النبي يونس الموصل

Rothschild rabbino satanico TALMUD ] perché, tu chiami JabullOn il tuo dio bestia BAAL GUFO, e soltanto perché, io chiamo GESù di BETLEMME MESSIA il mio DIO JHWH, tu hai osato fare di me, uno schiavo Goyim che deve pagare ad interesse il tuo denaRo di merda creato dal nulla? TE LO GIURO: QUESTO TU NON LO AVRESTI MAI DOVUTO FARE!
SALMAN SHARIA ERDOGAN BOIA satanico CORNO NAZISTA CORANO RANA SATANICA DEMONE ] perché, tu chiami JabullOn il tuo dio bestia BAAL ALLAH AKBAR, IDOLO METEORITE LUNARE, LURIDO PORCO DI UN PEDOFILO POLIGAMO, e soltanto perché, io chiamo GESù di BETLEMME MESSIA il mio DIO JHWH, tu hai osato fare di me, uno schiavo DHIMMI che, deve pagare Jizya il tuo denaro di merda creato DA TE dal nulla? TE LO GIURO: QUESTO TU NON LO AVRESTI MAI DOVUTO FARE!
Shri Damodardas Modi Narendra, Shri ASSASSINO, Shri BOIA, Shri satanico, Shri CORNO, Shri NAZISTA, Shri IDOLI, Shri RANA, Shri SATANICA, Shri DEMONI: Ritualismo (puja, yagna), culto degli antenati, idoli, piante ed animali: SPIRITI GUIDA: TI FARò DIVENTARE MOLTO PRESTO UNA SOLA INFESTAZIONE DI DEMONI CHE TI PORTERANNO ALLA PAZZIA! ] perché, tu chiami JabullOn il tuo dio bestia BAAL: ब्रह्मा brahmā: voi avete profanato: con i vostri, IDOLO SCIMMIA SERPENTE, LUNARE SPIRITI DELL'ARIA DELLA TERRA E DELLE BESTIE, TUTTI GLI idoli creati dall'uomo godono di grande venerazione, PRESSO DI TE: LURIDO PORCO DI UN PEDOFILO, MISOGINO POLIGAMO: ASSASSINO DI MOGLI, E STUPRATORE, I grandi maestri indù non negano il valore di questo aiuto DEI DEMONI, come non discutono ... ha detto: « Non dovremo dire nulla di negativo dell'uomo che adora gli idoli!" voi siete dei feticisti animisti totemisti preistorici che dovete essere espulsi dal consesso degli esseri umani! ] REALLY? RICONOSCI PIUTTOSTO, tutti i difetti dell'idolatria: voi avete tradito [ e soltanto perché, io chiamo GESù di BETLEMME MESSIA il mio DIO JHWH, tu hai osato fare di me, uno schiavo DALIT che, deve pagare il disprezzo: di essere diventato un divino figlio di Dio: con il tuo denaro di merda NON creato DA TE, CHE, SEI LO SCHIAvO scimmia DARWIN GENDER DI ROTHSCHILD? TU HAI FATTO DI ME LO SCHIAVO DI UNO SCHIAVO scimmia, quello CHE TU SEI? TE LO GIURO: QUESTO TU NON LO AVRESTI MAI DOVUTO FARE!
lorenzojhwh UniusREI TO Benyamin Netanyahu ] certo tutti hanno capito che aprire al Procuratore Mondiale Unius REI, significa dare a lui il mandato di cambiare le strutture del pianeta, che i farisei ed i salafiti hanno creato con l'intento diabolico di poter predare tutti i popoli del mondo! e se poi, tutti hanno paura di me, poi, tutti dovrebbero fidarsi di te, perché io non posso fare il Re in Israele senza di te! SANNO TUTTI CHE, TU SEI UN BRAVO RAGAZZO! TUTTI DI TE HANNO IMPARATO A POTERSI FIDARE! tu sei un idoneo mediatore tra la mia METAFISICA e la debolezza degli esseri umani MORTALI!
buddisti uccidono cristiani ] Eih, DALAI LAMA come è questa tua storia: di odio violento dei monaci buddisti verso i cristiani nello Sri Lanka? Eih, DALAI LAMA come è questa tua storia: Qui Birmania. 19 gen 2015 - Quei buddisti fanatici che uccidono i musulmani, anche lì esigua minoranza come i cristiani, anch'essi presi di mira. ] Eih, DALAI LAMA come è questa tua storia:  [ io so che molti dei monaci buddhisti ad esoterismo, hanno qualcosa da insegnare ai sacerdoti di satana, per dire loro di non credere in Dio! https://www.worldwatchmonitor.org/search/?q=Bhutan&k=1
    Bhutanese pastors 'guilty' of fundraising for own gain
     Published: Sep. 16, 2014
    Update:
    In exchange for jail time Bhutanese pastor Mon Thapa was released from his prison sentence ...
    Bhutanese pastors released on bail
     Published: April 23, 2014
    Bhutanese pastors, Tandin Wangyal and Mon Thapa were released on bail from the Dorokha police ...
    Christians in Bhutan Seek to Dispel Regime’s Mistrust
     Published: Sep. 9, 2011 by Vishal Arora
    Christians in this Buddhist nation have been awaiting a decision on whether they will receive ...
    Religious Conversion Worst Form of ‘Intolerance,’ Bhutan PM Says
     Published: April 13, 2011 by Vishal Arora
    In the Kingdom of Bhutan, where Christianity is still awaiting legal recognition, Christians have ...
    Official Recognition Eludes Christian Groups in Bhutan
     Published: Feb. 2, 2011 by vishal
    Bhutan officials have given assurances that freedom for Christians to worship “within the cultural ...
    Legal Status Foreseen for Christianity in Buddhist Bhutan
     Published: Nov. 4, 2010 by Vishal Arora
    For the first time in Bhutan’s history, the Buddhist nation’s government seems ready to grant ...
    Christian in Bhutan Imprisoned for Showing Film on Christ
     Published: Oct. 18, 2010 by vishal
    A court in predominantly Buddhist Bhutan has sentenced a Christian to three years in prison for ...
    Buddhist Bhutan Proposes ‘Anti-Conversion’ Law
     Published: July 21, 2010 by Vishal Arora
    Christians in this Himalayan nation who are still longing to openly practice their faith were ...
    Why Bhutan’s Royalists Fear Christianity
     Published: Feb. 2, 2010 by Anugrah Kumar
    Bars, pubs and discos have become legal in Bhutan – a cause of concern for the older generation – ...
    Despite Democracy, Christians in Bhutan Remain Underground
     Published: Jan. 25, 2010 by Anugrah Kumar
    In this distant and isolated nation in the eastern Himalayas, known as the “Land of the Thunder ...
my JHWH ] e perché gridano contro di me: le bestie di satana gli schiavisti che hanno il sangue innocente sulle loro mani? https://www.worldwatchmonitor.org/search/?q=Bhutan&k=1
===================
12 ottobre 2015. QUALI CRISTIANI, SCIITI O yazidi, O curdi, QUALI MINORANZE, SONO RIMASTI NEL NORD DELLA SIRIA? QUINDI SONO LORO I ribelli siriani: SAUDITI TURCHI EGIZIANI, TUTTE TRUPPE DI OCCUPAZIONE,  CHE HANNO FATTO IL GENOCIDIO! GLI USA SONO I SACERDOTI DI SATANA, I DIFFUSORI DEL TERRORISMO ISLAMICO NEL MONDO! USA SONO I PIù GRANDI TERRORISTI AL MONDO! Usa: 50 ton. munizioni a ribelli siriani, Paracadutate nella notte da aerei cargo nel nord del Paese                       
 KABUL, 12 OTT - Sconosciuti AGENTI SAUDITI E TURCHI SHARIA CALIFFATO SULTANATO NAZISTA SOTTO EGIDA ONU, hanno attaccato e ucciso oggi a colpi d'arma da fuoco a Kandahar City una dipendente afghana della missione delle Nazioni Unite in Afghanistan (Unama). La donna, Toor Paykai, è stata uccisa nell'area dell'Arg Bazaar da un commando armato che è riuscito a dileguarsi. Quando è stata colpita stava andando a lavorare nell'ufficio dell'Unama. Il 9 ottobre scorso l'Onu aveva deciso di evacuare 25 persone del suo staff (Unama e Unhcr) da Maimana, capoluogo della provincia Faryab.
premier Benyamin Netanyahu. forse ti andrebbe meglio ISIS SAUDITA TURCO OTTOMANO, al posto di ASSAD? SE è così, perché tu hai fatto vivere Assad fino ad ora? è CHIARO TU TI SEI LASCIATO CONVINCERE DA ME: E QUINDI, ORA, LA SIRIA NON è TUTTA UN SOLO CALIFFATO! TU DEVI PROTEGGERE ASSAD E DEVI AVVICINARTI MILITARMENTE ALL'IRAN! DOPOTUTTO, SONO GLI USA CHE TI HANNO DATO IL CATTIVO ESEMPIO! SE LO FACESSI ANCHE TU, COME LORO POTREBBERO RIMPROVERARTI QUALCOSA? LORO HANNO DATO IL NUCLEARE ALL'IRAN, COSA POTREBBERO RIMPROVERARE A TE? IN VERITà, NESSUNO è PIù PERICOLORO PER TE, DI ERDOGAN E DELLA ARABIA SAUDITA! TEL AVIV, 12 OTT - "In questo momento migliaia di soldati iraniani giungono nel territorio siriano" a sostegno di Bashar Assad: lo ha detto alla Knesset (parlamento) il premier Benyamin Netanyahu. Israele impedirà loro di minacciare il confine sul Golan e di inoltrare armi sofisticate agli Hezbollah. "Il terrorismo è figlio della volontà di annichilirci", ha aggiunto, sottolineando che esso non è frutto della "frustrazione palestinese".
premier Benyamin Netanyahu. TU DEVI aprire nuove relazioni diplomatiche con l'IRAN, e tu devi dire agli iraniani, che tu dipendi da me, e non da Rothschild! POI FAMMI SAPERE LA LORO REAZIONE!
======================
LE SCUOLE OCCIDENTALI, AL 30% SONO COME IL CARCERE: UNA SCUOLA PER IMPARARE AD ESSERE IPOCRITI E DELINQUENTI! UN LUOGO DOVE SI VIENE PROMOSSI SENZA MERITO! AL 50% LA SCUOLA OCCIDENTALE è INEFFICACE SUL PIANO DELLA ISTRUZIONE FORMAZIONE ED EDUCAZIONE! QUINDI è UN LUOGO MOLTO PERICOLO PER I DOCENTI! IL SISTEMA MASSONICO VUOLE SEMPRE PIù IGNORANTI ED IMMORALI gender darwin: LE FUTURE GENERAZIONI! Francia: prof assicurati contro allievi, Polizze 'anti-minaccia' per paura di 'situazioni ingestibili'. PARIGI, 12 OTT - Un insegnante su due in Francia per quest'anno scolastico ha sottoscritto un'assicurazione contro possibili attacchi da parte di allievi o genitori. Lo rivela il quotidiano Le Parisien, secondo cui sono almeno 461 mila i docenti che hanno scelto questa "polizza per i mestieri dell'educazione" proposta da due diverse società. In gergo, molti la chiamano "assicurazione anti-isulti", o "anti-minacce". Il timore principale è "ritrovarsi soli di fronte a un genitore o a un alunno ingestibile.
INVESTIRE NEI LUOGHI DI CRISI è LA COSA PIù INTELLIGENTE CHE SI POTREBBE FARE: ANCHE SE AVRà UN PREZZO IN NOSTRE VITE UMANE! ANCHE SE RADERE AL SUOLO TURCHIA E ARABIA SAUDITA FAREBBE FINIRE IL TERRORISMO ISLAMICO NEL MONDO IMMEDIATAMENTE ] [ I leader Ue "esploreranno" le possibilità di "sviluppare centri per l'accoglienza dei profughi sicuri e sostenibili" direttamente "nelle regioni colpite". Si legge nella bozza di conclusioni al vertice dei capi di stato e di governo di giovedì e venerdì, di cui l'ANSA ha preso visione.
===========================
SE VI DICESSI CHE AEREI DELLA RAF: HANNO AVUTO IN DOTAZIONE MISSILI ARIA ARIA, PER ABBATTERE JET RUSSI: IN IRAQ, VOI MI CREDERESTE?
===========================
non si muove foglia che Dio non voglia? ok, allora dobbiamo dire anche che: "NON SI MUOVE ISIS CHE ERDOGAN USA NON VOGLIA!"
