacks. Meanwhile, Wallstrom has gone on record blaming Israel for the ISIS attack in France and accuses the Jewish State of ‘executing’ Palestinians (terrorists). Watch this powerful Hatovim video and tell the world to help Israel instead of her enemies. Help us get the truth out! http://unitedwithisrael.org/watch-message-for-swedish-foreign-minister-you-live-in-a-dream-while-we-live-in-a-nightmare/

NON CREDO CHE L'ATTEGGIAMENTO PACIFISTA DI ISRAELE, contro satanisti massonni farisei salafiti sharia, possa essere e SIA L'ATTEGGIAMENTO PIù SAGGIO, ECCO PERCHé, NON MI HANNO ANCORA CHIAMATO IN ISRAELE, PERCHé, IO AVREI GIà CARBONIZZATO CON ARMI ATOMICHE TUTTA LA LEGA ARABA PER LA GLORIA DI DIO! Message from Israel for Swedish Foreign Minister Margot Wallstrom .. Pubblicato il 29 gen 2016, Margot Wallström you are invited to come to Israel and see what our life is like here on a daily basis. We have a big convention coming up with 8000 people from around the world flying in from 40 countries - Christians, Muslims and Jews - coming together for three days of lessons, workshops, meals and cultural activiites that promote harmony and peace. This is the key to solving the problems in our world - a powerful human bonding experience that reminds us all what's really important.
https://www.youtube.com/watch?v=Jms2iv6xsYE
ONU è UN NAZISTA ASSASSINO: UN SATANISTA MASSONE! MAOMETTO SAREBBE ORGOGLIOSO DI LUI! Despite the profound anti-Semitism and anti-Israel bias at the UN, Israeli Ambassador Danny Danon says we should walk “with our chin up” and continue to tell the truth. Speaking at a World Zionist Organization conference Sunday at the Menachem Begin Heritage Center in Jerusalem, Israeli Ambassador to the United Nations Danny Danon said he feels anti-Semitism constantly. At the UN, “I live with anti-Semitism 24/7,” he said. “My family and I represent Israel at the United Nations in New York, a strong Jewish city. We cross one street to the UN building and it’s a “different world,” he said, “where BDS [anti-Israel Boycott, Divestment and Sanctions] is felt every minute of every hour.” He pointed out that the UN General Assembly passed 22 resolutions against Israel in 2015. Meanwhile, “one resolution was passed against Iran, one against North Korea, and Syria – zero resolutions, even though there are 250,000 dead there. The UN is only talking about Israel.” According to Danon, “the world wants us to hang our head, in shame, but we should walk with our chin up… “My message to you is…we have an obligation to tell the truth in the face of lies,” he stated. By: United with Israel Staff http://unitedwithisrael.org/israel-ambassador-to-the-un-i-live-with-anti-semitism-247
INSULTARE UNA RAGAZZA MADRE NEI SUOI VALORI E NEI SUOI IDEALI? questo è il livello di colpevole ipocrisia criminale, di autocondanna maligna, della sinistra italiana. quì non si tratta di essere puritani ma, di riconoscere valori fondamentali che loro le sinistre hanno profanato: in modo ideologico. FORSE PER LORO L'ABORTO è PIù NOBILE DELLA MATERNITà! MA, anche, LA MATERNITà DI UNA RAGAZZA MADRE è UN ATTO DI SANTITà, COME è sempre sacra e SANTA LA VITA DATA da DIO a tutti noi! Giorgia Meloni incinta, le ironie di Luciana Littizzetto, di Vladimir Luxuria e gli insulti del web. Auguri Giorgia per la tua maternità! E questo indica come le sinistre offendono la donna nel suo compito fondamentale che è quello di dare la vita!
====================
ecco il più alto livello criminale della NATO, che per non offendere l'islamico dittatore Erdogan, ha escluso i curdi che da lui sono stati condannati al genocidio! Siria, curdi lasciano Ginevra: nessun invito per loro ai colloqui: GERMANIA e NATO e LEGA ARABA: sono DIVENTATe PER NOI UNA MINACCIA MORTALE
===================
Merkel addebita a Russia le inadempienze di Kiev! L'Unione Europea continuerà a mantenere le sanzioni contro la Russia, ha dichiarato oggi il cancelliere tedesco Angela Merkel nel corso di una conferenza stampa congiunta con il presidente ucraino Petr Poroshenko a Berlino.
"Dal momento che gli accordi di Minsk non sono stati implementati fino in fondo, dovremo continuare a mantenere le sanzioni contro la Russia," — ha detto la Merkel.
Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/politica/20160201/2008772/Germania-Ucraina-Poroshenko-Minsk-Donbass-UE.html#ixzz3ywZ0iuZT "Parlando dell'attuazione degli accordi di Minsk, si dovrebbe prima parlare di quello che deve fare Kiev, perché se si prende il testo degli accordi di Minsk, basta leggere i punti che sono enunciati per capire gli obblighi di Kiev che purtroppo non ha ancora realizzato," — aveva affermato Peskov.
=================
DOPO IL GOLPE DELLA CIA A KIEV MAIDAN, noi abbiamo visto tutta una serie di azioni naziste di epurazioni delle opposizioni, di opposizioni democratiche e distruzione di identità russa del paese, tutto fatto in modo più violento come sono state fatte in TURCHIA! POI, abbiamo visto una costante invasione armata del Donbass, che aggredire il proprio popolo con l'esercito è contro il diritto internazionale! ORA MERKEL DICE CHE, LE SANZIONI, CONTRO LA RUSSIA, DEVONO CONTINUARE PERCHé KIEV NON è RIUSCITA A FARE IL GENOCIDIO DEL DONBASS ANCORA!
====================
LE SINISTRE HANNO CALPESTATO I PROPRI VALORI DEMOCRATICI, GARANTISTI E LIBERTARI ( ai danni di una presunta ragazza madre Giorgia MELONI ), ED HANNO PORTATO SUL PIANO DELLA VOLGARITà LA LORO AZIONE POLITICA.. Fratelli d'Italia AN. Condiviso pubblicamente  -  Ieri alle ore 22:40. “Il silenzio delle donne di sinistra sulla campagna indecente di insulti, volgarità e becerume di ogni sorta che ha colpito Giorgia Meloni è semplicemente assordante. Abbassare, e silenziare, i toni di fronte a queste violenze significa esserne complici… http://www.fratelli-italia.it/2016/02/01/meloni-rampelli-silenzio-della-sinistra-assordante/ (Page not found It seems we can not find what you are looking for. )
================
OGNI TIPO DI PERVERSIONE SESSUALE DEVE ESSERE FERMATA, BLOCCATA, NEI MEZZI DI COMUNICAZIONE, PERCHé HA UN VALORE EMULATIVO! Falso profilo su Facebook o in chat? “Peccato informatico”. Con l’avvento dei social network la Chiesa cattolica aggiorna al web 3.0 la lista dei peccati da doversi confessare. Tra questi spiccano l’uso ingannevole delle chat, il cyberstalking, la creazione di fake negli account o nelle mail, gli hackeraggi contro privacy e sicurezza, la pirateria, e naturalmente anche la frequentazione di siti porno. Quest’ultimo in Vaticano è considerato addirittura un vero e proprio reato perché si tratta di una “condotta che offende la religione e la morale cristiana”. L’ultimo a esserne imputato dal Tribunale dello Stato più piccolo del mondo, insieme ai reati ben più gravi di pedofilia e pedopornografia, è stato l’ex nunzio apostolico Jozef Wesolowski, morto mentre era in corso il suo processo penale. Anche chi naviga in internet o invia email, dunque, può commettere dei peccati. L’elenco comprende, inoltre, gli abusi di chi usa le chat line in maniera ingannevole, di chi approfitta di Facebook, Twitter, dei vari blog o di Youtube per commettere veri e propri reati di diffamazione o di cyberstalking. C’è anche il caso di chi crea account sotto falso nome o di chi invia fake mail, email anonime o con indirizzo falsificato, per avere per esempio un vantaggio economico commettendo truffe bancarie via internet. Ma tra i nuovi peccati sono da annoverare anche i numerosi casi di pirateria informatica,
======================
TUTTI I MOSTRI E LE MOSTRUOSITà DI UNA VITA SENZA LA PRESENZA DI DIO! Gran Bretagna, via libera alla modifica dell'embrione umano ttp://buff.ly/1P9EyQ3 MA, SENZA DIO OGNI COSA SMARRISCE IL SUO SIGNIFICATO, IO HO TROVATO UNA COLLEGA CHE HA SMARRITO IL SIGNIFICATO DI MATRIMINIO: GLI AMANTI ALL'INFERNO RINGRAZIANO!