==========================
CHE QUANDO VOI PIANGETE? LORO RIDONO! ] [ Air France, assalto dirigenti, 5 fermati.  La compagnia aveva sporto denuncia per violenze aggravate. A TUTTI I DIPENDENTI DI Air France, DEVE ESSERE ALZATO LO STIPENDIO, PERCHé NON è POSSIBILE CHE UN DIRIGENTE PRENDA UNO STIPENDIO 500 VOLTE SUPERIORE AD UN DIPENDENTE, QuINDI CON LO STIPENDIO DI UN DIRIGENTE SI POSSONO ASSUMERE 500 NUOVI DIPENDENTI! NON credo che i dirigenti abbiano preso percosse, perché, possa avere valore giuridico una denuncia per violenze aggravate .. il gesto di stracciare la giacca, è un simbolo politico che dice: "VOI MASSONI DI MERDA BILDENBERG VOI STATE LACERANDO IL TESSUTO SOCIALE DELLA NOSTRA NAZIONE, INFATTI VOI STATE FACENDO I RICCHI SEMPRE PIù RICCHI, E POVERI sEMPRE PIù POVERI": CHE QUESTA è UNA TRAPPOLA DI ROTHSCHILD E DI BUSH 322, PER FARVI DILANIARE! CHE QUANDO VOI PIANGETE? LORO RIDONO!
per informazioni tecniche in mio possesso: i cruiser volano troppo bassi per collidere con aerei di linea! [ gli USA UE GB TURCHIA sono dei terroristi che hanno interesse ad alzare la strategia della tensione! ] BRUXELLES, 12 OTT - L'Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) ha diffuso un richiamo all'attenzione alle linee aeree che volano su Iraq, Iran e Mar Caspio, dove la Russia sta conducendo un'azione militare contro i ribelli in Siria con missili terra-aria che potrebbero costituire un rischio per aerei di linea. "Dei missili stanno raggiungendo la Siria attraverso lo spazio aereo sopra il Mar Caspio, l'Iran e l'Iraq, dove ci sono rotte aeree percorse da aerei di linea", ha detto l'organizzazione europea
================
premier Benyamin Netanyahu. prendo atto che la tua strategia al proposito, è quella di non avere nessuna strategia! [ Media, quarto attentato a Gerusalemme, Palestinese cerca rubare arma a soldato su bus, ucciso ] MA SE TU CREDI CHE QUALCOSA ANDREBBE FATTA? POI, CHIAMAMI!
======================
USA E TURCHIA SAUDITI SONO MOLTO ARRABBIATI, PERCHé ISIS è DEI LORO ! 07.10.2015. Mondo“In Siria raid russi efficaci, distrutto in pochi giorni il 40% del potenziale di ISIS”L'ambasciatore,  della Siria in Russia Riyad Haddad ha rilasciato un'intervista esclusiva a "RIA Novosti", in cui ha commentato i primi risultati dei raid russi contro ISIS, ha discusso il contesto geopolitico della lotta contro il terrorismo ed ha motivato l'aggressiva campagna mediatica contro la Russia per l'operazione in Siria. Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/#ixzz3oNeN4rsn       
===================
BUSH 322 nwo SPA FMI FED ] [ TU SEI INVIDIOSO E BUGIARDO COME PUò ESSERLO UN MENTECATTO! “Un duro colpo al prestigio degli USA la bufala dei missili russi caduti in Iran. 12.10.2015. Russia ha infranto il monopolio USA sulle armi capaci di colpire bersagli con grande precisione ad una distanza di 1500 km, pertanto al Pentagono piacerebbe molto sminuire questo successo tecnologico militare, in quanto lo mette in una situazione molto difficile in Siria e nel mondo, ritiene Scott Ritter, ex militare della Marina americana.
Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/mondo/20151012/1346459/ISIS-Siria-Russia.html#ixzz3oNgFOlWJ
ISIS DI ERDOGAN RISCHIA DI COLLASSARE DA UN MOMENTO ALL'ALTRO! Perché c’è fretta di mandare i nostri Tornado contro l’ISIS. l’Occidente adesso teme che l’invincibile Califfato si sciolga come neve al sole. Almeno è ciò che rivela un titolo del britannico Express: “L’ISIS è così indebolito dagli attacchi aerei russi e dalle diserzioni che può essere distrutto nel giro di ore”. Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/mondo/20150916/1171786.html#ixzz3oNi672xL
Londra smentisce di aver dato ok ad abbattimento caccia russi in Medio Oriente [ EPPURE PROPRIO LORO LO HANNO DETTO, NON SOLO, MA LA PRESENZA DI MISSILI ARIA ARIA, SAREBBE, ADESSO, LA CERTISSIMA DIMOSTRAZIONE DI UNA PREMEDITAZIONE!  ] Il  ministero della Difesa britannico ha smentito le notizie di stampa secondo cui agli aerei militari della RAF (“Royal Air Force”) sarebbe stato stato l'ordine di usare i missili "aria-aria" in caso di azioni ostili da parte dei caccia russi in Siria. Lo riporta “Defenсe in the Media”, il blog ufficiale del ministero della Difesa del Regno Unito.
Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/mondo/20150916/1171786.html#ixzz3oNinx99X
===================================
DR Congo - Islamist militias threaten central Africa too [ MAOMETTO PERDE IL PELO, MA NON IL VIZIO! MI DISPIACE CHE ERDOGAN E SALMAN SHARIA, SI SONO VENDUTI LO ISLAM SULL'ALTARE DEL LORO IMPERIALISMO! .. ERA UNA BELLA RELIGIONE! ] [ Published: Oct. 12, 2015 by Illia Djadi. An Islamic centre near Bukavu, in eastern DRC. Aid to the Church in Need
In Africa, it isn’t only in the west that Islamist insurgencies are posing a security threat. While attention has been focused on Nigeria’s radical Islamist group Boko Haram (whose attacks have spread to neighbouring Cameroon, Chad and Niger), a relatively unknown militant group has intensified attacks in the Democratic Republic of Congo (DRC), raising fears of the emergence of a new jihadist organisation in central Africa.
The vast country of DRC borders Uganda, Rwanda, Burundi and Tanzania to its east. A group of militants originally rooted in a rebel movement to overthrow Uganda’s government and replace it with an Islamist fundamentalist state, but forced to re-locate over the border into DRC, has been carrying out murders of local people, far from the attention of most of the world’s major media.
Attacks including murder, looting, abduction and rape are carried out on an almost weekly basis. At least 19 people lost their lives in four separate attacks in September alone, according to local sources. On 26 Sep., two people were killed as their truck was ambushed near Kokola village. Five days earlier, militants fired on a truck between Eringeti and Kokola. The passengers managed to flee unharmed, but the truck was looted and set on fire. On 15 Sep., three people, including two women and a community leader, were killed in Kokola. Three others, including a police officer, were killed near Oicha; they went out to hunt on 5 Sep. but never returned. Their bodies were found three weeks later, beheaded and decaying. Over the same period, 11 people have also been massacred by suspected militants in various other locations in the Beni area.
UN
Beni is a predominantly Christian area, as is most of the DRC, but Independent Catholic News quotes reports that have stated that, within a few years, the number of Muslims in eastern DRC has risen from 1% to 10%.
According to the 2014 Journal of International Organisations Studies, 28 of the 44 mosques (63%) in the Medina region of DRC, abOut 50 miles from Beni, were erected between 2005 and 2012.
“There were very few Muslims in eastern DR Congo until Islamic missionaries declared sharia over their claimed caliphate between Beni, Eringeti and the border of Uganda,” said a local church leader, who wished to remain anonymous.
“To enforce their caliphate, they killed people along their declared ‘boundaries’ and dumped their bodies to make the point. To those who are carrying out these attacks, we are all Christians and obstacles to Islamic rule with sharia over eastern Congo. But this barely got the world’s attention.”
The National Association for the Liberation of Uganda (NALU) handed itself over to the Ugandan government when their needs were met in 2007.
Local bishops and civil society have, however, repeatedly denounced the resurgence of violence still carried out in the name of ADF-NALU, but which has now taken the form of a jihadist organisation called Muslim Defense International (MDI).
In a letter released in May, the Bishops of the Province of Bukavu (eastern DRC) denounced a “climate of genocide” and the passivity of the Congolese State and international community.
“Does the situation have to deteriorate even more before the international community takes measures against jihadism?” asked the Bishops, according to whom “a strategy of forced displacement of populations is taking place in order to gradually occupy the land and install outbreaks of religious fundamentalism and terrorist training bases”, the Catholic news agency Fides reported.
According to the Beni-based Study Center for the Promotion of Peace, Democracy and Human Rights (CEPADHO by its French acronym), October 2015 marks one year since the beginning of this latest series of deadly attacks, which have claimed about 600 lives in Beni and the surrounding areas, with about 800 kidnapped, according to WWM sources. They say the wave of violence has sparked the mass displacement of more than half a million people, including some who have fled to other countries.
A report released in May 2015 by the UN Office for Human Rights in the DRC, covering the period between October 2014 and January 2015, highlights the vulnerability of the Beni population due to the upsurge of violence committed by MDI militants. The attacks it reports were executed in a systematic manner with extreme brutality, as the perpetrators indiscriminately targeted men, women and children, says the report.
“To enforce their caliphate, they killed people along their declared ‘boundaries’ and dumped their bodies to make the point. To those who are carrying out these attacks, we are all Christians and obstacles to Islamic rule.”
--Church leader
Most of the victims were killed by machetes, axes and hammers in order to avoid making a lot of noise. Some of them were burned alive in their homes, while others were shot as they were trying to flee. Other victims, including women and children, were mainly abducted in order to carry goods that had been plundered, or enrolled by force to participate in further attacks, or taken as sex slaves.
The recourse to extreme brutality followed a clear strategy aimed at killing “the maximum [number] of individuals within a very short timeframe”, said the UN report, which also revealed that the assailants operate in small mobile groups of between six and several dozen individuals, and use various methods to disguise their attacks. In the majority of cases compiled by the UN, attacks were carried out at sunset, when villagers were returning from working in the fields.
In total, 35 attacks against villages were documented, as combatants engaged in systematic looting, destruction of homes, and theft of domestic animals, food and other goods (such as clothing and kitchen utensils).
Meanwhile, Independent Catholic News reports that about 1,500 children have been taken to remote jihadist camps “where they are being brutalised and indoctrinated by Islamist militia”. Based on reports by the Catholic aid agency, Aid to the Church in Need (ACN), there were signs of at least three training camps, one in Medina.
Maria Lozano, ACN vice-director of communications, said: “We have been given access to a variety of materials that show the nature of these camps. The reports show soldiers wielding rifles, watching over the children – aged nine to 15 – in military outfits, carrying out military exercises. The images we have seen are very disturbing.
“The sudden emergence of the jihadist camps is being linked by ACN sources to UN peacekeeping forces, with concerns that the UN forces are complicit with the camps and that they are intentionally failing to take action against them. It is alleged that some members of the Mission of the UN Organisation for the Stabilization of DR Congo are fundamentalist Muslims from Pakistan who in their spare time are setting up Quranic schools and working on mosque construction sites.”
Churches and clerics targeted
On the night of 16 October, 2014, one attack decimated an entire community, including a pastor and his family.
“Overnight, suspected militants slaughtered 19 people in the neighbouring village of Ngade with machetes, before attacking the nearby Kadohu village,” said the church leader, whose identity is being protected. “Pastor Kanyamanda Jean Kambale and his wife Odette were asleep in their beds with two of their children when they were warned by church members to run. But, as the assailants approached their door laughing and acting in a friendly way, Kambale innocently opened the door to his murderers.
Kanyamanda Kambale, with his wife Odette, and one of their children.
World Watch Monitor
“They dragged him from the house and butchered him with machetes while his wife managed to hide their two little sleeping children in the house. But she was then cut to death with machetes. Before dawn broke over Kadohu, the chief of the village and 13 other residents had been slaughtered with machetes. Most of the victims were members of Kambale’s church, a new community composed of about 40 people, mostly Mbuti Pygmies. Today the Pygmies are possibly in the gravest danger as they are on the outskirts of town and far from protection”.
It’s not the first time churches and clerics were targeted by militants. On 19 October, 2012, three Catholic Assumptionist priests, P. Jean-Pierre Ndulani, Edmond Kisughu and Anselm Wasukundi, were kidnapped from their home in the town of Mbau, in Beni. Local journalists reported that they were taken by an armed militia and later handed over to ADF-NALU. According to local newspaper Les Coulisses, and Radio Kivu 1, they were killed by ADF/MDI a year later because they refused to convert to Islam, but there is no proof of this, and their whereabouts remains unknown.
How was MDI formed?
MDI was founded in the early 1990s following a fusion between the Allied Democratic Forces (ADF), an armed group with a radical Islamist orientation, and the National Army for the Liberation of Uganda (NALU). NALU was a local tribal militia who refused to be governed by the Buganda, the main tribe. They battled for an independent kingdom of Ruwenzori inside Uganda. The two groups shared the common goal of overthrowing the Ugandan government of Yoweri Moseveni, in power since 1986, and (a later goal) replacing it with an Islamic fundamentalist state.
In 1995, after being driven out of Uganda, the group established a base in Beni, a highly volatile region in eastern DR Congo, which has experienced cycles of violence for more than 30 years. Moreover, the Virunga National Park, with its mountainous landscape, offered fertile ground for guerrilla activities. ADF-NALU is believed to have ties with the Somalia-based Al-Shabaab. Its militants come from Uganda, but also Kenya, Somalia, Tanzania, Rwanda, Sudan, Burundi, Central African Republic, and DR Congo.
If the joint military operations carried out by UN troops and the DR Congo Army in April 2014 succeeded in destroying the militants’ main base in the Virunga National Park, the radical Islamist group has conserved its capacity to cause destruction by adopting guerrilla tactics.
MDI constitutes a real security threat for the DR Congo and the entire central African region. It adds to the list of radical groups operating across the continent, with Boko Haram active in Nigeria, Niger, Cameroon and Chad, Al-Qaeda in the Islamic Maghreb (AQIM) and its affiliated groups active across the Sahara region, and the Somalia-based Al-Shabaab in East Africa.                
===================
Al funerale della candidata curda: 'Governo mente'. i turchi islamisti Erdogan sono spietati criminali di massa: genetici, questo è il loro demonio Maometto nel loro DNA! ] SIAMO STATI ABITUATI A VEDERE STRAGI DI DONNE E DI MUSULMANI LAICI IN TUTTA LA LEGA ARABA, ABITUATI A VEDERE IL MASSACRO DELLE MINORANZE. MA, PER I GIUDEO DEMO PLUTO MASSONE, che uccideranno ISRAELE? per ROTHSCHILD 322 ONU BUSH SpA BANCHE CENTRALI PRIVATE: QUESTO orrore islamico sharia: è NORMALE! L'attentato ad Ankara. "Due i kamikaze". La Turchia si ferma. VIDEO, prima dell'esplosione - VIDEO, i soccorsi Davutoglu: 'Vicini a identificare un kamikaze'. Premier: Isis primo sospettato. Identificate 91 vittime. 128 i morti nell'attentato. Oggi e domani sciopero centinaia di migliaia di turchi. Isis, Mattarella: più Ue contro scelte unilaterali, Al funerale della candidata curda: 'Governo mente'
===================
PUTIN RUSSIA ] se aerei della NATO volano in Siria e Iraq con missili aria aria: noi li dobbiamo denunciare e tutti devono sapere che stanno andando con premeditazione alla ricerca di uno scontro con aerei russi!
=====================
ogni educatore raccoglie confidenze sui danni psicologici: manie fobie timori, angoscie che sono stati procurati nella psiche di adolescenti da film dello orrore! LA INSANITà MENTALE CHE PRODUCE L'ORROR DOVREBBE INDURRE UN GOVERNO ONESTO A LEGIFERARE IN TALE MATERIA! IO PROPONGO LA ABOLIZIONE DI TUTTI I FILMS HORROR E PORNOGRAFICI! ] Halloween, divertirsi tra zucche, spettri e ragnatele. [ COSA DIRE SE, TANTI DI QUEI MITI DI HALLOWEEN SI TROVINO NEL SUBCOSCIO COLLETTIVO? INFLUENZE SOCIALMENTE NEGATIVE: di DEMONI E ANIME DANNATE NON DOVREBBERO ESSERE SOTTOVALUTATI SOLTANTO PERCHé NOI SIAMO DIVENTATI TUTTI ATEI!
====================
halloween ] i padri della CHIESA nella loro santità, sostituirono le feste pagane, di culto agli idoli ed agli dei ( i cui effetti orgiastici, poi, con riverberi negativi socialmente erano evidenti ), con feste cristiane! quindi Halloween è un esempio lucido di progetto TALMUD: di Farisei satanisti massoni GENDER LGBT BILDENBERG SPA ROTHSCHILD Banche CENTRALI tutti i DARWIN SCIMMIE di sostituire con i loro demoni, le feste cristiane! film horror e pornografici, possono generare, in alcuni casi, dei veri blocchi sulla mente umana! chi conosce questi meccanismi può abusare sessualmente delle persone!
==================
perché non portate anche le statistiche su bambini che a causa di vaccini sono diventati autistici e schizofrenici? ] TUTTE COSE CHE NELLA CHIMICA DEGLI OGM ROTHSCHILD E SPA CORPORATIONS HANNO PIANIFICATO, I SACERDOTI DI SATANA DEL NUOVO ORDINE MONDIALE! VOI PER POCO ANCORA CI STATE FACENDO VIVERE UNA VITA DA INCUBO, TANTO CHE GLI SCHIAVI GOYIM TRA UN POCO SAREMO TUTTI MORTI NELLA PREVENTIVATA GUERRA MONDIALE, CON ERDOGAN E IL SUO SAUDITA CALIFFATO SHARIA! [ Ogni anno 5.000 bimbi non protetti da vaccini per polio e tetano, Salmaso(Iss),10.000 ogni anno non vaccinati per morbillo e rosolia
SHARIA, SALMAN, USA ERDOGAN OBAMA GENDER DARWIN ROTHSCHILD BUSH ] in questo modo apparirà davanti alla storia, come siete proprio voi le BESTIE DI SATANA. MA, SONO VOSTRI E VOI VE LI DOVETE RIPRENDERE! [ i veri siriani hanno subito il genocidio: dalla vostra galassia jihadista, quali egiziani turchi sauditi, ecc.. tutta la internazionale islamica della LEGA ARABA sharia, oggi, fatta di: cannibali nutriti da macelli di carne umana! allora sono questi che voi manderete ad insegnare la democrazia ad ASSAD? Questi terroristi sauditi imperiALismo devono essere sterminati tutti: i loro crimini non sono oggetto di compensazione! Anche perché, io caccerò dalla Siria chi non può dimostrare di essere nato in Siria, quindi, io non credo che voi vorrete, questi cannibali terroristi, che sono il vostro personale indietro! MA SONO VOSTRI E VOI VE LI DOVETE RIPRENDERE!
===================
HALLOWEEN è parte di un progetto del NUOVO ORDINE MONDIALE: Talmud agenda SpA Banche CENTRALI, per sostituire le feste cristiane con le feste sataniche.. lo andassero a dire quelli del SISTEMA MASSONICO Bildenberg IN VATICANO!
fariseo talmud satanista: tu hai portato il NWO, che è la Nuova Era di Satana: AFFRONTAMI TU, PERCHé IL TUO SATANA HA AVUTO PAURA! parassita di un usuraio stare dietro al computer? non ti salverà!
OBAMA SODOMA GENDER DARWIN ] tu non puoi fare vedere ai bambini quanto tu puoi essere un pervertito sessuale [ PUTIN HA RAGIONE!
=======================
QUESTO è IL BULLISMO CHE IO HO DOVUTO SUBIRE DALLA CIA, e dai suoi sacerdoti di satana, su questa pagina https://www.youtube.com/user/youtube/discussion ] LOL. ma io non sono obbligato a dire il bullismo che io poi, io ho fatto alla CIA HellxDesPairTruction @Obama, i tuoi satanisti, DATAGATE, cancellano i miei commenti su [/user/theyearinreview/discussion ] pertanto, io mi sono trasferito, in : [[/user/israelNationalTV/discussion]] I am Unius REI, for, I am the policy proposal, of the King of Israel, my ministry political, rises from, the Jewish Temple Celeste, my eyes, can not tolerate, any injustice, and, no prevarication, man by man .. . Therefore, my comments on this page are closed! IFuckingKillYouRapeU 1 giorno fa 666, me , I hacker inside you Computer you Hard Driver, 666 remover 187AUDIOHOSTEM 1 giorno fa [Are We Too Busy Expecting Fire And Thunder?] UFuckWithWrongPerson 1 giorno fa CHECK OUT MY MARIJUANA VIDEO watch?v=jjQqJuerQ0w
=============================
democrazia e diritti umani? ] QUELLA ZOCCOLA puttana TROIA di ONU li ha accettati tutti [ 1. OBAMA è nel suo sodoma GENDER, che li ha portati; 2. BUSH 322 KERRY li hanno portati sull'altare del gufo! SALMAN ed ERDOGAN non hanno questo problema, perché loro i democrazia e diritti umani? LORO NON LI HANNO MAI AVUTI, ECCO PERCHé QUELLA ZOCCOLA puttana TROIA di ONU massonica: assetata di sangue: li ha accettati tutti!
democrazia e diritti umani? ] al-Nursa, al-Qaeda, ISIS, terroristi moderati esercito libero siriano, genocidio ERDOGAN il BOIA, tutti loro hanno pensato di andare ad insegnare democrazia e diritti umani ad ASSAD! POI I CANNIBALI DELLA CIA E DELLA NATO, HANNO DETTO: "VOI POTETE ANDARE! L'INFERNO SIA CON VOI"
MY ISRAEL ] non temere piccola mia! io ti farò compagnia fino alla fine del mondo!
SALMAN SHARIA Saudi Arabia ] LA COLPA è TUA! [ da quando tu hai inCominciato a chiamare Allah: con il nome di JabullOn? IO NON CI HO CAPITO PIù NIENTE!
Rothschild SALMAN BUSH 322 ] perché vi preoccupate? SE VOI FOSTE RIUSCITI A PERVERTIRE TUTTO IL GENERE UMANO, io ucciderei tutti e ricomincerei daccapo! E QUESTA è UNA STORIA VECCHIA CHE è STATA VISTA TANTE VOLTE!
CERCHIAMO DI FARE UN POCO DI CHIAREZZA: GLI OSSERVATORI NON SONO SPIE! LA spia è soltanto un agente del Governo che passa informazioni strategiche al nemico: TUTTI HANNO DIRITTO DI SAPERE TUTTO DEGLI ALTRI! LIBERATE SUBITO QUESTO RAGAZZO! ] [  Condannato in Iran il reporter del Washington Post Jason Rezaian, Accusato di spionaggio dalle autorità
CIRCA: USA HIS Isis ERDOGAN BOIA ] Israele, HA DETTO: "no ad alleanza Usa-Iran" a questo punto, facciamo anche noi, una alleanza con IRAN! NON CI POSSONO ACCUSARE DI QUALCOSA CHE LORO HANNO FATTO PRIMA DI NOI!
=======================
ANSA massonica: culto Rothschild BiLDENBERG: Merkel tr0ika: HA SMESSO DI COMMENTARe e riportarE LE NOTIZIE, perché, come mi vede, si è ricordato di essere un DARWIN GENDER e si è messo un dito nel buc0 culo sodoma! Infatti tutti i sodomiti ripercorrono a ritroso il loro sviluppo psichico fino a giungere di nuovo alla fase anale Obama NWO Halloween hollywood!
le bestie di satana talmud corano commercianti di schiavi rothschild baal culto bildenberg ] Usted a todos, ha sido condenado a muerte, prepara tu alma para el juicio: de su Creador. Voi siete stati condannati a morte, preparate la vostra anima per sentenza: del vostro Creatore
Shri Damodardas Modi Narendra, Shri ASSASSINO, Shri BOIA ] perché TU non provi a pregare il tuo idolo scimmia? IO STO VENENDO AD UCCIDERTI!
==============
tutti i satanisti CIA JaBullOn SPA FMI FED massoni OBAMA DARWIN GENDER Bildenberg TALMUD ROTHSCHILD, che con i suoi ribelli terroristi esercito siriano truffa hanno sradiato ogni traccia di cristianesimo in Siria! ] Riguardo al tema dell’accoglienza dei profughi il nostro giudizio, fondato sull’esperienza, ci fa dire che bisogna esprimere la carità, ma la carità nella verità. Bisogna aprire le frontiere e prendersi cura di tutte le persone sofferenti senza distinzioni, ma è anche necessario non smettere mai di discernere e di valutare: tanti nostri fratelli cristiani che si sono trasferiti in Europa ci hanno raccontato di essersi trovati durante il viaggio vicini anche a persone che erano migranti come loro, ma che portavano dentro di sé i "semi" dello Stato Islamico, ed erano così certi dell’impunità da parlarne ad alta voce senza alcuno scrupolo. Noi non ci stanchiamo di ripetere che abbandonare la Siria al suo destino, così come tutto il Medio Oriente, sarebbe un dramma per l’umanità intera. Ma anche che questa situazione è già un danno incalcolabile per la testimonianza della presenza storica di Cristo, una ferita lancinante inferta all’annuncio del Vangelo, che mai dovrebbe cessare di risuonare in questa terra. A nessuno il Signore ha dato il permesso di sradicare l’albero del cristianesimo innestato e radicato qui da duemila anni, irrigato dal sangue dei martiri e dalla testimonianza di innumerevoli santi. Dicendo "nessuno", mi riferisco non solo al fondamentalismo islamico ma anche a noi, che siamo la bimillenaria Chiesa d’Oriente.
http://www.avvenire.it/Commenti/Pagine/alla-siria-rubano-il-futuro.aspx
islamici schizofrenici si sono convinti che ISRAELE voleva demolire la Moschea della Cupola della Roccia sul monte del TEMPIO EBRAICO, (che la loro è la teologia del genocidio e della sostituzione!) quindi è per questo, che, è iniziata questa 'intifada dei coltelli, questi LAGA ARABA imperialismo sharia NAZISTA sono pazzi squilibrati, assassini seriali nazisti, senza reciprocità, e tutti loro devono perdere la loro patria, anche perché, noi non dobbiamo dimenticare che tutta la LEGA ARABA sorge sul genocidio dei popoli precedenti! TEL AVIV, 13 OTT - Hamas si felicita per la 'intifada dei coltelli', ossia per gli attacchi anti-israeliani avvenuti oggi a Gerusalemme e a Raanana. Lo afferma un comunicato del movimento. Sul web è intanto apparso un poster in cui le Brigate al-Qassam (ala militare di Hamas) si dicono pronte "a scacciare gli occupanti".
ma, per un islamico tutto il genere umano è un occupante: perché soltanto a loro, il demonio allah akbar ha dato il pianeta califfato sultanato, ecco perché, loro sono i nazisti senza libertà di religione! hamas plaude a 'Intifada dei coltelli'. Comunicato del movimento, 'scacciare gli occupanti'
===================================
 la INGHILTERRA VUOLE SOLTANTO MIGRANTI SIRIANI E SOLTANTO: se sono LAUREATI! MENTRE tutti i migranti islamici devono essere mandati in ARABIA SAUDITA, anche perché, loro non accettano la democrazia, e poi, la Arabia Saudita è la verà responsabile di questa tragedia umanitaria! http://www.avvenire.it/rubriche/Pagine/Prima%20dei%20fatti/Quanto%20vale%20una%20vita_20151013.aspx?Rubrica=prima+dei+fatti
=======================
SALMAN SAUDI KING CALIFFATO MONDIALE: IO UNIUS REI, IL RE DI ISRAELE, IO SONO INFEDELE A TE? ]    Libero padre Murad: «Mi chiamavano infedele» 12 ottobre 2015. "Quasi tutti i giorni c'era qualcuno che entrava nella mia prigione e mi domandava chi siete? Io rispondevo: sono nazareno, cioè cristiano. Allorasei un infedele, gridavano. E visto che sei un infedele se non ti converti ti sgozzeremo con un coltello. Ma io non ho mai firmato l'atto di abiura del cristianesimo".