=========================
LA SMETTANO I COMUNISTI, COME GLI ISLAMICI, INDUISTI, BUDDISTI, DI PERSEGUITARE I CRISTIANI! QUELLO DI PERSEGUITARE I CRISTIANI è DIVENTATA UNA MODA MONDIALE, DA QUANDO SULLA PIRAMIDE MASSONICA OCCHIO DI LUCIFERO SIEDONO SALAFITI E FARISEI ] [ Raul Castro a Parigi. Hollande, Usa cancellino l'embargo, America Latina. Prima visita ufficiale di un capo di Stato dell'isola in Francia. Parigi pronta a sfruttare le opportunità che si aprono a Cuba.. ADESSO INCOMINCERANNO A PERSEGUITARE ANCHE GLI EBREI PER COLPA DEL SOLITO USURAIO ROTHSCHILD!
===================
ECCO PERCHé HILLARY è DIVENTATA IL NEMICO ISLAMICO USURAIO, ALTO TRADIMENTO SOVRANITà MONETARIA, SPA FED NWO 666 GUFO LUCIFERO SULLA PIRAMIDE MASONICA: NIENTE DI BUONO PER ISRAELE E PER LA RUSSIA! ] [ Usa2016: Soros, 6 mln di dollari a Clinton, Nord America. Miliardario pentito di aver preferito Obama a lei nel 2008
================
UNA CAMPAGNA ELETTORALE FONDATA SU CALUNNIE? è soltanto, IL SEGNO DI DOVE IN BASSO MORALMENTE, CI HAnno PORTATO LA AMMINISTRAZIONE OBAMA, HILLARY CLINTON, e le loro "banche CENTRALI sPa", di usurai nel sistema massonico! Non credo che se vengono pagati i diritti di autore, poi, i cantantI possano giudicare E IMPEDIRE, quando le loro canzoni sono opportune, PERMESSE O CONSENTITE. IO PORTEREI IN TRIBUNALE TUTTI QUESTI CANTANTI, CHE FANNO UNA AZIONE POLITICA INAPPROPRIATA NAZISTA, IN FAVORE DEL NUOVO ORDINE MONDIALE.. Una scelta che ha scatenato il dibattito tra i fan della star su Twitter, e che l'ha spinta a chiarire come Trump non abbia mai ricevuto il via libera per utilizzare la sua musica. La cantante, inoltre, non e' l'unica ad aver negato il permesso a Trump: prima di lei erano stati Neil Young, i Rem e Steven Tyler degli Aerosmith ad affermare che il candidato repubblicano non poteva usare le loro hit.
====================
SOLTANTO UN IDIOTA, PUò PENSARE CHE LA RUSSIA ABBIA UN QUALCHE INTERESSE A VIOLARE LO SPAZIO AEREO DELLA TURCHIA NAZISTA NATO CIA I SATANISTI! VOI CON LE VOSTRE CALUNNIE DI SATANISTI MASSONI FARISEI SALAFITI? VOI VE LA STATE SOLTANDO ANDANDO A CERCARE! Ankara a Mosca, non violi spazio aereo, ministro Esteri, in caso contrario ci saranno 'conseguenze' NON TROVERETE PIù UNA RUSSIA INGENUA E IMPREPARATA, ADESSO? DOVETE MORIRE!
==================
Questi ISLAMICI maledetti SHARIA USA SpA ONU culto il GUFO JaBullOn, di tutte le razze maledette dal loro lussurioso profeta esoterico, hanno spostato il concetto di orrore oltre ogni limite QUESTI DELLA NATO HANNO RESO UNA INEVITABILE CONSEGUENZA LA GUERRA MONDIALE. SOLTANTO PERCHé NEI LORO CALCOLI? LA RUSSIA PUò ESSERE SCONFITTA, PER FARE DIVENTARE IL MONDO INTERO UN SOLO SATANA DI SPA FED NWO! ECCO PERCHé ERDOGAN E SALAN HANNO GIà DETTO "SI! NOI VOGLIAMO IL MICRO CHIP NEL NOSTRO SODOMA GENDER! ANCHE NOI LO VOGLIAMO!". Siria: le voci da Madaya, tra fame e disperazione: 'Siamo stanchi, sembriamo scheletri coperti solo dalla pelle'
=====================
MA, senza la presenza dei CURDI? questa iniziativa non potrebbe mai essere una iniziativa legale! e che legalità, ci potrebbe comunque essere nella sharia di ERDOGAN e della sua galassia jihadista che nega ogni diritto umano? Questi sono destinati a bruciare nel fuoco dell'inferno in eterno! MI DISPIACE VEDERE LA RELIGIONE ISLAMICA DISTRUTTA! ma, QUESTO DELITTO CONTRO IL REGNO DI DIO è TUTTA COLPA DI SALMAN! BEIRUT, 1 FEB - E' iniziata l'attesa riunione a Ginevra tra il mediatore Onu per la Siria Staffan De Mistura e la delegazione delle opposizioni. Lo riferisce la tv panaraba al Jazira, precisando che le parti si erano già incontrate informalmente ieri ma non nella sede ufficiale degli incontri.
====================
SOLTANTO BULLISMO E ASSURDITà CONTRATTUALI ( IN REGIME DI SANZIONI SENZA FONDAMENTO DIRITTO INTERNAZIONALE ) SONO DIVENTATE LA LOGICA DI UNA UNIONE EUROPEA DI MASSONI SUCCUBI DELLA CIA! con i più infamanti regimi nazisti pravy sector e islamici, USA ONU NATO hanno dichiarato al mondo la propria infamia! 01 Febbraio 2016 / Economia / Ucraina presenta esposto alla Commissione Europea contro “Nord Stream-2”: http://it.sputniknews.com/#ixzz3yyh4RQP0
LA NATO DEVE ESSERE AGGREDITA: è INEVITABILE: tutte le Nazioni che appartengono alla NATO, agiscano ora, o tacciano per sempre all'inferno! NON SI PUò AFFERMARE CHE UN AEREO russo abbia VIOLATO LO SPAZIO AEREO TURCO, E POI, VIENE ABBATTUTO A 5 KM IN TERRITORIO SIRIANO! E NON è SCRITTO DA NESSUNA PARTE CHE SI POSSONO ABBATTERE AEREI CHE SONO IN MISSIONI CONTRO TERRORISTI ISLAMICI, PERCHé RUSSI HANNO UN MOTIVO VALIDO ANCHE PER SFIORARE e anche attraversare IL CONFINE TURCO: che è frastagliato, e che si incunea reciprocamente con stretti corridoi, MA, QUESTA è LA VERITà CIA NATO E TURCHIA DIFENDONO I TERRORISTI TAGLIAGOLE E NAZISTI ISLAMICI DI OGNI RISMA (i loro inutili bombardamenti li hanno fatti prosperare!) Lo scorso novembre un bombardiere russo Su-24 è stato abbattuto da un F-16 turco nello spazio aereo siriano. Il presidente russo Vladimir Putin ha definito l'episodio "una pugnalata alle spalle dei complici dei terroristi."