Così il sacerdote siro-cattolico Jacques Murad, in un'intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, ha raccontato alcuni particolari della sua prigionia in Siria durata circa cinque mesi. Padre Murad, priore del monastero di Mar Elian ad Al Qariatayn, a sud-ovest di Homs, in Siria, era stato rapito nel maggio scorso nei pressi del luogo di culto distrutto ad agosto dall'Is. "Questo è il miracolo - ha aggiunto padre Murad - che il buon Dio mi ha dato: mentre ero prigioniero aspettavo il giorno della mia morte ma con una grandissima pace interiore. Non avevo alcun problema a morire per il nome di nostro Signore, non sarei stato il primo né l'ultimo, ma uno tra le migliaia di martiri per Cristo".
Il priore ha ricordato, al microfono di Nicola Ferrante, che era stato "prelevato il 21 maggio dal monastero di Mar Elian da alcune persone armate che mi hanno catturato insieme a un altro giovane. Erano di un gruppo del Daesh, cioè l'Is, proveniente dalla città di Al Qariatayn. Per i primi quattro giorni siamo rimasti sulle montagne, chiusi in una macchina del monastero su cui ci avevano portato via. Poi siamo stati condotti a Raqqa e laggiù siamo stati tre mesi in una prigione vicino alla città. Finché l'11 agosto siamo stati condotti nei pressi di Palmira, dove sono prigionieri altri 250 cristiani della città di Al Qariatayn".
Padre Murad ha rivelato, inoltre, alcuni dettagli della sua liberazione: "Mi sono camuffato per lasciare Al Qariatayn e sono fuggito su una moto con l'aiuto di un amico musulmano. Ma adesso sto lavorando con un prete ortodosso e altri amici beduini e musulmani per far uscire gli altri 200 cristiani ancora prigionieri. Proprio oggi, ad esempio sono potuti scappare altri 40 cristiani". "Voglio ringraziare tutti quelli che - ha concluso padre Mourad - hanno pregato per la mia liberazione. È un miracolo che un prete sia stato liberato dalle mani dell'Is".
La liberazione
Padre Jacques Murad è stato liberato sabato scorso dopo una prigionia iniziata lo scorso 21 maggio. Priore del monastero di Mar Elian e parroco della comunità di Qaryatayn, ora padre Mourad sarebbe nel villaggio di Zaydal, a circa 5 chilometri dalla città di Homs e le sue condizioni di salute sarebbero buone. Ieri avrebbe celebrato la Messa. Il sacerdote siro-cattolico appartiene alla comunità di Mar Musa El Habashi, fondata dal padre gesuita Paolo Dall'Oglio, rapito il 29 luglio 2013 nell'area di al Raqqua, attuale roccaforte dello Stato islamico.
Amico e collaboratore del sacerdote gesuita italiano, è stato uno dei primi monaci della comunità di Mar Musa e, a dispetto dei pericoli derivanti dal conflitto e delle minacce di sequestro, non aveva voluto abbandonare la propria gente.
====================
ISLAM SATANICO MODERATO SAUDITA E TURCO SHARIA IL NAZISMO, TUTTI FIGLI DEL TALMUD FA QUELLO CHE MAOMETTO HA SEMPRE INSEGNATO A FARE: IL GENOCIDIO DI OBAMA DARWIN GENDER BILDENBERG! n grido di dolore da Aleppo, città martire, Alla Siria rubano le forze e il futuro, 12 ottobre 2015 La Siria sta vivendo una tragedia nel presente e sta perdendo il futuro. Questo è particolarmente evidente qui ad Aleppo, città martire di questa sporca guerra. Non ci sono cifre precise a livello nazionale,
===========================
 un gruppo di criminali (il vertice degli Stati Uniti d’America) sta violando tutte le regole della convivenza internazionale. gli autori dell’articolo (Eric Shmitt e Helene Cooper), non meno del direttore di quel giornale, ci presentano l’azione criminale come se fosse normale, ineccepibile, inevitabile, accettabile dunque. Di questa informazione dovremmo essergli – e gliene siamo – grati. Dove invece ne denunciamo la più vergognosa delle connivenze è nel fatto che gli autori dell’articolo (Eric Shmitt e Helene Cooper), non meno del direttore di quel giornale, ci presentano l’azione criminale come se fosse normale, ineccepibile, inevitabile, accettabile dunque. Andiamo con ordine con le distorsioni: “L’Amministrazione Obama ha per il momento abbandonato gli sforzi per un regolamento diplomatico del conflitto in Siria”. Notare le diverse finezze inscatolate in una sola riga. Il “per il momento” lascia pensare che, dopo, forse, ci ripenserà. Poi notate “gli sforzi” per un “regolamento diplomatico”. Cioè il lettore deve pensare che, fino ad ora, lo sforzo di Obama è stato per un “regolamento diplomatico” è che solo ora questa idea è stata “abbandonata”. E’, naturalmente, una palese falsità. E non lo dico io. Lo dice il New York Times nella riga successiva, comunicandoci che Obama “sta aumentando l’aiuto ai ribelli e raddoppiando gli sforzi (letteralmente, ndr) per costruire una coalizione di paesi concordi ad abbattere con la forza il governo del presidente Bashar al-Assad “. Dunque se “sta aumentando” vuol dire che l’aiuto ai ribelli già c’era. Cioè che gli Stati Uniti stavano già violando la Carta dell’Onu e tentavano di sovvertire dall’esterno un paese sovrano. Adesso dice che “raddoppiano gli sforzi”. Cioè da oltre un anno gli USA stanno conducendo una guerra per interposta persona contro la Siria e l’ineffabile New York Times (con il codazzo di giornali e telegiornali italiani) ci spaccia che quello che è avvenuto fino ad ora era per un “regolamento diplomatico” . Si trattava e si tratta, dunque, di un progetto di “abbattere con la forza” un governo. Prosegue il NYT (citando fonti dell’Amministrazione) con l’annuncio che ci sono stati “colloqui con la Turchia e Israele sul tema della gestione del collasso del governo siriano” e, anzi, si fa capire che potrebbe essere affidato proprio ad Israele il compito di “distruggere i depositi di munizioni”. Nel frattempo i tagliagole libici di Al Qaeda, portati in Turchia da aerei inglesi, americani e francesi, estendono la guerra, mentre i servizi segreti dei paesi di cui sopra mettono le bombe a Damasco facendo saltare in aria, uno ad uno, i generali di Bashar. Cioè organizzano il terrorismo. L’Amministrazione – scrive pudico il NYT – non fornirà armi alle forze ribelli, anche perché lo stanno già facendo egregiamente tre campioni della democrazia occidentale come la Turchia, il Qatar e l’Arabia Saudita. In compenso Washington “fornirà istruzione tecnica e equipaggiamento per le comunicazioni” per accrescere la capacità di combattimento delle opposizioni”. Si presume con corredo di detonatori e di esplosivi. Infatti è previsto anche “un supporto di intelligence”. Come si vede tutto molto diplomatico. Aggiungo una notazione che piacerà molto ai debunkers dell’11/9. “Noi stiamo puntando ad una demolizione controllata del regime di Assad”, ci rivela Andrei J. Tabler dell’Istituto per la politica del Vicino Oriente, di Washington. E poi aggiunge, prudentemente: “Ma, come in qualunque demolizione controllata, c’è sempre qualcosa che può andare storto”. Appunto: qualcuno se ne accorge, com’è avvenuto con le tre “controlled demolitions” dell’11 Settembre 2001. Peccato che Russia e Cina, i cattivi, non accettino di prendere parte a queste “iniziative diplomatiche”. Washington vorrebbe la botte piena e la moglie ubriaca. Abbattere e uccidere (certo, uccidere) Bashar, e avere un bel regime amico in Siria. E vorrebbe che tutti fossero d’accordo con il piano. Anche se poi, crollato Bashar, arriveranno al potere i tagliagole, com’è avvenuto in Libia. Ora prepariamoci a vedere una parte dell’ex campo pacifista italiano applaudire l’ingresso a Damasco delle forze liberatrici arabo-saudite.
E pensare che c’è perfino qualche Pulitzer in erba italiano che continua a scrivere, imperterrito, che gli Stati Uniti sarebbero preoccupati per una eventuale caduta di Assad. Il compianto prof. Cipolla ci ha lasciato le sue leggi fondamentali della stupidità umana. La prima era questa, da tenere presente: “Sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi che ci circondano”. http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/07/25/siria-manipolazione-e-guerra/305470/
Siria, manipolazione e guerra di Giulietto Chiesa | 25 luglio 2012

vivere o morire
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. ESORCISMO + In nomine Patris et Filii et Spiritui Sancto. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
 123] ma a GAZA l'unico lavoro utile che si può fare è ricostruire le case demolite con i soldi della Europa.. quella di hamas è l'unica attività economica della striscia di GAZA! chi Bush 322 LEGA ARABA ha messo su questa giostra? deve essere ucciso subito!
 122] Presidente russo Vladimir Putin ha tenuto una riunione operativa con i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza della Russia ha comunicato il portavoce del capo dello Stato Dmitry Peskov. "E' stata discussa in dettaglio la situazione nella parte orientale dell'Ucraina in particolare la crescente catastrofe umanitaria" ha detto Peskov. "Inoltre si parlava della sicurezza economica della Federazione Russa". Oggi è stato reso noto che il posto di blocco "Matveyev Kurgan" al confine russo-ucraino che è stato riaperto giovedì dopo il cessate del fuoco dal territorio dell'Ucraina è stato nuovamente chiuso a causa della cessazione del lavoro del posto ucraino "Uspenka".
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Putin-ha-discusso-con-il-CS-russo-la-situazione-in-Ucraina-3869/
121] Idiota Patetico il primo ministro Netanyahu parla a riunione di gabinetto ha Detto la veriità ma non Gli Importa un Nessuno! bla bla bla chi ha i mezzi TV satellitare TV rete di Hollywood? fa il lavaggio del Cervello della gente! Perche also tu NON SEI Massone Bildenberg ANCHE TU? ALLORA tu SAPRESTi CHE LA Distruzione DELL'OCCIDENTE E DI TUTTO IL GENERE UMANO E UN PROGETTO INTENZIONALE deliberato dei satanismi anticristi.. AfFANCULO TUTTE LE PERSONE Oneste di QUESTO Mondo HA DETTO farisei Bush Ummah Califfato Obama GENERE NATO Mogherini Merkel Sharia ONU SALAFITI Bildenberg 322 KERRY.. Perche Voi AVETE taciuto QUANDO HANNO RUBATO LA NOSTRA SOVRANITà monetaria? Ora dovete morire! ] PM stiamo combattendo per l'Occidente non solo per noi. Nelle interviste con i media internazionali Giovedi il Primo Ministro Netanyahu ha detto che la lotta di Israele contro Hamas non era solo per Israele. Il primo ministro Netanyahu parla a meetingReuters armadio Nelle interviste con i media internazionali Giovedi primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu preme il caso di Israele a difendere i cittadini dagli attacchi terroristici di Hamas '. Per combattere Hamas il bordo del terrorismo islamista Israele sta difendendo non solo per sé ma l'intero mondo occidentale. Parlando a Fox News Netanyahu ha detto che lo Stato Islamico in Iraq e Siria (ISIS) "sta prendendo andane di Iraq e Siria. E 'ora spingendo in proprio vicino al Libano e forse in Giordania. Questo è molto molto pericoloso e ISIS è fondamentalmente un movimento sorella di al-Qaeda. Hai Hezbollah gli sciiti radicali lotta radicali sunniti; si dispone di Hamas; e avete in Africa l'Africa sub-sahariana e in Nord Africa una pletora di gruppi terroristici islamici. "Stanno tutti in lotta tra loro ma tutti concordano sul fatto che una volta distruggono sconfiggere i loro moderati musulmani che sono lì che non condividono le loro opinioni e li decapitare e fare cose orribili a loro. E poi devono arrivare a Israele che è il paese occidentale della regione... ma noi siamo il Piccolo Satana. Per tutti loro tu sei il Grande Satana. Gli sciiti radicali sono sostenuti dall'Iran. I sunniti radicali hanno vari sostenitori e così via e queste persone lottano tra di loro chi sarà il re della collina. Ma una cosa sono d'accordo su sta andando essere un colle islamista e sta andando ad essere un mondo dominato da loro credo che non perdona la loro ideologia violenta che rifiuta la modernità rifiuta diritti umani rifiuta pone le donne come beni mobili tutte le minoranze sono soggiogati o eliminato " ha detto Netanyahu. Parlando alla rete tedesca ZDF Netanyahu ha detto che "Hamas è parte di un movimento un movimento islamista che vuole ricostruire un dominio islamico senza diritti umani senza la pluralità le donne come beni mobili nessun diritto per le minoranze per i gay è il nome. Loro o non esistono o devono essere eseguiti. Questo tipo di fede che non perdona è antisemitismo come parte della sua dottrina orribile. E che quando vediamo che la diffusione in alcune parti d'Europa siamo grati quando vediamo i leader forti come Angela Merkel e alcuni altri in Europa difendiamo con forza contro questo antisemitismo. Penso che sia abbiamo bisogno di sostegno a Israele ma anche la lotta contro l'antisemitismo ei valori liberali che noi tutti condividiamo. Supporto per i valori liberali che noi tutti condividiamo. "

120] IDIOTA PATETICO Prime Minister Netanyahu speaks at cabinet meeting ha detto la veriità ma non gli importa a nessuno! bla bla bla chi ha i media TV NEtWork satellite TV Hollywood? fa il lavaggio del cervello della gente! PERCHé anche tu NON SEI MASSONE BILDENBERG ANCHE TU? ALLORA tu SAPRESTi CHE LA DISTRUZIONE DELL'OCCIDENTE E DI TUTTO IL GENERE UMANO è UN PROGETTO INTENZIONALE DELIBERATO dei satanismi anticristi.. AfFANCULO TUTTE LE PERSONE ONESTE di questo mondo HA DETTO FARISEI Bush Ummah Califfato Obama GENDER NATO Mogherini Merkel Sharia ONU SALAFITI BILDENBERG 322 KERRY.. PERCHé voi AVETE TACIUTO QUANDO HANNO RUBATO LA NOSTRA SOVRANITà MONETARIA? ora dovete morire! ] PM We're Fighting for the West Not Just for Us. In interviews with international media Thursday Prime Minister Netanyahu said Israel's fight against Hamas was not just for Israel. Prime Minister Netanyahu speaks at cabinet meetingReuters In interviews with international media Thursday Prime Minister Binyamin Netanyahu pressed Israel's case on defending citizens from Hamas' terror attacks. By fighting Hamas the leading edge of Islamist terrorism Israel is defending not only itself but the entire Western world. Speaking to Fox News Netanyahu said that the Islamic State in Iraq and Syria (ISIS) "is taking swaths of Iraq and Syria. It's now pushing into right close to Lebanon and perhaps into Jordan. That's very very dangerous and ISIS is basically a sister movement of al-Qaeda. You have Hezbollah radical Shiites fighting radical Sunnis; you have Hamas; and you have in Africa sub-Saharan Africa and in North Africa a plethora of Islamist terrorist groups. "They're all fighting among themselves but they all agree that once they destroy vanquish their Muslim moderates who are there who don't share their views and they behead them and do horrible things to them. And then they have to get to Israel which is the Western country in the region…but we're the Small Satan. For all of them you're the Great Satan. The radical Shiites are backed by Iran. The radical Sunnis have various backers and so on and these people fight among themselves who'll be the king of the hill. But one thing they agree on it's going to be an Islamist hill and it's going to be a world dominated by their unforgiving creed their violent ideology which rejects modernity rejects human rights rejects puts women as chattel all minorities are subjugated or eliminated" Netanyahu said. Speaking to German network ZDF Netanyahu said "Hamas is part of a movement an Islamist movement that wants to reconstruct an Islamic dominion without human rights without plurality women as chattel no rights for minorities for gays you name it. They either don't exist or they should be executed. This kind of unforgiving creed has anti-Semitism as part of its horrible doctrine. And that when we see that spreading in parts of Europe we're grateful when we see strong leaders like Angela Merkel and some others in Europe stand up forcefully against this anti-Semitism. I think that's we need support for Israel but also the fight against anti-Semitism and the liberal values that we all share. Support for the liberal values that we all share."
119] GLI HAMAS MOGHERINI MERKEL STANNO COME NAZISTI CALPESTANDO IL POPOLO SOVRANO DEL BOMBASS che si è costituzionaLmente organizzato attraverso elezioni democratiche ed un plebiscito universale ma la NATO CIA ha detto che per il cazzo che gli fotte deve conquistare il califfato mondiale per satana Bush 322 Kerry in onore di Allah il dio Rothschild JaBullOn gufo Baal! ] Lugansk è per il sesto giorno senza elettricità e acqua la situazione è critica. [[ MA QUESTO NON GLI SBATTE A NESSUNO! ]] La città ucraina di Lugansk da 6 giorni rimane senza elettricità la situazione è valutata come critica i reparti di rianimazione sono pieni di feriti riferisce il sito web del Consiglio comunale venerdì. "Durante il periodo di scontri armati Lugansk ha subito notevoli danni. Molte abitazioni sono state distrutte. Non vi è elettricità niente acqua non funziona la rete telefonica fissa e mobile" si dice nel rapporto.
118] Lugansk è per il sesto giorno senza elettricità e acqua la situazione è critica. La città ucraina di Lugansk da 6 giorni rimane senza elettricità la situazione è valutata come critica i reparti di rianimazione sono pieni di feriti riferisce il sito web del Consiglio comunale venerdì. "Durante il periodo di scontri armati Lugansk ha subito notevoli danni. Molte abitazioni sono state distrutte. Non vi è elettricità niente acqua non funziona la rete telefonica fissa e mobile" si dice nel rapporto.
Il Consiglio comunale afferma anche che la maggior parte delle imprese di Lugansk ha interrotto il loro lavoro a causa dei bombardamenti incessanti non funzionano le banche sono sospese le forniture di combustibile. In città sono aperte poche farmacie c'è il problema di mancanza di medicinali.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Lugansk-e-per-il-sesto-giorno-senza-elettricita-e-acqua-la-situazione-e-critica-1096/
117] L'Europa rischia di perdere il mercato della Russia. La prima settimana di agosto in Europa finisce sullo sfondo delle controsanzioni annunciate dalla Russia e della rabbia di centinaia di migliaia di agricoltori che saranno i primi a subire le conseguenze dell'embargo imposto da Mosca e che non capiscono perché devono pagare per le ambizioni di Bruxelles che per compiacere Washington ha deciso di "punire" Mosca per la sua politica nei confronti dell'Ucraina. Il 7 agosto in Russia è scattato il divieto di importazione di carne pesce frutta verdura latte prodotti caseari e salumi da'UE USA Australia Canada e Norvegia. L'embargo è stato introdotto per un anno. Già l'8 agosto è diventato chiaro che le sanzioni della Russia sono più dure di quello che si era atteso. I danni potrebbero ammontare a parecchi miliardi di euro. Secondo i dati aggiornati della Commissione europea le controsanzioni da parte di Mosca potrebbero riguardare le esportazioni di generi alimentari e prodotti agricoli per un totale di 12 miliardi di euro. Finlandia Polonia Stati Baltici Bulgaria Grecia e Romania hanno dichiarato che chiederanno risarcimento. Tuttavia il Commissario europeo per il commercio Karel de Gucht ha già informato che la Commissione europea ha soltanto 400 milioni di euro per il sostegno agli agricoltori. Il capo della BCE Mario Draghi ha aggiunto che in questo momento è difficile valutare l'impatto della decisione di Mosca ma la crescita dell'economia rallenterà. Il ministro degli Esteri greco Evangelos Venizelos ha annunciato che per salvare l'agricoltura del paese che dipende quasi al 50% dalle esportazioni verso la Russia la Grecia ha iniziato trattative con Mosca per limitare l'impatto delle sanzioni. Per compensare le perdite di vari miliardi di euro agli Stati Baltici Bulgaria Grecia Polonia e Finlandia i soldi si troveranno anche se non sarà facile. Al limite l'UE chiederà un prestito al Fondo Monetario Internazionale. Molto più grave è un altro problema di cui per ora si preferisce non parlare e cioè il futuro degli esportatori europei fa notare l'analista dell'Istituto di economia mondiale e relazioni internazionali Vladimir Olenchenko. Rischiano di perdere il mercato. Oggi vorrebbero vendere qualcosa ma noi non compriamo. Domani la situazione sarà totalmente diversa. Ci saranno altri fornitori. Non importa chi bielorussi brasiliani o iraniani. Già oggi i candidati sono parecchi. Europa già da tempo sta parlando della diversificazione dell'approvvigionamento energetico ma non pensa alla necessità di "diversificare" la sua politica. È sorprendente come con l'aiuto di Washington i vertici filoatlanici siano riusciti a imporre all'Unione Europea l'attuale disastrosa politica nei confronti della Russia continua Vladimir Olenchenko. Gli attuali dirigenti UE e prima fra tutti la Commissione Barroso sono una vera lobby euro-atlantica. Queste persone non pensano troppo a quello di cui l'Europa ha bisogno. Il loro scopo è quello di mantenere "rapporti privilegiati" con l'America. Vogliono che l'Europa sia una copia degli USA. Le aziende europee del settore agroalimentare seguono con ansia le notizie da Mosca dove le catene di grande distribuzione hanno già iniziato le trattative con paesi che non partecipano alle sanzioni antirusse. Adesso la Russia comprerà frutta e verdura in Turchia Argentina Armenia Egitto Marocco Cile Cina Uzbekistan e Azerbaigian. Carne e derivati saranno acquistati in Brasile Uruguay Paraguay Argentina e Bielorussia. Quanto agli agricoltori della Russia la lobby agroindustriale ha accolto le sanzioni quasi come una panacea contro tutti i mali e c'è persino chi spera che l'Europa continui a permanere nello "stato ipnotico" creato da Washington e non revochi le restrizioni che ha imposto a Mosca. Per gli agricoltori russi il prossimo anno sarà un anno di rianimazione dice il membro della Commissione Agricoltura della Duma russa Aleksandr Bogomaz. A mio giudizio se l'Europa perde quest'anno perderà il mercato della Russia perché nel frattempo i nostri agricoltori ritroveranno la certezza del domani e non vorranno mollare. L'UE ha già accusato Mosca di violazione delle regole del WTO dichiarando che le sanzioni del Cremlino sono "politicamente motivate". Bruxelles si è detta "rammaricata" ma non si capisce perché poteva prevedere quali sarebbero state le prime contromisure da parte di Mosca sottolinea l'esperto del portale analitico IT-Trade Ilja Sizov che predice una ritorsione da parte dell'EU.
Certo che ci sarà una ritorsione. Non c'è nulla da fare considerata la gravità della situazione possiamo solo sperare che le parti ritrovino il buon senso e comincino a risolvere i problemi al tavolo delle trattative.
Prima o poi Bruxelles dovrà tornare a negoziare crede il professor Peter Oppenheimer dell'Università di Oxford.
Ci vuole del tempo per "raffreddare" le teste e placare i nervi. La gente deve cominciare a ragionare dimenticando l'irritazione e la voglia di vendicarsi. Tutti devono pensare con calma e poi tornare a negoziare. Certo non sarà oggi o domani ma tra sei mesi massimo un anno le trattative saranno aperte.
Mosca è stata costretta a proteggersi con queste misure ma il Primo ministro russo Dmitry Medvedev ha detto che la Russia non intende arrendersi se gli USA e l'UE sono proprio decisi a continuare il confronto economico. Oltre all'embargo delle importazioni alimentari la Russia sta valutando anche l'ipotesi di chiusura del suo spazio aereo alle compagnie europee e americane. "In via di principio siamo pronti a proteggere anche l'industria aeronautica navale automobilistica e altri settori ma lo faremo con discernimento" - ha detto Medvedev. Se l'embargo dovesse essere esteso anche ai settori di cui sopra le perdite dell'UE ammonteranno a decine di miliardi di euro all'anno.
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/Europa-rischia-di-perdere-il-mercato-della-Russia-8841/
116] La Russia dispone di un piano B contro le sanzioni. Alla fine di luglio l'Unione Europea ha approvato il terzo pacchetto di sanzioni contro la Russia entrando nel campo delle restrizioni contro le singole aree e i singoli settori dell'economia russa.
Non è stato facile raggiungere un consenso su questo tema nell'Unione Europea molti non volevano rischiare i rispettivi interessi economici e diplomatici. E non appena le sanzioni sono entrate in vigore in Europa si è diffusa la paura per la risposta di Mosca entrata in vigore pochi giorni dopo. L'UE ha limitato l'accesso della Russia ai mercati finanziari ha sospeso la firma di nuovi contratti in ambito militare limitato l'esportazione di tecnologia e di beni a duplice uso ivi compresi macchinari attrezzature ed elettronica. Gli economisti stimano che il danno reciproco delle sanzioni dell'Occidente sarà di circa cento miliardi di euro nei prossimi due anni. Le case automobilistiche tedesche hanno già avvertito i primi effetti negativi le esportazioni delle automobili si sono ridotte in uno dei loro più grandi mercati la Russia. Le ulteriori sanzioni comportano la perdita di migliaia di posti di lavoro. Le autorità russe hanno detto che potrebbero fermare i charter europei cambiare le rotte transiberiane e chiudere lo spazio aereo per il transito dei vettori aerei ucraini. In un giorno è caduta la capitalizzazione delle principali compagnie aeree dell'UE e degli Stati Uniti le loro perdite totali sono pari a circa 45 miliardi di dollari. La Russia ha anche limitato l'importazione dei prodotti europei. Solo che le sanzioni sull'europa colpiscono frutta e verdura latticini e carne pesce e frutti di mare. Il divieto è entrato in vigore il 7 agosto e opererà per un anno con possibilità di revisione. In risposta l'UE ha anche dichiarato che pensa alla possibilità di chiudere il suo spazio aereo ai vettori russi. Amanda Paul esperta presso il Centro di politica europea a Bruxelles dice:
La maggior parte dell'UE si aspettava una reazione della Russia. Ha reagito a quanto sanzionato dalla Unione Europea ha imposto sanzioni la Russia ha reagito. Naturalmente nell'UE sono interessati agli effetti nei singoli Paesi europei alle sanzioni di risposta della Russia. Per quanto riguarda le sanzioni russe contro l'UE saranno trattate nel quadro dell'OMC. È ovvio che queste e altre sanzioni hanno un impatto negativo su entrambi i lati. E naturalmente il periodo in cui l'UE cominciava a far ripartire la crescita dopo una lunga recessione non era il più adatto per tali restrizioni. La Russia ha certamente un "piano B" per quanto riguarda la sostituzione delle merci importate. Sicuramente ci sarà il manifestarsi della Turchia che ha già discusso un nuovo accordo per la fornitura di frutta e verdura turche in Russia.