Lo Stato Maggiore russo ha sostenuto che il bombardiere non è entrato nel territorio turco, come confermato dai dati della difesa aerea siriana. Ankara sostiene che l'aereo russo sia entrato nel suo spazio aereo  http://it.sputniknews.com/mondo/20160201/2009304/Russia-MarNero-geopolitica-difesa.html#ixzz3yykVEhqX
Ucraina del dopo golpe: Merkel CIA è diventato un delitto totale! QUALE DIFESA DI SE STESSA PUò MILLANTARE LA TURCHIA? CHI LA VUOLE AGGREDIRE? VOI SIETE DEI PAZZI CIRCA LA LOGICA RAZIONALE! è SUFFICIENTE UNO SCONFINAMENTO, IN LINEA TANGENZIALE, PER DIRE CHE QUALCUNO MI STA MINACCIANDO DIRETTAMENTE? IL VOSTRO è SOLTANTO BULLISMO CRIMINALE IN TOTALE CATTIVA FEDE: LA VOSTRA LOGICA PUò ESSERE SOLTANTO QUELLA DELL'ISIS! Il ministro ucraino ha inoltre solidarizzato con Ankara sulla questione del bombardiere russo Su-24 abbattuto. Ha affermato con sicurezza che "molte volte i velivoli russi hanno violato lo spazio aereo turco" e la Turchia "aveva il diritto di difendersi." http://it.sputniknews.com/mondo/20160201/2009304/Russia-MarNero-geopolitica-difesa.html#ixzz3yymSZ1TP
COSA? COME CONTENERE LA RUSSIA? QUESTE SONO MENZOGNE CONTRO OGNI EVIDENZA, è la NATO che si è spostata ad EST contro ogni accordo precedente! NEL DONBASS E CRIMEA: I POPOLI HANNO VOTATO, PRESI DAL TERRORE DI UN GOLPE della CIA e angosciati da SUE CONSEGUENTI AZIONI DI GENOCIDIO ED EPURAZIONE DI OPPOSIZIONI (anche la lingua russa avevano inizialmente abrogato)! LA UE NON PUò BARATTARE LA VERITà, ed i valori della democrazia, PER NON OFFENDERE LE POLITICHE IMPERIALISTE DELLA NATO! Ucraina può accordarsi con la Turchia sulla cooperazione militare. 01.02.2016 La cooperazione tra l'Ucraina e la Turchia "è la pietra angolare della sicurezza nel Mar Nero", ha affermato il ministro degli Esteri ucraino Pavlo Klimkin. Secondo lui, questa partnership è necessaria per "contenere la Russia." http://it.sputniknews.com/mondo/20160201/2009304/Russia-MarNero-geopolitica-difesa.html#ixzz3yyo80Jpv
Fondi speculativi USA lanciano nuova guerra valutaria contro lo yuan [ COSA C'è DI CRIMINALE NEL SISTEMA MONETARIO MONDIALE? 1. I PRODOTTI DERIVATI DEVONO ESSERE CRIMINALIZZATI IN TUTTO IL MONDO! 2. "IL VALORE DELLA MONETA DEVE ESSERE DI SPETTANZA DEL FONDO MONETARIO, di proprietà dei Governi Nazionali, E NON DI SPECULAZIONI: PERCHé LA MONETA NON è MERCE, MA è UN VALORE Politico SPIRITUALE INDOTTO: indispensabile per la sopravvivenza dei popoli, cioè, se i popoli stessi non sono diventati merce!" lo ha detto lo scienziato Giacinto Auriti [  Analizzando il sistema bancario cinese, gli analisti di "Hayman Capital" hanno concluso che il volume dei prestiti scaduti, che si attesta ora al 2%, inizierà a crescere rapidamente, pertanto il governo cinese avrà bisogno di spendere migliaia di miliardi di dollari per ricapitalizzare le banche, provocando così l'indebolimento della valuta. Il giornale osserva che uno scenario simile si è realizzato nel corso della crisi dei mutui americani, quando il dollaro ha cominciato a deprezzarsi dopo che la Fed ha iniziato il salvataggio delle banche statunitensi: http://it.sputniknews.com/economia/20160201/2005037/Soros-HedgeFund-Cina-Finanza-Forex-dollaro.html#ixzz3yyrUsKDH
gli incubi di Hitler Erdogan sono alla sbarra! ] [ I piani di Erdogan per risolvere facilmente la questione dei curdi attraverso il genocidio, (che rappresentano la principale minaccia al suo potere politico interno nazista), sono crollati. Una volta che, i curdi siriani, poiché costretti dalla disperazione, si uniranno con i curdi turchi, la lotta contro il PKK, avviata per il suo tornaconto politico, prenderà una svolta pericolosa, in quanto la guerra civile nel sud-est dell'Anatolia, formalmente dichiarata con l'operazione anti-terrorismo, viene percepito da molti curdi, e dalla comunità internazionale, come un'azione di pulizia etnica. Il presidente turco ha creato troppi problemi uno dietro l'altro: aggravando le contraddizioni con la Russia e alimentando il conflitto nel suo Paese, è diventato vulnerabile, sia internazionalmente che in politica interna. Non si è reso conto che Mosca potrebbe stringere un'alleanza con i curdi, che hanno mostrato una notevole forza nella regione in grado di opporsi al Daesh, e quindi realizzare il peggior scenario per la carriera politica di Erdogan: http://it.sputniknews.com/mondo/20160201/2008563/Russia-Curdi-Turchia-Geopolitica.html#ixzz3yyu4BNGg
gli incubi di SALMAN Hitler Erdogan sono alla sbarra sharia: genocidio a tutti! ] è stato scoperchiato il tappo della fogna! [ 01.02.2016) e non c'è nessuno che, sia sano di mente, che possa sognare un suo impero, sultanato puttanato califfato saudita, utilizzando la complicità dei satanisti USA! se, uno qualsiasi dei Paesi Europei, come l'ITALIA minaccia di uscire dalla NATO? la LEGA ARABA è fottuta, perché la NATO perderebbe 60 basi militari strategiche! [ L'intervento di Putin in Siria ha mandato in frantumi i piani in Medio Oriente del presidente Erdogan, ed ora le sue più mostruose paure di politica interna potrebbero realizzarsi, ritiene il giornalista di “Deutschlandfunk”. Mentre il presidente turco sta intraprendendo futili tentativi per riguadagnare l'influenza nella regione, la situazione nel suo Paese è giunta al limite. Sembra che due dei suoi principali problemi, le divergenze con la Russia e la lotta con i curdi, possano trasformarsi in quello che potrebbe rivelarsi il peggior incubo di Erdogan, afferma il giornalista Reinhardt Baumgarten della radio tedesca "Deutschlandfunk". L'operazione russa in Siria ha cambiato radicalmente l'equilibrio delle forze nella regione ed ha mischiato le carte di Erdogan. Improvvisamente è diventato chiaro che la creazione di una no-fly zone sulla Siria settentrionale è assolutamente infattibile e il sogno di Ankara di una zona di sicurezza di 120 chilometri al confine turco-siriano non si è avverato. Inoltre il presidente della Turchia ha dovuto riconoscere il fatto che, sostenendo i ribelli siriani, è stato costretto a fare i conti con la posizione delle forze russe, rileva Baumgarten. http://it.sputniknews.com/mondo/20160201/2008563/Russia-Curdi-Turchia-Geopolitica.html#ixzz3yyvals9M
non c'è nessuno che può fermare il tuo sogno d'amore! se hai Dio hai tutto, se non hai Dio non hai niente! ] perché, soltanto Dio è il significato di tutte le cose, quindi senza Dio tu hai perso il tuo significato! [ ecco perché, noi abbiamo persone prive di tutto (salute, denaro, libertà, ecc.. sono torturate dagli islamici e sono interrate nei gulak della CorEa del Nord) che sono felici, e abbiamo persone che hanno tutto quello che il mondo può invidiare, e che, loro sono infelici al punto tale da drogarsi e da commettere il suicidio di eutanasia, loro parlaro di liberazione dal dolore, ed invece stanno negando la redenzione dal peccato estrema occasione di misericordia di Dio per loro... MA HANNO SCELTO DI SCENDERE ALL'INFERNO!

Ucraina: presto Consiglio Nato-Russia. Lo ha annunciato segretario generale alleanza, Rasmussen. 02 marzo, #BRUXELLES, [ smettetela con questa, vergognosa pagliacciata, quella che è stata aggredita è la Russia! voi avete insediato a Kiev, un governo fantoccio senza nessuna base elettiva, dopo avere ottenuto il vostro clpo di Satato, voi della NATO siete delle persone pericolose, infatti sostenete jiahdisti in Siria, e sempre voi, trasformate in dhimmi i critiani, che, voi fate morire sotto egida ONU, in tutta la LEGA ARABA! ] Un consiglio straordinario Nato-Russia sarà convocato al più presto sull'emerga Ucraina. "Molti Stati membri lo hanno chiesto" e l'incontro può essere convocato anche a richiesta di uno solo dei 28 Paesi dell' Alleanza. Lo ha detto stasera il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, precisando peraltro che "nessuno al momento" ha invocato l'articolo 4 che implica l'attivazione dell'Alleanza militare.