L'Europa come gli Stati Uniti ha subito detto che il commercio equo non può essere merce di scambio quando si tratta sulle relazioni politiche. In alcuni Paesi i produttori sono pronti a chiedere al rispettivo Parlamento di abrogare le sanzioni contro la Russia in quanto mina il loro business. L'effetto negativo delle sanzioni russe è stato dichiarato da Grecia Danimarca e Paesi Bassi. Ma l'UE sembra mettersi in una posizione impossibile guidata da interessi politici dall'asse Washington-Bruxelles è entrata un una fase economica che inizialmente non era voluta. E abbandonare questa strada sarebbe la dimostrazione della sua inadeguatezza come giocatore dell'arena politica internazionale. Coinvolta in un gioco politico di Stati e di governi è principalmente la popolazione. Se i leader europei avessero chiesto ai propri cittadini di supportare queste decisioni è probabile che l'imposizione di sanzioni economiche alla Russia non sarebbe stata una misura popolare dice Amanda Paul L'Unione Europea ha promesso che alcuni Paesi riceveranno compensazioni dalle perdite derivanti dalle sanzioni contro la Russia. Le discussioni su come aiutare questi Paesi a compensare le loro perdite economiche continuano. Ricorda onestamente il cortile della scuola. Lo scenario delle sanzioni prevede una perdita per entrambe le parti. Ma per l'UE è una questione di sostenibilità politica. Penso che non vedremo alcun cambiamento nel corso della politica estera russa. L'Unione Europea inoltre non può ritirarsi anche se sarà difficile per entrambe le parti. L'effetto collaterale triste di tali misure è la sensazione di un contraccolpo per i residenti. Tuttavia le sanzioni UE sono state destinate ad affrontare prima di tutto l'autorità di Vladimir Putin e la leadership del Paese. Le perdite su entrambi i lati produrranno danni considerevoli. La Russia l'UE e l'Occidente perderanno molto dal punto di vista economico. Naturalmente fin dall'inizio non era necessario arrivare fino a questo punto.
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/La-Russia-dispone-di-un-piano-B-contro-le-sanzioni-6996/
115] 7 agosto 2014 22:09. Kusturica Quello che sta accadendo in Ucraina è la continuazione degli eventi in Jugoslavia. Gli eventi di oggi in Ucraina si inseriscono nel concetto di "scenario jugoslavo" sviluppato dalle autorità degli Stati Uniti dice il regista serbo di fama mondiale Emir Kusturica. Questa è una continuazione di quello che è successo in Jugoslavia. Nel nostro Paese quando si è disintegrato tutti accusavano Milosevic. Però dimenticavano che George W. Bush nel 1991 dichiarò che gli Stati Uniti avrebbero stabilito relazioni diplomatiche solo con quelle repubbliche che si sarebbero separate dalla Jugoslavia. E poi per quattro anni abbiamo ascoltando la propaganda su come dare la colpa a Milosevic ha detto il regista rispondendo alla domanda di "Rossiya Segodnia" in un incontro con i partecipanti e gli ospiti del festival dei film documentario "12 sostegni spirituali" a Visegrad (Repubblica Serba). L'esordiente festival cinematografico "12 sostegni spirituali" sui documentari dei giovani è stato organizzato sul progetto didattico russo "Set'" con il supporto di Emir Kusturica.
Riferendosi al suo lavoro il regista ha raccontato che ora sta girando il suo undicesimo film "Nella Via Lattea". Il film è diviso in tre parti la prima parla di un uomo una donna e un serpente; la seconda si concentra su come l'uomo si innamora della donna e come un serpente ha salvato la sua vita; nella terza l'uomo diventa un monaco. Il regista è convinto che occorre una grande idea e disponibilità al lavoro sporco non si può mentire a se stessi perché ormai la maggior parte delle pellicole filmano non per l'arte ma per la propaganda. I vincitori del festival "12 sostegni spirituali" hanno chiesto se Hollywood è una fabbrica per la produzione del "sogno americano" e se Kusturica è pronto ad essere a capo del processo di creazione della "propaganda dei film slavi". Si è scoperto che non è pronto il maestro preferisce "essere Robinson" dato che ha già costruito due propri centri culturali. Hollywood era il centro dell'idealismo mondiale negli anni '40 e '50 del secolo scorso. Ora i film di Hollywood sono privi di significato. Purtroppo in Russia a volte Hollywood è imitata. Quando vengo a Mosca costantemente vedo orribili cartelloni pubblicitari e orribili film mal fatti ma c'è la forza del mercato e di fronte ad esso ogni idealismo è impotente. La mia risposta sono Andrichgrad e Drvengrad in Serbia. Questi sono esempi della mia utopia. La propaganda cerca di occupare tutti gli Stati del mondo ma l'uomo deve fare quello che può ha detto il regista.
http://italian.ruvr.ru/2014_08_07/Kusturica-Quello-che-sta-accadendo-in-Ucraina-e-la-continuazione-degli-eventi-in-Jugoslavia-2136/
114] Mossa a sorpresa di Lukoil in vendita 138 stazioni di benzina in Europa. Uno dei protagonisti del mercato mondiale del petrolio la russa Lukoil vende la sua rete di stazioni di servizio in Europa. È stato firmato un accordo con le aziende ungheresi MOL Pluck e Norma Benzinkut per la vendita di 138 stazioni di rifornimento nella Repubblica Ceca in Slovacchia e Ungheria. La Slovnaft Ceska Republika (controllata dalla Mol PLc) acquisirà una rete di 44 stazioni di rifornimento nella Repubblica Ceca. La Norm Benzinkut acquista dai russi 75 stazioni di rifornimento in Ungheria e 19 in Slovacchia. Prima di ciò si è saputo della avvenuta vendita alla austriaca AMIC delle stazioni di servizio e dei depositi di stoccaggio in Ucraina. La decisione sulla liquidazione dei beni si spiega formalmente con la logica dell'ottimizzazione del business. Tuttavia la compagnia petrolifera privata russa negli ultimi anni ha lavorato per aprire distributori di carburante nella regione. Ora qualcuno la sta spingendo fuori o la prudente LUKOIL in un contesto di sanzioni agisce in anticipo? Dmitry Baranov analista leader di "Finland Management" spiega Non concordo con il parere secondo cui l'azienda sia stata spinta fuori dall'Europa. Penso che la causa più probabile della vendita risieda in un cambio di strategia della LUKOIL. Pochi hanno notato che qualche mese fa il suo presidente Vaghit Alekperov ha annunciato l'intenzione per il 2015 di varare una strategia più conservativa. Ciò comporta una verifica delle attività in base al volume di produzione e di efficienza economica l'ottimizzazione dei costi la non dipendenza da prestiti esteri. Come parte di questa strategia s'inquadra la decisione di vendere la catena di distributori di carburante. Ad esempio l'azienda non è soddisfatta del basso rendimento delle stazioni di servizio sullo stagnante mercato ucraino la redditività generale delle vendite in Europa è diverse volte inferiore che in Russia. O forse l'acquirente delle attività ha avanzato un'offerta attraente in questo momento politico? La verità è nota solo alla LUKOIL. Ma se una compagnia così solida ha deciso di vendere evidentemente ne trarrà vantaggi!
Naturalmente c'è una componente politica in tutta questa storia. Il 29 luglio tre stazioni di rifornimento LUKOIL nella regione ucraina di Ivano-Frankovsk è stata bloccata da attivisti di "Settore Destro". Hanno chiesto la distribuzione gratuita ogni giorno di un centinaio di litri di carburante per i bisogni dell'esercito ucraino. Il fatto è stato registrato dagli osservatori dell'OCSE. Complessivamente in Europa la LUKOIL possiede 376 stazioni di servizio comprate nel 2006 dalla società americana "Conaco" e pagate oltre 400 milioni di dollari. Oggi l'ammontare delle transazioni non è conosciuto. Forse i russi respingono lo stesso prezzo? L'esperto spiega:
Le transazioni non necessariamente devono essere eseguite in contanti. Forse c'è stato uno scambio di beni può aver accettato una qualche joint venture futura. Le opzioni possibili sono molteplici. Si dice che LUKOIL sia ora ri-orientata verso la Russia. Ma lavorando in tutto il mondo ha ritenuto che il mercato russo sia una priorità.
Come hanno reagito nella Repubblica Ceca per la chiusura delle stazioni di rifornimento LUKOIL e per la successiva vendita ad altro proprietario? Il direttore marketing della società ceca del gas VEMEX Hugo Kisilka sottolinea:
La VEMEX ha stabilito un ottimo rapporto con LUKOIL. Sviluppiamo insieme progetti nelle stazioni di servizio ceche sul gas naturale compresso (GNC) ampliando la gamma di offerte agli automobilisti di combustibile moderno ecologico l'alternativa che significativamente riduce le loro spese. Penso che LUKOIL sia stata una delle aziende più dinamiche nel mercato ceco che costantemente genera grandi idee nel campo delle vendite di carburante. Ripeto è stata una delle migliori catene di benzina nel Paese. Non conosco i dettagli della transazione sulla loro vendita non so se ci saranno cambiamenti in queste stazioni di rifornimento. Ma mi dispiace in anticipo...
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/Lukoil-va-via-dallEuropa-Perche-5259/
113] TUTTE LE STORIE BRUTTE DI CHI SEGUE IL DIO DI QUESTO MONDO ROTHSCHILD JA BULL ON. ANCHE NOI ABBIAMO IN ITALIA UN LIVELLO COSì ALTO DI MASSONERIA SATANICA CHE MAI LA MAGISTRATURA POTRà INCRIMINARE QUESTI FMI CULTO AGENDA TALMUD PERCHé COME BUSH 322 KERRY LORO SONO LO STATO REALE I SATANISTI CHE CONTROLLANO IL MONDO DI MOGHERI MERKEL ECC.. Relazione Moglie di Rabbi Giosia Pinto Missing in Argentina. Moglie del cabalista corruzione legata scompare dal centro medico di Buenos Aires i funzionari dicono 2014/08/08 14:27. Rabbi Giosia Pinto. La moglie del rabbino Yosef Giosia Pinto capo della 'Shuvu Yisrael' setta e affrontare accuse di corruzione in Israele è scomparso in Argentina funzionari del movimento ha detto Venerdì. Devorah Pinto è scomparso senza lasciare traccia da un centro medico di Buenos Aires la polizia locale ha annunciato durante la notte Giovedi / Venerdì - e le paure sono state sollevate che lei è stata rapita. "Auguriamo e preghiamo per la sua salute e il benessere" ha detto la famiglia della moglie del rabbino secondo il sito di notizie israeliano Walla! Pinto è stato riferito soffriva di problemi di salute mentale secondo il quotidiano ed è stato posto sotto osservazione il suicidio lo scorso maggio presso l'ospedale Barzilai di Ashkelon. Non è chiaro il motivo per cui era previsto per le cure mediche in Argentina. All'inizio di quest'anno l'ufficio del procuratore generale ha dichiarato che sarebbe presentare un atto d'accusa contro il rabbino Pinto che è sotto processo per corruzione. Pinto avrebbe tentato di corrompere alto funzionario di polizia Efraim Bracha con $ 200.000 per informazioni su un'indagine di polizia in attesa nella organizzazione di carità Hazon Yeshaya che Pinto sarebbe stato strettamente coinvolto con. Bracha immediatamente segnalato l'accaduto ai suoi superiori che richiede una indagine separata contro il rabbino Pinto se stesso. 
Tale indagine ha rivelato che Pinto avrebbe tentato di corrompere alcuni altri ufficiali per informazioni sul caso contro Hazon Yeshaya. La carità che avrebbe dovuto aver fornito milioni di dollari ai sopravvissuti all'Olocausto e corse una mensa popolare e volontario di rete a Gerusalemme chiusa nel 2012 con l'accusa di frode. Le accuse sostengono che diversi membri della carità - tra Pinto - rubato gran parte del cibo donato alla cucina e lo ha venduto per "decine di milioni di dollari" secondo un articolo di Ha'aretz del 2012. Come tale Pinto sarà anche incriminato per altre spese tra cui l'ostruzione della giustizia e riciclaggio con riferimento al caso.
Report Wife of Rabbi Yoshiyahu Pinto Missing in Argentina. Wife of corruption-linked kabbalist disappears from Buenos Aires medical center officials say 8/8/2014 2:27 PM. Rabbi Yoshiyahu Pinto. The wife of Rabbi Yosef Yoshiyahu Pinto head of 'Shuvu Yisrael' sect and facing corruption charges in Israel has gone missing in Argentina officials from the movement said Friday. Devorah Pinto has disappeared without a trace from a Buenos Aires medical center local police announced overnight Thursday/Friday - and fears have been raised that she has been kidnapped. "We wish and pray for her health and well-being" said the Rabbi's wife's family according to Israeli news site Walla! Pinto was reportedly suffering from mental health problems according to the daily and was placed on suicide watch last May at the Barzilai Hospital in Ashkelon. It is unclear why she was slated for medical treatment in Argentina. Earlier this year the Attorney General's Office stated it would file an indictment against Rabbi Pinto who is being tried for corruption. Pinto allegedly attempted to bribe senior police officer Ephraim Bracha with $200000 for information about a pending police investigation into the Hazon Yeshaya charity organization which Pinto was allegedly closely involved with. Bracha immediately reported the incident to his superiors prompting a separate investigation against Rabbi Pinto himself. 
That investigation revealed that Pinto allegedly tried to bribe several other officers for information about the case against Hazon Yeshaya. The charity which was supposed to have provided millions of dollars to Holocaust survivors and ran a popular soup kitchen and volunteer network in Jerusalem closed in 2012 under allegations of fraud. The allegations claim that several members of the charity - including Pinto - stole much of the food donated to the kitchen and sold it for "tens of millions of dollars" according to a 2012 Ha'aretz article. As such Pinto will also be indicted for other charges including obstruction of justice and money laundering relating to the case. 
112] Maidan è contro Poroshenko e l'operazione in Ucraina orientale. [[Nazisti Bildenberg e fascisti NATO Kiev UE USA MOGHERINI HITLER MERKEL cosa è la sovranità popolare il suffragio popolare e la costituzione dei russofoni nel Dombass?]] Gli attivisti di Maidan che dal 21 novembre 2013 tengono sotto il controllo la piazza centrale di Kiev non intendono abbandonarla e ora protestano contro le nuove autorità dell'Ucraina contro la guerra nella parte orientale del Paese e la chiusura delle imprese ha detto a un corrispondente di RIA Novosti uno degli attivisti. "Perché chiudono le fabbriche perché vi è una guerra? Con la nuova autorità non è cambiato nulla non c'è lavoro come prima e la corruzione fiorisce" ha detto il rappresentante di Maidan.
I semplici abitanti di Kiev chiedono spesso agli attivisti di liberare la piazza perché secondo loro il centro della città deve essere pulito e fiorente.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Maidan-e-contro-Poroshenko-e-loperazione-in-Ucraina-orientale-5591/
111] si in NORVEGIA c'è la città sotterranea per salvare la vita dei Bildenberg PERCHé SUL PIANETA POTREBBE SPARIRE OGNI FORMA DI VITA. Gli Stati Uniti stanno inviando carri armati e veicoli militari in Norvegia. Gli analisti attribuiscono questa decisione alla situazione in Ucraina scrive il quotidiano norvegese Adressavisen. La nave da carico arriverà alla fine di questa settimana. Trasporta i carri pesanti "Abrams" così come mezzi corazzati da trasporto e veicoli anfibi. Tutti questi mezzi sono più moderni di quelli attualmente in dotazione alle forze armate norvegesi. Al Pentagono non hanno ancora commentato la notizia.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_06/Gli-USA-inviano-carri-armati-e-veicoli-militari-in-Norvegia-0695/
110] Esplosioni e spari a Donetsk. Nazisti Bildenberg e fascisti NATO Kiev UE USA MOGHERINI HITLER MERKEL cosa è la sovranità popolare il suffragio popolare e la costituzione dei russofoni nel Dombass? Esplosioni raffiche di artiglieria pesante e di mitragliatrici si udivano la notte dell'8 agosto in tutte le parti della città ucraina di Donetsk la situazione in città rimane tesa riferisce venerdì il servizio stampa del Consiglio comunale di Donetsk. Nel frattempo le squadre di riparazione sono riuscite a ripristinare i condutti del gas danneggiati ieri dai frammenti di ordigni inesplosi in un quartiere della città dove oltre 1000 famiglie sono state private dal rifornimento di gas. Inoltre sono state riparate 28 sottostazioni danneggiate a causa dei bombardamenti delle forze ucraine.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Esplosioni-e-spari-a-Donetsk-4966/
NESSUNA PIETà CONTRO LA SHARIA NAZI perché SOLLEVA IL CALIFFATO MONDIALE. L'aviazione israeliana ha ripreso a bombare Gaza da dove oggi ponendo fine a una tregua di 72 ore i militanti palestinesi hanno ripreso gli attacchi con i razzi. Un corrispondente di RIA Novosti ha osservato dall'area un attacco contro un edificio nel sud-ovest di Gaza. Il locale dove vi era una sala da ballo è stato completamente distrutto. Nel cielo si vedeva sorvolare un bombardiere israeliano F-16. I bombardamenti palestinese sono ripre si alle 8:00 ora locale subito dopo la scadenza della tregua di tre giorni che ha avuto inizio il 5 agosto. Secondo i calcoli dell'esercito israeliano i guerriglieri hanno lanciato circa 20 missili. Israele sostiene che si è trattenuto dal rispondere per più di 2 ore. e NOI NON ABBIAMO NESSUN MOTIVO DI BUBITARE CHE
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Israele-ha-ripreso-gli-attacchi-su-Gaza-5941/
108] nazi fascisti NATO Kiev UE USA MOGHERINI HITLER MERKEL cosa è la sovranità popolare il suffragio popolare e la costituzione dei russofoni nel Dombass? Nel centro di Kiev su piazza Maidan Nezalezhnosti (Piazza dell'Indipendenza) si sono riunite persone con le armi riferisce il sito podrobnosti.ua citando il suo corrispondente. "Maidan. Sette del mattino. Lungo il perimetro ci sono uomini armati. Non cercano nemmeno di nascondere le armi. Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko invita i cittadini a venire a smantellare le barricate" ha comunicato venerdì il corrispondente del sito sulla sua pagina di Facebook.
Giovedì mattina il personale dei servizi comunali di Kiev accompagnato dagli agenti delle forze dell'ordine è arrivato a Maidan per smantellare le barricate ma hanno incontrato la resistenza degli attivisti. Negli scontri sono rimasti feriti 4 poliziotti.
Per saperne di più http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Kiev-su-Maidan-si-sono-riuniti-uomini-in-armi-9518/
L'Ucraina nell'obiettivo del fotoreporter Andrey Stenin. Mosca è preoccupata per la scomparsa in Ucraina del fotoreporter di Rossiya Segodnya Andrey Stenin. La Camera civica sta preparando le richieste appropriate all'ONU al Consiglio d'Europa all'OCSE e alle altre organizzazioni internazionali per i diritti umani.
Dal 5 agosto è stato perso il contatto con Stenin. L'8 agosto una fonte informata nella parte orientale dell'Ucraina ha riferito al telefono che Andrey è stato catturato dai militanti del "Settore Destro" del battaglione della guardia nazionale "Shaktersk". Ora secondo la fonte il fotografo si trova nel dipartimento dell'SBU a Zaporozhie. Vi presentiamo la nostra raccolta delle foto scattate da Andrey Stenin in Ucraina nel periodo dal novembre dello scorso anno ad oggi.
Donetsk la vita prosegue sotto i bombardamenti
L'Ucraina nell'obiettivo del fotoreporter di Rossiya Segodnya Andrey Stenin 
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/photo-Donetsk-La-vita-sotto-i-bombardamenti-7137/
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/photo-LUcraina-nellobiettivo-del-fotoreporter-di-Rossiya-Segodnya-Andrey-Stenin-0161/ http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/LUcraina-nellobiettivo-del-fotoreporter-di-Rossiya-Segodnya-Andrey-Stenin-3963/
106 ] ISLAM-S NEWSLETTER
L'Egitto mette fuorilegge i Fratelli Musulmani in quanto "organizzazione terroristica". Ma l'Occidente li sostiene nonostante il massacro di civili
L'Egitto mette fuorilegge i Fratelli Musulmani in quanto 
Continua 
di Valentina Colombo 30/12/2013 11:55:29
10 Commenti
L'Egitto mette fuorilegge i Fratelli Musulmani in quanto "organizzazione terroristica". Ma l'Occidente li sostiene nonostante il massacro di civili
30/12/2013 11:55:29
di Valentina Colombo
Malala la bambina che sfida i Talebani - La barbarie di coloro che vogliono negare il diritto alla scuola alle bambine
13/10/2012 09:40:32
di Valentina Colombo
Il caso di Ramsha un'ennesima sfida per il Pakistan
24/08/2012 14:26:39
di Valentina Colombo
Per amore dell'Egitto nascono i "Fratelli Cristiani"
05/07/2012 15:57:32
di Valentina Colombo
Una campagna contro l'imposizione del velo alle bambine ovvero una battaglia per un futuro migliore
03/07/2012 16:08:37
di Valentina Colombo
"Presidente di tutti gli egiziani"… soprattutto se terroristi!
02/07/2012 16:09:47
di Valentina Colombo
L'elezione di Mohammed Morsi in Egitto ha vinto la democrazia?
27/06/2012 16:11:06
di Valentina Colombo
La libertà religiosa nel mondo islamico. I casi di Marocco e Tunisia
08/06/2012 16:14:04
di Valentina Colombo
Primi risultati elettorali e prime reazioni in Egitto… una rivoluzione tutta da rifare!
26/05/2012 16:17:19
di Valentina Colombo
06/05/2012 16:19:28
di Valentina Colombo
105] Abd Allah dell'Arabia Saudita -- non ti lasciare impressionare dal fatto che loro sono più numerosi di noi perché loro sono feccia! io sono il Re di Israele e sono il tuo alleato questo è quello che è importante! tu sei l'ago della bilancia in questa definitiva terza guerra mondiale dove tutto il genere umano potrebbe non sopravvivere ecco perché satanisti e massoni hanno fatto città sotterranee.. QUESTI SI AUTO-ELEGGONO DA SOLI ma non eleggeranno mai me perché io non sono massone e neanche satanista! [ Merkel vertice nomine Ue il 16 luglio. Dopo voto Europarlamento su Juncker a capo Commissione. ] 
104] L'Egitto mette fuorilegge i Fratelli Musulmani in quanto "organizzazione terroristica". Ma l'Occidente li sostiene nonostante il massacro di civili
ISLAM-S NEWSLETTER
L'Egitto mette fuorilegge i Fratelli Musulmani in quanto 
(www.lanuovabq.it) - Il 25 dicembre 2013 il Consiglio dei Ministri egiziano ha dichiarato ufficialmente i Fratelli musulmani "un'organizzazione terroristica". Ad accelerare la decisione del governo l'attentato a un edificio della polizia nella città di Mansoura avvenuto la Vigilia di Natale. Il contenuto del comunicato illustra chiaramente le motivazioni che affondano le radici nella storia contemporanea dell'Egitto "L'intero territorio egiziano dal profondo Nord al profondo Sud è stato sconvolto all'alba di martedì 24 dicembre 2013 dall'atroce crimine commesso dal movimento dei Fratelli musulmani che ha causato l'esplosione di un edificio della sicurezza nella regione di Dahqaliya provocando sedici martiri e più di centotrenta feriti la maggior parte dei quali coraggiosi poliziotti egiziani e i restanti pacifici cittadini di Mansoura. Tutto questo è avvenuto in un contesto che ha assistito all'ascesa pericolosa della violenza del movimento [dei Fratelli musulmani] contro l'Egitto e gli egiziani. Questo è avvenuto a seguito di una dichiarazione esplicita della Fratellanza in base alla quale avrebbe continuato come sempre a ricorrere solo alla violenza per realizzare i propri fini a partire dalla uccisione del Primo Ministro Mahmud Fahmi al-Nuqrashi e l'omicidio del giudice al-Khazandar negli anni Quaranta del secolo scorso sino agli eventi del 2012 e i crimini commessi in piazza Rabia al-Adawiyya passando per le azioni punitive nei confronti dei membri che abbandonavano il movimento per il tentato omicidio del presidente Gamal Abd al-Nasser negli anni Cinquanta l'uccisione dello shaykh al-Dhahabi e del presidente Anwar al-Sadat negli anni Settanta e Ottanta. A tutto ciò si aggiunge la messa al rogo delle chiese che ha caratterizzato la vita del movimento. Il movimento ha superato ogni limite immaginabile con l'attentato di ieri a al-Mansoura poiché si è trattato di un tentativo triste di riportare indietro il tempo e di fermare il cammino del popolo egiziano verso la costruzione di uno Stato libero democratico in cui regnano la giustizia sociale e la generosità umana a partire dal referendum per la costituzione che è alla base di questo nuovo Stato che annuncia in modo definitivo la fine del passato oscuro e orribile che rappresenta la prima fase della roadmap che condurrà il nostro popolo e il governo ad adempiere necessariamente tutte le promesse fatte". Il documento ribadisce la ferma decisione a non cedere ai ricatti rappresentati da eventuali attentati alla sicurezza pubblica "A riguardo il Consiglio dei Ministri ha stabilito che non vi sarà alcun ritorno al passato che non è possibile né per l'Egitto in quanto Stato né per l'Egitto in quanto popolo cedere al terrorismo del movimento dei Fratelli musulmani anche qualora i loro crimini superassero ogni limite posto dall'etica dalla religione e dall'umanità". Per tutte le ragioni appena esposte il Consiglio dei Ministri ha deciso di dichiarare il movimento dei Fratelli musulmani un movimento terroristico e la loro organizzazione un'organizzazione terroristica così come inteso all'articolo 86 del codice penale con tutto ciò che ne consegue:
1. applicazione delle pene previste dalla legge a chiunque partecipi alle attività del movimento o della organizzazione oppure parla scrive o appoggia in qualsiasi modo la Fratellanza e a chiunque ne finanzi le attività;
2. applicazione delle pene previste dalla legge a chiunque si unisca al movimento o alla organizzazione e continui ad essere membro del movimento o della organizzazione dopo la pubblicazione del presente comunicato. 
3. Comunicare la presente decisione alle nazioni arabe che hanno sottoscritto gli accordi per la lotta contro il terrorismo nel 1998.
4. Affidare alle forze armate e alle forze di polizia per proteggere i luoghi pubblici la polizia supervisionerà alla protezione delle università e salvaguarderà i nostri figli studenti dal terrorismo di questo movimento.