1_2. tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. tu uccidi i dhimmi, loro non sono di nessuno, forse di Putin. l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano]. 13 novembre 2012. I nuovi martiri. (di Giulio Meotti su Il Foglio del 12-11-2012) “Immaginate la furia indescrivibile che scoppierebbe nel mondo islamico se un governo cristiano a Khartoum fosse responsabile della morte di centinaia di migliaia di musulmani negli ultimi trent’anni. O se terroristi cristiani lanciassero delle bombe sulle moschee in Iraq. O se ragazze musulmane in Indonesia venissero rapite e decapitate sulla strada per andare a scuola, a causa della loro fede. Questi orrori sono impensabili, ovviamente. Ma sono capitati al contrario, con i cristiani vittime dell’aggressione islamista”.
Una denuncia che non ti aspetteresti da chi ha ricevuto “il massimo onore al quale si possa aspirare nel campo della critica letteraria”, come Thomas Stearns Eliot aveva definito il fatto di figurare fra i collaboratori del Times Literary Supplement, la rivista inglese in cui sono apparsi via via autori del calibro di Henry James, Edmund White, Aldous Huxley e George Orwell. Eppure Rupert Shortt fa parte di questa piccola cupola di eccelsi, in quanto figura fra i managing editor della celebre rivista.
Della “Christianophobia” parla il nuovo libro di Shortt uscito per Random House. Si tratta di un viaggio globale dentro alla persecuzione dei cristiani, “una fede sotto attacco”. Un saggio in dieci capitoli che ci porta fra i cristiani del Maghreb, dell’Africa subsahariana e del medio oriente, dove sono perseguitati, muoiono o scompaiono in una lenta emorragia. Vittime appunto della “cristianofobia”.
Shortt è andato a Jos, in Nigeria, gigantesco patchwork di religioni che ha preso fuoco da un anno; a Karachi, nel profondo Pakistan; fra le chiese protestanti della “moderata” Indonesia, ma anche nell’Orissa indiano e in Cina, dove la repressione contro il cristianesimo, da feroce che era, negli anni si è fatta più dissimulata (ogni tanto il regime decide che la legge ateistica è ancora in vigore e qualcuno ci rimette la vita, a cominciare dagli anziani sacerdoti, che a decine periscono e languono nelle prigioni di stato). E poi ancora in Egitto, dove i copti subiscono discriminazioni, minacce e aggressioni collettive e da quando è scoppiata la “primavera araba” sono scesi in trincea; in Siria, dove nella città di Rable, culla del cristianesimo paolino, terroristi hanno appena distrutto il santuario del profeta Elia; in Algeria, dove i cristiani sono costretti a subire discriminazioni continue. La situazione più drammatica è quella dell’Iraq, dove i cristiani sono vittime di estorsioni, rapimenti, torture e omicidi. Le chiese sono incendiate; molti sacerdoti, persino il vescovo caldeo di Mossul, monsignor Paulos Faraj Rahho, sono stati assassinati. Il medio oriente convive con la distruzione di popoli a partire dall’VIII secolo, ha spiegato l’armeno Herman Vahramian, scomparso nel 2009. La rassegnazione allo sterminio di massa è palpabile nella regione con un immaginario collettivo segnato dalle fila di crani umani innalzate dal feroce Tamerlano sul suo impero: “Col soccorso della memoria storica il modus vivendi dei variegati popoli mediorientali di oggi è diventato l’attesa di essere in qualche modo vittima di genocidio”. Eppure il libro di Shortt, che non grida allo “scontro di civiltà” ma spezza la sindrome del silenzio su queste masse di assassinati ed esiliati, si apre su uno scenario ancora tutto da decifrare: un medio oriente senza cristiani. “C’è il rischio altissimo che le chiese scompaiano dalle terre bibliche”, scrive Shortt. I numeri sono impressionanti, un verdetto. I cristiani erano il 95 per cento della popolazione mediorientale nel Settimo secolo, il venti per cento nel 1945, il sei per cento oggi e si prevede che nel 2020 si dimezzeranno ancora. “Ci saranno ancora dei cristiani in medio oriente nel Terzo millennio?”, si chiedeva il diplomatico francese Jean-Pierre Valognes nel libro “Vie et mort des chrétiens d’Orient”, pubblicato nel 1994. No, secondo Shortt. Dalla Seconda guerra mondiale a oggi, dieci milioni di cristiani hanno preso la via dell’esilio dal mondo arabo-islamico. “La cristianità in Iraq può essere sradicata durante questa generazione”, ha detto di recente Leonard Leo, a capo della commissione statunitense sulla libertà religiosa. Novecentomila cristiani hanno già lasciato l’Iraq dal 2003, stando a uno studio del Minority Rights Group International. Benjamin Sleiman, arcivescovo di Baghdad, ha predetto “l’estinzione della cristianità dal medio oriente”. E pensare che la tradizione vuole che sia stato l’apostolo Tommaso a portare il cristianesimo in Iraq durante uno dei suoi viaggi verso la Persia nel I secolo.
La tanto decantata eterogeneità mediorientale si sta riducendo alla monotonia di una sola religione, l’islam, e a una manciata di idiomi e sparute comunità cristiane. Un rapporto del dipartimento di stato americano conferma l’analisi di Shortt. In Turchia da due milioni di cristiani si è passati agli attuali 85 mila, lo 0, 2 per cento della popolazione. In Libano, il paese arabo dove i cristiani maroniti per decenni hanno avuto il comando della nazione, si è passati dal 55 per cento della popolazione al trenta. In Egitto la popolazione cristiana si è sempre attestata sul venti per cento del totale: oggi è scesa sotto il dieci. Erano il diciotto per cento in Giordania, ma oggi sono il due per cento. In Siria le comunità cristiane rappresentavano un quarto della popolazione ma oggi sono scese al cinque per cento, cifre che si stanno sempre più dimezzando a causa della guerra civile in corso (il patriarca russo Kirill I ha appena evocato niente meno che la Rivoluzione bolscevica del 1917, con le sue sterminate “carcasse di chiese”, per spiegare il futuro del patriarcato di Antiochia).
In Iran è in corso “la fase più oscurantista dei rapporti fra cristianesimo e Rivoluzione islamica”, da quando nel 1979 l’ayatollah Khomeini chiese la chiusura delle scuole cattoliche e concesse a tutti i sacerdoti un mese di tempo per lasciare il paese. Considerati “amici dello scià” e “classe sociale d’élite”, i cristiani sono stati arrestati a centinaia e gettati in carcere. Cristiani, cioè “impuri” perché non musulmani, a proposito dei quali Khomeini (il cui volto campeggia sul frontespizio del Ketob-e Ta’limate Dini, il manuale di religione usato dalle minoranze), metteva in guardia gli iraniani con suggerimenti del tipo “non toccate i loro oggetti” e “non mangiate con loro”.
Secondo l’organizzazione non profit americana Open Doors, che ogni anno stila una preziosa World Watch List, il secondo paese classificato come più pericoloso per i cristiani dopo la Corea del nord è proprio l’Iran. Tanti i pastori assassinati, di cui Shortt rende conto. Il primo fu nel 1979 Arastoo Sayyah, un anglicano a cui fu tagliata la gola. Nel 1980 fu la volta di Bahram Deghani-Tafti, a cui spararono. Hossein Soodman venne ucciso nel 1990, Mehdi Dibaj nel 1994, il pastore Haik Hovsepian venne ucciso e sepolto in una fossa comune con un musulmano convertito al cristianesimo e Mohammad Bagheri Yousefi fu trovato impiccato a un albero nel 1996. Da allora numerosi cristiani sono stati arrestati e condannati a morte per attività legate al proselitismo, ma mai giustiziati. Molte chiese oggi sono state chiuse, decine di giovani iraniani, gran parte convertiti dall’islam, sono stati imprigionati e torturati, così come molti pastori sono finiti sotto stretta sorveglianza.


2_2. tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. tu uccidi i dhimmi, loro non sono di nessuno, forse di Putin. l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano]. 13 novembre 2012. I nuovi martiri. (di Giulio Meotti su Il Foglio del 12-11-2012)
Corea del nord e Laos sono tirannie comuniste e ateistiche in cui l’anticristianesimo è dogma di stato. A Pyongyang, da quando si è instaurato il regime nel 1953, sono scomparsi 300 mila cristiani e adesso si stima che vi siano 70 mila cristiani che soffrono nei terribili campi-prigione a causa della loro fede. L’Afghanistan è al secondo posto essendo un paese dove non esistono ufficialmente chiese (soltanto cappelle private dentro alle ambasciate). Segue l’Arabia Saudita, custode della Mecca e di Medina, che vieta ufficialmente ogni culto non islamico e di cristiani si parla ufficialmente soltanto nelle ambasciate.
“Si tratta di un genocidio in corso che meriterebbe un allarme globale”, aveva scritto di recente sulla copertina di Newsweek Ayaan Hirsi Ali. Negli ultimi dieci anni la guerra di religione ha fatto duemila morti soltanto nello stato nigeriano del Plateau, tredicimila in tutta la Nigeria. “Cifre ottimistiche”, dicono le organizzazioni umanitarie che parlano di eccidi ben peggiori. L’obiettivo delle stragi è cambiare la geografia religiosa del continente africano. Dal 2001 nello stato di Kano sono morte più di 10 mila persone, quasi tutte cristiane. Trecento chiese e proprietà sono andate distrutte. Gli sfollati non si contano. Dal 2009 a ora almeno cinquanta chiese sono state distrutte e dieci pastori sono stati uccisi dalla Boko Haram.
In Pakistan Asia Bibi, in carcere da due anni con una condanna a morte, è il simbolo più noto della guerra ai cristiani, strangolati nel grande paese asiatico di retaggio britannico sotto il tallone della legge sulla blasfemia. Molti cadono crivellati dai proiettili dei terroristi, come l’unico ministro cristiano, Shahbaz Bhatti (“questa è la fine del bestemmiatore”, recita il volantino rinvenuto sul suo corpo). Un assassinio, racconta Shortt, preceduto da quello del governatore del Punjab, il musulmano liberale Salmaan Taseer, ucciso da una delle sue guardie del corpo per essersi espresso anche lui contro la legge sulla blasfemia.
La cronaca nera di questa strage è lunghissima. Il 18 novembre 1998 nove cattolici vengono sgozzati a Noushera. Nel novembre 2001 quindici fedeli uccisi nella chiesa di San Domenico a Bahawalpur. L’immagine di quei corpi avvolti in sudari bianchi fece il giro del mondo. Il 9 agosto 2002, tre infermiere sono massacrate nella chiesa dell’ospedale cristiano di Islamabad. Il 25 settembre 2002, sette dipendenti di una organizzazione di carità di Karachi sono rapiti, legati, imbavagliati e uccisi con un colpo di pistola alla nuca. Nella notte di Natale del 2002, tre ragazze sono maciullate all’interno della chiesa protestante di Chuyyanwali e il 5 luglio 2003 un sacerdote cattolico viene assassinato nella parrocchia di Okara. Fra le molte persone uccise a causa di questa legge c’è un altro Bhatti, il giudice islamico Arif Iqbal Bhatti, che avendo prosciolto due cristiani falsamente accusati di blasfemia venne assassinato da fanatici islamici nel 1996. I due cristiani vennero bruciati vivi davanti all’Alta corte di Lahore dove affrontavano il processo per blasfemia. Naimat Ahmer, insegnante, poeta e scrittore, è stato ucciso sempre con l’accusa di blasfemia.
Nel Sudan la cristianofobia assume forme molto diverse. Da decenni il governo autoritario dei musulmani sunniti nel nord tormenta le minoranze cristiane e animiste che vivono nel sud. Quella che è spesso stata definita una “guerra civile” altro non era in realtà che il tentativo del governo sudanese di annientare le minoranze religiose. La persecuzione è culminata nel genocidio del Darfur, che ha avuto inizio nel 2003. Nel Kordofan meridionale, i cristiani subiscono tuttora bombardamenti aerei, omicidi mirati, il rapimento dei loro bambini e altre atrocità.
Da essere il venti per cento nei Territori palestinesi, con epicentri Betlemme e Qalkilya, oggi i cristiani sono appena lo 0, 8 per cento del totale. Con l’avvento dell’Autorità nazionale palestinese nel 1994 si è registrata la fuga di tre quarti dei cristiani. “Le sempre più piccole comunità cristiane che vivono nei territori di Cisgiordania e Gaza sono probabilmente destinate a dileguarsi del tutto nei prossimi quindici anni a causa di crescenti angherie e sopraffazioni da parte musulmana”, ha scritto Justus Reid Weiner, avvocato specializzato in diritti umani al Jerusalem Center for Public Affairs.
I cristiani stanno scomparendo vittime di matrimoni forzati, conversioni, percosse, furti di terreni, bombe incendiarie, boicottaggio commerciale, torture, rapimenti, molestie ed estorsioni. L’ultima vittima è stata la chiesa Battista di Betlemme, che l’Autorità palestinese ha appena dichiarato “illegittima”, dal momento che il suo messaggio di riconciliazione che viene dagli Stati Uniti sfida la propaganda d’odio.
In Turchia la persecuzione anticristiana, che c’è sempre stata, ha assunto oggi il volto di una sistematica intolleranza, con la mancanza di seminari, il divieto per gli stranieri di diventare sacerdoti e la discriminazione spicciola che rende difficile trovare un lavoro, una casa, ottenere un documento. Come ha spiegato Joseph Alichoran, uno dei maggiori specialisti di storia dei cristiani d’oriente, “la maggior parte dei cristiani di Turchia ha subito un genocidio tra il 1896 e il 1923, e tra quelli che non sono morti la maggioranza ha scelto l’esilio piuttosto che restare in un paese negazionista”. I cristiani turchi sono dei “sopravvissuti”. Ne è un simbolo la borgata di Idil, un tempo completamente cristiana, oggi ridotta a una città fantasma.
L’esilio, l’alienazione e l’estraneità di questi cristiani d’oriente, pegno della più antica memoria cristiana del mondo, è rappresentato dal funerale dei tre cristiani assassinati a Malatya, in Turchia, un tedesco e due turchi, legati, incaprettati e sgozzati dagli islamisti nel 2007 soltanto perché stampavano delle Bibbie. Il funerale si è svolto nella chiesa Battista di Buca, nell’indifferenza totale della popolazione. I musulmani presenti erano solo i giornalisti e i delegati del sindaco. Dopo due ore di rito, i feretri sono stati trasportati al cimitero di Karalabas, inumati fra canti e sermoni all’ombra di due cipressi. Al posto della lapide un grande cuore rosso di metallo con sopra dipinte le parole “Yamasak Mesihtir Ölmekse Kazanç”, tratte da san Paolo: “Per me vivere è Cristo, e morire un guadagno”. Triste epitaffio alle ultime comunità che parlano la lingua di Gesù.


tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. tu uccidi i dhimmi, loro non sono di nessuno, forse di Putin. l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano]. 06 novembre 2012. Patriarca copto ortodosso egiziano: no a una costituzione ispirata alla sharia. Il Cairo (AsiaNews) – Il nuovo patriarca della Chiesa copta ortodossa, Amba Tawadraus II, difende il ruolo dei cristiani e di tutte le minoranze nella futura Costituzione egiziana, ostaggio dopo degli islamisti dopo le elezioni vinte dai Fratelli Musulmani. Nel suo primo comunicato diffuso ieri sera su tutti i media del Paese il prelato sottolinea che la Chiesa si opporrà a qualsiasi iniziativa della Costituente per introdurre la legge islamica nel Paese. “Se il testo della costituzione sarà scritto solo da una parte della società – spiega – il Paese farà un enorme passo indietro”. “Ciò che più caratterizza il nostro Paese – dichiara – è la presenza di cristiani e musulmani insieme in una stessa nazione. La diversità è la nostra più grande ricchezza”. Eletto lo scorso 4 novembre, Amba Tawadraus II è stato vescovo della diocesi di Behayra (Rosetta, Delta del Nilo) ed ha studiato nel monastero di Amba Bishoy. Ex farmacista, il nuovo patriarca si è impegnato in passato nella riunificazione di tutte le chiese e, in particolare, dei copti della diaspora dispersi nel mondo. In questi giorni varie personalità internazionali ed egiziane, fra cui il papa Benedetto XVI e il presidente egiziano Morsi hanno spedito messaggi di congratulazioni al nuovo capo della Chiesa copta ortodossa. Oggi, Amba Tawardraus riceverà in visita una delegazione della nunziatura apostolica in Egitto.
P. Rafic Greiche, portavoce della Chiesa cattolica egiziana spiega che il sostituto di Shenouda III è “una grande figura che conosce molto bene la situazione e i problemi della Chiesa copta ortodossa e della società egiziana”. “Egli – continua – ha solo 60 anni e ciò dà speranza alla popolazione cristiana per un mandato di lungo periodo”. Il sacerdote sottolinea che tutti i media del Paese hanno seguito passo dopo passo le varie fasi dell’elezione del patriarca, segno che dell’importanza dei cristiani in una terra a maggioranza musulmana. P. Greiche fa notare che nel mondo islamico si sono verificate due differenti reazioni alla nomina di Tawadraus II. I leader dei Fratelli musulmani, fra tutti il presidente Morsi, hanno espresso commenti positivi e di futura collaborazione con il capo della Chiesa copta per la costruzione del Paese. “Tale posizione – sottolinea p. Greiche – fa ben sperare per i futuri rapporti con la maggioranza politica del Paese”. I salifiti invece hanno ignorato l’evento, rifiutando di congratularsi con i cristiani e sottolineando il primato della religione musulmana nel Paese.
“Questa mattina – racconta il portavoce della Chiesa cattolica – gli estremisti islamici si sono radunati davanti alle sede della diocesi di Shobra el-Khema (Il Cairo), bloccando l’entrata e lanciando slogan contro i cristiani, il patriarca e il presidente. Essi hanno appeso ai muri del quartiere una serie di cartelli che rinominavano il quartiere abitato dai copti “la nuova moschea di Mohammed Morsi”. (S.C.)



tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. tu uccidi i dhimmi, loro non sono di nessuno, forse di Putin. l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano]. 24 ottobre 2012 - 08:07. Gli sciiti a un bivio. (di Carlo Manetti) L’insurrezione dell’integralismo sunnita in Siria non è che l’ultimo episodio, in ordine di tempo, dello scontro che, fin dalla morte di Maometto (632) ha contrapposto la maggioranza sunnita dell’Umma, vale a dire l’insieme di tutti i musulmani, nell’Islam elevato a livello dell’unica nazione ammessa tra i credenti, alla minoranza sciita. Il termine sciita deriva da “shīat Alī” (fazione di Alī). Nel Corano shīat viene usato come fazione, gruppo di partigiani/sostenitori, sia in senso elogiativo che in senso dispregiativo.
Il punto dottrinale di maggiore differenziazione rispetto ai sunniti riguarda il depositario della corretta interpretazione dell’Islam: questi ultimi lo riconoscono nell’Umma collettivamente intesa, mentre i seguaci di Alī nei discendenti della famiglia del Profeta, vale a dire nello stesso Alī, che ha sposato Fatima, l’unica figlia di Maometto a sopravvivere ed a generare, e nei suoi discendenti.
Questa contrapposizione ha immediatamente avuto riflessi politici e militari, che hanno condotto gli sciiti alla disfatta sul campo di battaglia ed alla conseguente persecuzione. Questo fatto ha contribuito a creare nella cultura sciita una mentalità da minoranza e la totale sfiducia nel potere politico, visto come malvagio di per se stesso ed a cui è doveroso, oltre che utile piegarsi, almeno fin quando non comanda cose contrarie alla fede. Questa congerie culturale ha prodotto l’aspetto etico più caratteristico dello Sciismo e, per contaminazione di tutto l’Islam, vale a dire la taqîya.
Questo istituto consiste nel diritto, quando non nel dovere espresso e codificato, di mentire a riguardo della propria fede, giungendo fino a negarla e/o distorcerla, quando questo sia utile ad evitare al credente un pericolo grave e reale. È da ciò che deriva la elevazione a valore morale e positivo della menzogna, la peculiarità forse più appariscente di tutta l’etica islamica. Altra conseguenza politica rilevante è, a differenza di ciò che avviene nel Sunnismo, una forte distinzione tra il potere politico e quello religioso. È quello che va sotto il nome di teoria quietista, di cui si fa interprete, ancora oggi la massima autorità sciita a livello mondiale, vale a dire l’ayatollah Alī al-Husaynī al-Sīstānī. Il quietismo trova il suo fondamento dottrinale nella teoria dell’imam nascosto, vale a dire il principio secondo cui l’ultimo imam non sarebbe morto, ma sarebbe stato nascosto alla vista degli uomini, fino al suo ritorno come Mahdi, alla fine dei tempi. Nel periodo compreso tra il nascondimento dell’ultimo imam e il ritorno del Mahdi, nessun potere politico è legittimo, nessuno è giusto. Nemmeno l’ascesa al potere in Persia della dinastia safavide e l’imposizione dello sciismo come religione di Stato, ad opera dello Scià Abbas I (1557-1629) ha mutato questo principio.
Fu solo l’ayatollah Ruhollāh Mustafā Mosavi Khomeyni (1902-1989) ad abbandonare tale linea con il suo velayat-e fakih (governo del giurisperito). Sotto l’influsso sunnita egli affermava la necessità di un governo interamente islamico, che, imponendo la vera volontà di Allah permettesse al buon musulmano di vivere come tale. Perché un governo possa essere veramente islamico occorre, sempre secondo il fondatore della Repubblica islamica iraniana, che non solo il detentore del potere politico sia un fedele discepolo dello sciismo, ma che i giurisperiti, vale a dire i conoscitori della vera interpretazione del Corano, controllino non solo la legislazione, ma anche ogni atto amministrativo dello Stato. Il mondo sciita si trova così oggi diviso tra un’interpretazione rivoluzionaria e, per certi versi, eversiva del suo rapporto con la politica, incarnata, però, da quella Persia che ne fu culla e ne è, a tutti gli effetti, guida politica e spirituale, ed il tradizionale quietismo propugnato da più della metà dei suoi fedeli e, soprattutto, sostenuto dalla sua suprema autorità religiosa. (Carlo Manetti)



tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. tu uccidi i dhimmi, loro non sono di nessuno, forse di Putin. l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano]. 23 ottobre 2012 - 08:50. Ma il difficile è convertire i musulmani. (su www.chiesa) Nelle prime due settimane del sinodo sull’evangelizzazione, sette vescovi hanno rotto il silenzio su un argomento tabù: quello delle conversioni dall’islam al cristianesimo. Ecco che cosa hanno detto CITTÀ DEL VATICANO, 20 ottobre 2012 – Forse non tutti se l’aspettavano, ma è stata la questione islamica una delle più toccate nelle riflessioni che hanno occupato le prime due settimane del sinodo sulla nuova evangelizzazione.
Ha fatto molto rumore il filmato che il cardinale ghanese Peter Turkson, presidente del pontificio consiglio della giustizia e della pace, ha mostrato ai padri sinodali durante l’assemblea generale di sabato 13 ottobre. Un filmato pescato su YouTube che denunciava in modo rozzo, e con dati non verificati, l’avanzata demografica dell’islam anche a spese della cristianità. Il porporato ha successivamente chiesto scusa.
Ha fatto ugualmente rumore l’annuncio della visita in Siria, voluta da Benedetto XVI, di una missione sinodale guidata dal cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone. Della visita non si conoscono per ora le date e l’agenda: “Il Santo Padre ha disposto…”
È passato invece in sordina quanto detto da più prelati in riferimento a un tema che è solitamente tabù nel discorso pubblico della Chiesa cattolica. Quello delle conversioni dall’islam al cristianesimo. Il tema è stato affrontato da una mezza dozzina di prelati di altrettanti paesi, che hanno offerto informazioni ed analisi per certi versi inedite.
Il primo a parlare della questione è stato il vescovo assunzionista Louis Pelâtre, vicario apostolico di Istanbul in Turchia. “In alcune circostanze – ha spiegato il presule originario della Francia – diventa possibile anche l’annuncio di Gesù Cristo. Insieme ad altre pubblicazioni, il Catechismo della Chiesa Cattolica è stato tradotto in turco. I giovani entrano in contatto con la fede cristiana attraverso internet. Anche se siamo praticamente privi di accesso alle radio e alle televisioni pubbliche, possiamo ricorrere alle reti private, molto più utilizzate dai protestanti evangelici che dai cattolici. Da qui la necessità di operai ben preparati e qualificati per la messe che ci attende. A questo apostolato specifico non possiamo rispondere con la buona volontà e con l’improvvisazione”. Da parte sua il gesuita Paul Desfarges, vescovo di Constantine e dell’antica Ippona di sant’Agostino, in Algeria, anche lui di origini francesi, ha fatto notare che il dialogo islamo-cristiano è messo oggi sì a dura prova “a causa delle correnti fondamentaliste”, ma “anche a causa di una nuova situazione, che seppure gioiosa, provoca sofferenza nelle persone”. “In alcuni dei nostri paesi – ha spiegato – abbiamo la grazia di accogliere fedeli che provengono da famiglie musulmane. In generale, essi erano tormentati interiormente già da tempo. Questi nuovi discepoli sono talvolta rifiutati dalle loro famiglie o comunque obbligati a mantenere una grandissima discrezione. Con il tempo, scoprono tuttavia che la loro storia spirituale con Dio è iniziata molto prima della conversione e che lo Spirito li ha guidati attraverso questa o quella persona musulmana del proprio ambiente che incarnava valori spirituali e umani. Questi discepoli ci ricordano, anch’essi, che il dialogo della vita è al centro della testimonianza del Vangelo”. L’argomento delle conversioni dall’islam è stato toccato anche dal leader della più corposa comunità cattolica mediorientale, il patriarca maronita Béchara Boutros Rai, che risiede in Libano. “L’evangelizzazione nei paesi arabi – ha detto – è messa in atto in modo indiretto, all’interno delle scuole cattoliche, delle università, degli ospedali e degli istituti appartenenti alle diocesi e agli ordini religiosi aperti sia ai cristiani che ai musulmani. L’evangelizzazione indiretta è praticata soprattutto tramite i mezzi di comunicazione sociale, in particolare quelli cattolici che trasmettono le celebrazioni liturgiche e vari programmi religiosi. Constatiamo tra i musulmani conversioni segrete al cristianesimo”.
Particolarmente articolata è stata poi la riflessione dell’arcivescovo Joseph Absi, ausiliare e protosincello a Damasco dei greco-melkiti di Siria, il quale ha registrato “l’apertura di alcuni musulmani al cristianesimo, favorita probabilmente dai mezzi di comunicazione attuali” e il fatto che “alcuni di loro sono persino riusciti a scoprire in Cristo il volto d’amore di Dio Padre”.
Ma siccome, ha aggiunto, “i musulmani non riescono a distinguere i cristiani dagli occidentali, poiché per loro non c’è distinzione alcuna tra ciò che è religioso e ciò che è politico e sociale”, accade che il comportamento degli occidentali, soprattutto a livello culturale e politico, in generale “nuoce alla sensibilità religiosa e nazionale, ai valori, all’etica e alla cultura dei musulmani” e quindi rappresenta “un ostacolo alla loro apertura nei confronti del cristianesimo e alla loro eventuale evangelizzazione”.
Infatti, ha spiegato, “la maggior parte dei musulmani sono convinti che la rilassatezza dei costumi, lo sfruttamento dei popoli poveri e deboli, il disprezzo della religione musulmana che avvertono da parte degli occidentali, provenga dai cristiani o dal cristiano”. Di qui la domanda su “come e cosa fare per evitare che i musulmani confondano cristianesimo e Occidente, cristiani e occidentali e si sentano scherniti, frustrati”. E la richiesta al sinodo, di “soffermarsi su tale questione per cercare di evitare, nella misura del possibile, tensioni e malintesi e per far sì che i musulmani siano più recettivi nei confronti della Chiesa e del Vangelo”.
Di avvicinamento o conversione di musulmani al cristianesimo non hanno parlato solo presuli di paesi arabi, ma anche pastori provenienti dall’Africa o dall’Europa. Il lazzarista italiano Cristoforo Palmieri, vescovo di Rrëshen in Albania, ha parlato infatti dell’urgenza di “evangelizzazione verso i fratelli musulmani che portavano e portano ancora radici cristiane, e che si mostrano aperti all’annuncio”.
Mentre Raphaël Balla Guilavogui, vescovo di N’Zérékoré in Guinea, ha rivelato come alle giornate diocesane della gioventù organizzate nel suo paese “partecipano anche alcuni musulmani”.
Particolarmente drammatica la constatazione di John Ebebe Ayah, vescovo di Ogoja in Nigeria, il quale ha sottolineato come “molti dei nostri fratelli e delle nostre sorelle musulmane sognano di convertirsi alla fede cristiana ma non possono realizzare ciò per paura di perdere la propria vita”.
Come si può evincere da questi contributi, il fenomeno delle conversioni dall’islam al cristianesimo sembra ancora piuttosto ridotto nei numeri e fortemente contrastato da un mondo musulmano che nella quasi totalità delle sue componenti è ancora incapace di sopportare il diritto di poter cambiare religione.
In una intervista alla Radio Vaticana in lingua francese del 16 ottobre il cardinale Jean-Louis Tauran, presidente del pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, ha ribadito che “il grande problema sta nel fatto che, nei paesi dove la legge musulmana è quella della maggioranza, fino ad oggi nessun musulmano accetta che la libertà di cambiare religione, o di sceglierla, sia iscritta in un testo giuridico”.
Ed ha aggiunto: “In tutte le mie conversazioni con dei musulmani, spesso ben disposti, questo è stato un argomento tabù”.
Il diritto di cambiare religione è invece ormai pacificamente acquisito nel mondo di tradizione cristiana. Con risultati a volte sorprendenti come l’impennata di conversioni all’islam che si sta registrando ad Haiti, segnalata dall’Associated Press e oggetto di notizia anche su “L’Osservatore Romano”.
________
Sullo stesso tema, in “Asia News”, la drammatica lettera aperta di un algerino convertito dall’islam al cristianesimo, Mohammed Christophe Bilek:
> Musulmani convertiti a Cristo, malvisti dalla Umma e dalle comunità cristiane


/watch?v=h5-z23qslLg&feature
chi entra nei siti a corrompere i link?


tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. tu uccidi i dhimmi, loro non sono di nessuno, forse di Putin. l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano]. Islam: il video del card. Turkson presentato dal prof. R. de Mattei
Il 13 ottobre 2012 il card. Peter Turkson, presidente del Pontificio Consiglio Giustizie e Pace ha fatto proiettare all’assemblea dei Padri riuniti in Sinodo un video dal titolo “Muslism demographics” che mostra l’espansione dell’Islam in Occidente.
L’iniziativa ha suscitato il consenso di molti Padri ma anche la protesta di altri.
Vi presentiamo il video con il commento del prof. Roberto de Mattei.
/watch?v=h5-z23qslLg&feature
Islam: il video del card. Turkson presentato dal prof. R. de Mattei


tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. tu uccidi i dhimmi, loro non sono di nessuno, forse di Putin.] l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano.
19 ottobre 2012 - 08:29. I cattolici praticanti spariscono, le chiese diventano moschee. (di Giulio Meotti su Il Foglio del 18-10-2012) L’ultimo caso nella Loira francese. Da Amsterdam a Londra, centinaia di edifici cristiani trasformati in luoghi di culto islamici.
L’oriente è pieno di chiese trasformate in moschee, come la Omayyade di Damasco, la Ibn Tulun del Cairo e la cattedrale di Santa Sofia a Istanbul. Anni fa una profezia dello scrittore franco-romeno Emil Cioran gettò una luce sinistra anche sull’Europa: “I francesi non si sveglieranno fino a che Notre Dame non sarà diventata una moschea”. Si è tornati a citare Cioran ora che la chiesa di Saint-Eloi a Vierzon, fra la Loira e la Borgogna, diventerà un luogo di culto islamico. La diocesi di Bourges, in mancanza di fondi e fedeli, l’ha messa in vendita e l’offerta più significativa, oltre a quella di aziende e commercianti, è arrivata dall’Association des Marocains. La “scristianizzazione” della regione ha spinto a dismettere la chiesa. Su 27 mila abitanti soltanto trecento sono praticanti e vanno a messa una volta alla settimana. Il quotidiano Berry Républicain rivela che siano stati i fedeli, in accordo con la diocesi di Bourges, ad appoggiare la scelta di trasformarla in moschea. Recentemente sono usciti i dati sul cosiddetto “sorpasso islamico in Francia”, dove si costruiscono più moschee, e più di frequente, di chiese cattoliche, e ci sono più praticanti musulmani che cattolici. Il più noto leader islamico, Dalil Boubakeur, rettore della gran moschea di Parigi, ha ipotizzato che il numero delle moschee dovrà raddoppiare, fino a quattromila, per soddisfare la domanda. Al contrario la chiesa cattolica ha chiuso più di sessanta edifici sacri, molti dei quali sono destinati a diventare moschee secondo una ricerca del quotidiano Le Croix. Da anni gruppi musulmani stanno chiedendo ai cattolici il permesso di usare le chiese vuote, anche senza acquisirle, per risolvere i problemi di traffico provocati da migliaia di musulmani che pregano in strada.
Un fenomeno, quello della conversione delle chiese in moschee, comune a tutto il centro e nord d’Europa. In Olanda 250 edifici dove per oltre un secolo hanno pregato cattolici, luterani e calvinisti hanno cambiato di mano. Come la moschea Fatih Camii di Amsterdam, un tempo era una chiesa cattolica. O la chiesa di St. Vincentius, messa all’asta assieme ai confessionali, ai banchi, ai crocifissi e ai candelabri. A oggi oltre la metà della popolazione olandese fa parte dei “buitenkerkelijk”, i senza chiesa, così come i cattolici sono diminuiti del settanta per cento. L’islam è considerato la “religione più praticata” in Olanda. Lo scorso gennaio Soeren Kern, senior fellow del Gruppo di studi strategici di Madrid, ha sciorinato i dati sulla proliferazione di moschee in ex luoghi di culto cristiani. In Germania, a Duisburg, la chiesa cattolica chiude sei chiese. A Marxloh l’unica chiesa che sopravvive, quella di San Pietro e Paolo, chiuderà alla fine dell’anno. In tutto il paese quattrocento chiese cattoliche e cento protestanti sono state chiuse. Ad Anversa è allo studio la trasformazione delle chiese inutilizzate in moschee. La Scandinavia vive lo stesso fenomeno. Per citare un caso, la chiesa svedese di St. Olfos è per metà a uso dei musulmani. La principale moschea di Dublino è un’ex chiesa presbiteriana. In Inghilterra diecimila chiese sono state chiuse dal 1960, e per il 2020 si prevede la chiusura di altre quattromila. Per citare alcuni ex siti cristiani, ci sono la Central Mosque di Brent, la St. Mark’s Cathedral che oggi si chiama New Peckham Mosque e la ex chiesa metodista di Wesleyan. La moschea Didsbury, a Manchester, era una chiesa metodista, mentre una chiesa cattolica a Sydney, nella Nuova Scozia, diventerà presto una moschea. Anche a Clitheroe, nel Lancashire, le autorità municipali hanno concesso il permesso di trasformare una chiesa in moschea. Secondo i dati del Religious Trends nel Regno Unito, il numero dei frequentatori di chiese sta diminuendo a tale velocità che entro una generazione sarà tre volte inferiore a quello dei musulmani che vanno in moschea. (Giulio Meotti) © – FOGLIO QUOTIDIANO



tutto la jihadismo del sistema massonico, sotto egida ONU, UE, USA, Bildenberg, FMi, Spa, FED, BCE, OGM, mcro-chip.. l'inevitabile tragedia contro, Israele e contro tutto il Genere umano. Secondo un rapporto, metà dei “ribelli” sono di al Qaeda o estremisti islamici. (di Mauro Faverzani) Il mondo ha saputo del rapporto stilato dagli ispettori dell’Onu circa l’utilizzo di armi chimiche alle porte di Damasco lo scorso 21 agosto, rapporto che comunque non individua i responsabili dell’attacco. Decisamente meno noto, invece, ma non … Continua a leggere,
La posta in gioco in Siria
(di Valentina Colombo) Lo scorso 7 giugno, Mahmoud Abdel Gawad, inviato diplomatico dell’università islamica di al-Azhar al Cairo, ha dichiarato che l’istituzione cui appartiene si attende un passo avanti da Papa Francesco per potere riaprire un dialogo interrotto nel gennaio … Continua a leggere,
Che cosa si aspetta l’Islam dal Conclave
(di Valentina Colombo) «Pensiamo al futuro e aspettiamo di aprire una nuova pagina nei rapporti tra Chiesa cattolica e Islam. Attendiamo fiduciosi». Queste le parole di Abdullah Redouane, segretario generale del Centro islamico culturale d’Italia della Grande moschea di Roma … Continua a leggere,
“La religione di Allah prevarrà su questa terra”
(icn-news.com) L’Islam è di gran lunga superiore agli Ebrei e ai Cristiani, ai Buddisti come agli Hindù Tempio buddista dissacrato dai Musulmani L’unica (legge) che Allah accetta è l’Islam e chiunque cerca qualsiasi altra (legge) che non sia l’Islam, non … Continua a leggere,
I nuovi martiri
(di Giulio Meotti su Il Foglio del 12-11-2012) “Immaginate la furia indescrivibile che scoppierebbe nel mondo islamico se un governo cristiano a Khartoum fosse responsabile della morte di centinaia di migliaia di musulmani negli ultimi trent’anni. O se terroristi cristiani … Continua a leggere,
Patriarca copto ortodosso egiziano: no a una costituzione ispirata alla sharia
Il Cairo (AsiaNews) – Il nuovo patriarca della Chiesa copta ortodossa, Amba Tawadraus II, difende il ruolo dei cristiani e di tutte le minoranze nella futura Costituzione egiziana, ostaggio dopo degli islamisti dopo le elezioni vinte dai Fratelli Musulmani. Nel … Continua a leggere,
Gli sciiti a un bivio
(di Carlo Manetti) L’insurrezione dell’integralismo sunnita in Siria non è che l’ultimo episodio, in ordine di tempo, dello scontro che, fin dalla morte di Maometto (632) ha contrapposto la maggioranza sunnita dell’Umma, vale a dire l’insieme di tutti i musulmani, … Continua a leggere,
Ma il difficile è convertire i musulmani  (su www.chiesa) Nelle prime due settimane del sinodo sull’evangelizzazione, sette vescovi hanno rotto il silenzio su un argomento tabù: quello delle conversioni dall’islam al cristianesimo. Ecco che cosa hanno detto CITTÀ DEL VATICANO, 20 ottobre 2012 – Forse non tutti … Continua a leggere,
Islam: il video del card. Turkson presentato dal prof. R. de Mattei
Il 13 ottobre 2012 il card. Peter Turkson, presidente del Pontificio Consiglio Giustizie e Pace ha fatto proiettare all’assemblea dei Padri riuniti in Sinodo un video dal titolo “Muslism demographics” che mostra l’espansione dell’Islam in Occidente. L’iniziativa ha suscitato il … Continua a leggere,
I cattolici praticanti spariscono, le chiese diventano moschee
(di Giulio Meotti su Il Foglio del 18-10-2012) L’ultimo caso nella Loira francese. Da Amsterdam a Londra, centinaia di edifici cristiani trasformati in luoghi di culto islamici. L’oriente è pieno di chiese trasformate in moschee, come la Omayyade di Damasco, … Continua a leggere,