Il nostro nobile popolo oggi conosce bene la natura di questo movimento e la realtà dei loro piani come sa bene che non esiste altra alternativa alla roadmap nonostante si tratti di un'ardua impresa questo nonostante le vittime tra i suoi figli tra i poliziotti i soldati dell'esercito che sostengono totalmente il nostro popolo e il governo. Che l'Egitto viva libero che il suo nobile popolo viva libero… resterà l'Egitto e cadrà il terrorismo." Il comunicato qui tradotto integralmente è lucido e coraggioso ma soprattutto è obiettivo poiché ripercorre la storia di sangue della Fratellanza storia che ha portato per ben tre volte alla loro messa al bando ufficiale. Comunicato obiettivo perché ribadisce quel che molti egiziani in particolare e arabi in generale ripetono da tempo la moderazione dei Fratelli musulmani non esiste. Una vignetta del siriano Sahar Burhan ripubblicata di recente dal Courier International lo scorso ottobre raffigura una targa con la scritta "Fratelli musulmani. Un'arma a doppio taglio" sovrastata dalle due spade incrociate che figurano nel logo della Fratellanza. Non solo. E' interessante ed è sintomo di una profonda conoscenza del movimento il punto 1 dove si prevede una punizione anche nel caso della connivenza ideologica. Nel novembre 2010 la televisione norvegese mandava in onda un documentario a cura del giornalista di origine irachena Walid al-Qubaisi proprio sui Fratelli musulmani in Europa. Ebbene quando al-Qubaisi intervista Mahdi Akef ex Guida Suprema dei Fratelli musulmani costui dichiara "Chi crede nell'idea fondamentale dei Fratelli Musulmani è un fratello musulmano. Questa persona dovrebbe servire il paese nel quale vive. E conformarsi alle leggi e alle regole dai principi dei Fratelli Musulmani. […] Noi diamo alle persone la libertà di esprimere il proprio pensiero esattamente nel modo che vogliono". Quindi non è essenziale essere un membro ufficiale del movimento è sufficiente condividerne l'ideologia e gli obiettivi. Sarà questa una delle difficoltà che dovrà affrontare il governo egiziano individuare ogni singolo anello della catena umana che minaccia il paese. Anelli fondamentali di questa catena sono le università principali luoghi di reclutamento della Fratellanza. Non a caso il 28 dicembre le università egiziane sono state scenario di scontri violenti tra studenti legati ai Fratelli musulmani che hanno attaccato e giovani a favore del rinnovamento. Gli atenei da al-Azhar alle università statali sono state letteralmente messe a ferro e fuoco. Purtroppo la decisione del governo egiziano dovrà affrontare persino l'ostilità dell'Occidente. Il ministro degli esteri americano John Kerry pur condannando gli eventi di al-Mansoura ha dichiarato di essere contrario alla decisione del consiglio dei ministri egiziano e di essere invece favorevole a una soluzione politica. Non stupiscono le sue parole essendo stati gli USA i principali sostenitori della Fratellanza sin dall'ormai lontano gennaio 2011. Stupiscono invece perché gli USA hanno posto Hamas nella lista delle organizzazioni terroristiche e Hamas all'articolo 2 del proprio Statuto dichiara senza mezze parole di essere la filiale palestinese dei Fratelli musulmani. Anche una portavoce del Home Office britannico ha riferito che la Gran Bretagna non seguirà automaticamente la decisione del governo egiziano. Come biasimarla. Sarebbe alquanto imbarazzante per il suo paese la cui Chatham House ovvero la più prestigiosa istituzione di studi internazionali ha conferito nel 2012 il proprio premio annuale a Rached al-Ghannouchi leader dei Fratelli musulmani tunisini. Di fatto sarà molto difficile e imbarazzante per tutti i governi occidentali prendere atto e applicare la decisione del governo egiziano. L'Europa e gli USA hanno accolto e accolgono ancora oggi molti appartenenti ai Fratelli musulmani sul proprio territorio nella convinzione che si tratti di "estremisti moderati". La maggior parte delle moschee in Occidente sono gestite da associazioni legate per lo meno ideologicamente con i Fratelli musulmani. Riconoscere le decisioni del governo egiziano significherebbe quindi pronunciare un difficile mea culpa ma soprattutto significherebbe modificare tutte le politiche di sicurezza interna che hanno visto e vedono l'Occidente illudersi di potersi fidare dei più abili camaleonti islamici. Il risultato dell'appeasement nei loro confronti purtroppo si può trasformare solo in una pericolosa arma di ricatto la stessa arma che oggi i Fratelli musulmani stanno usando per le strade egiziane contro i loro concittadini. L'Egitto ha compreso sulla propria pelle che essere accondiscendenti non serve a nulla e l'Egitto sta agendo senza pietà e con coraggio contro una serpe in seno. Inoltre i Fratelli musulmani stanno già cercando di abbandonare il paese che li ha visti nascere. L'Europa li accoglierà nuovamente? L'Europa sappia però che offrirà riparo a quelli che sarà costretta a definire non più "estremisti moderati" bensì "terroristi moderati".
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-fratelli-musulmani-messi-al-bando-definitivamente-8077.htm
di Valentina Colombo 30/12/2013 
103] I nostri giornalisti che diventano portavoce dei terroristi islamici
I nostri giornalisti che diventano portavoce dei terroristi islamici
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 28/07/2014 11:58:55
25 Commenti
EDITORIALE
Quei corpi crocifissi e la legittimazione coranica sono l'arma vincente del terrorismo islamico per sottomettere l'Occidente
Quei corpi crocifissi e la legittimazione coranica sono l'arma vincente del terrorismo islamico per sottomettere l'Occidente Continua 
di Magdi Cristiano Allam 25/07/2014 10:39:17
16 Commenti
EDITORIALE
BUONGIORNO AMICI! NON È SORPRENDENTE CHE IL CONFLITTO MENO SANGUINOSO AL MONDO RISCUOTA PIU' DEL 90% DELL'INTERESSE INTERNAZIONALE?
BUONGIORNO AMICI! NON È SORPRENDENTE CHE IL CONFLITTO MENO SANGUINOSO AL MONDO RISCUOTA PIU' DEL 90% DELL'INTERESSE INTERNAZIONALE? 
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 24/07/2014 10:39:33
7 Commenti
EDITORIALE
Da Mosul inizia la fine della nostra civiltà serve una nuova Crociata per sconfiggere i terroristi islamici
Da Mosul inizia la fine della nostra civiltà serve una nuova Crociata per sconfiggere i terroristi islamici 
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 21/07/2014 10:18:49
38 Commenti
EDITORIALE
L'Europa chiuda le porte ai terroristi di Hamas
L'Europa chiuda le porte ai terroristi di Hamas
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 14/07/2014 09:59:25
12 Commenti
EDITORIALE
L'Occidente deve svegliarsi il Califfo minaccia il mondo
L'Occidente deve svegliarsi il Califfo minaccia il mondo 
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 07/07/2014 09:20:15
20 Commenti
EDITORIALE
Dilaga il terrorismo islamico ma noi abbiamo persino paura di chiamarli con il loro nome terroristi islamici
Dilaga il terrorismo islamico ma noi abbiamo persino paura di chiamarli con il loro nome terroristi islamici 
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 30/06/2014 10:28:39
6 Commenti
EDITORIALE
Il Papa scomunica la Mafia. Ma la vera Mafia è questo Stato che ci vessa
Il Papa scomunica la Mafia. Ma la vera Mafia è questo Stato che ci vessa 
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 23/06/2014 11:42:54
5 Commenti
EDITORIALE
Ecco perchè Farage sbaglia ad allearsi con il razzista Grillo
Ecco perchè Farage sbaglia ad allearsi con il razzista Grillo
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 16/06/2014 10:28:02
9 Commenti
EDITORIALE
Spese milionarie per i clandestini mentre gli italiani fanno la fame
Spese milionarie per i clandestini mentre gli italiani fanno la fame 
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 09/06/2014 11:34:25
23 Commenti
EDITORIALE
L'Europa potrà risollevarsi solo con l'asse Le Pen-Farage
L'Europa potrà risollevarsi solo con l'asse Le Pen-Farage
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 02/06/2014 12:58:54
Denuncio Napolitano per alto tradimento la sua responsabilità nel golpe finanziario che fece fuori Berlusconi
Denuncio Napolitano per alto tradimento la sua responsabilità nel golpe finanziario che fece fuori Berlusconi
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 20/05/2014 11:21:29
20 Commenti
EDITORIALE
Napolitano tradisce l'Italia facendo campagna elettorale per l'euro e per gli Stati Uniti d'Europa
Napolitano tradisce l'Italia facendo campagna elettorale per l'euro e per gli Stati Uniti d'Europa
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 12/05/2014 10:39:39
0 Commenti
EDITORIALE
Il Paese che non si arrende - Quegli eroi del Made in Italy che hanno sconfitto la crisi
Il Paese che non si arrende - Quegli eroi del Made in Italy che hanno sconfitto la crisi
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 05/05/2014 10:39:48
0 Commenti
EDITORIALE
Illegali gli spot pro euro. Denuncio la Rai
Illegali gli spot pro euro. Denuncio la Rai
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 28/04/2014 09:21:00
20 Commenti
EDITORIALE
Magdi Cristiano Allam "C'è poco da festeggiare"
Continua 
di Comunicato Stampa. 25/04/2014 21:12:24
4 Commenti
EDITORIALE
Sprechiamo un mare di soldi per i clandestini danneggiando gli italiani. E chi difende gli italiani diventa razzista!
Sprechiamo un mare di soldi per i clandestini danneggiando gli italiani. E chi difende gli italiani diventa razzista!
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 22/04/2014 11:08:27
19 Commenti
EDITORIALE
Quelle partite Iva schiacciate da Equitalia
Quelle partite Iva schiacciate da Equitalia
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 16/04/2014 13:18:53
1 Commento
EDITORIALE
Quanti italiani esasperati dallo stato
Quanti italiani esasperati dallo stato
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 07/04/2014 08:39:20
18 Commenti
EDITORIALE
Parla l'imprenditore balneare Marcello Di Finizio "Perché ho scalato il Cupolone"
Parla l'imprenditore balneare Marcello Di Finizio "Perché ho scalato il Cupolone"
Continua 
di Magdi Cristiano Allam 01/04/2014 08:34:01
la democrazia è buona finché ururai rothschild farisei massoni bildenberg fascisti kiev o islamici sharia ONU non prendono il potere TORINO 8 AGOsto. Dodicimila quintali di pesche destinate alla Russia respinti alle frontiere per l'embargo deciso da Putin. La frutta - spiega la Coldiretti regionale - era caricata su una sessantina di camion frigo. E' un'altra mazzata ai produttori". Il danno è rilevante "il 60% dei due milioni di quintali di frutta prodotti in Piemonte - spiega Antonio De Concilio direttore di Coldiretti - sono destinati all'estero ed i Paesi dell'est rivestono un ruolo di primo piano nell'export".
101] il sistema massonico JA BULL ON del regime bildenberg rothschild è satanismo ideologico e pratico di tutte le truffate democrazie senza sovranità monetaria ha detto lo Scienziato Giacinto Auriti "di chi è la proprietà del denaro al momento della sua emissione?" infatti tutti i politici hanno paura di dirlo.. voi siete morti perché la truffa monetaria significa guerra mondiale per risollevare un nuovo ciclo monetario dal periodo recessivo.. un nemico lo inventano la Russia e l'altro lo creano la LEGA ARABA 
100] First time in 1600 years no Mass said in Mosul Iraq says Chaldean Archbishop. Published June 27 2014. A young Iraqi couple from Mosul check into Kelek camp after arriving on foot. 13 June 2014. A young Iraqi couple from Mosul check into Kelek camp after arriving on foot. 13 June 2014. World Watch Monitor The Chaldean Catholic Church's Archbishop Bashar Warda of Erbil in Kurdish-governed Northern Iraq is reported as saying that for the first time in 1600 years there was no Mass said in Mosul on Sunday June 15th. This is the city taken over days before by ISIS forces. Reports say the estimated 3000 or so Christians still there (from about 35000 in 2003) all fled ahead of the militias' takeover of control although some families were reported to have returned. They cited lack of job prospects and shelter once they'd become internally displaced or refugees in Kurdish Iraq. Amongst those fleeing Mosul World Watch Monitor met families sheltering in a Christian-dominated district of Erbil Ankawa. The largely Christian town of Qaraqosh is 32 miles southeast of Mosul. Its official Arabic name is Baghdeda; there were about 70000 Christians living in the area. On Wednesday 25th June Kurdish Peshmerga forces engaged with the ISIS - also called Daash – militias who were trying to move into Qaraqosh. WWM has seen direct messages confirming that there was bombing of Qaraqosh during which two Christian families were reported killed by mortars. Locals believe that it was ISIS which carried out the bombing. However today (Thursday) Iraqi Prime Minister Nuri Al Maliki has confirmed that Syrian government jets have bombed ISIS in other parts of northern Iraq. 
Reports today (Thursday) from locals say that the Iraqi Kurdish Peshmerga fighting with local Christian residents were able to repel ISIS from Qaraqosh especially after 1000 Peshmerga troop reinforcements arrived. Locals say after that from about 10pm the situation in the town became quieter while some news agencies say Qaraqosh is now completely abandoned. Relief arrives at a church in an Iraqi village. Relief arrives at a church in an Iraqi village. 19 June 2014 World Watch Monitor
Qaraqosh residents initially started to flee to the churches of another nearby Christian town of Karamles. However from mid-afternoon Wednesday thousands of cars with people from Qaraqosh and Karamles were seen waiting at the Kurdish-controlled checkpoint to enter Erbil a safe haven to the north across the 'border' into Kurdistan. Other families headed for Dohuk about an hour's drive directly north of Mosul. About 40 Christian families reached Erbil's Ankawa district where they found temporary shelter at a center for elderly people. They gave accounts of rockets falling near Qaraqosh houses one of a Christian man Rammo; as glass windows shattered people were injured. Local Christians were quick to help the new arrivals "Immediate needs are obvious water and food" said one. "Some are sleeping on a piece of cardboard so mattresses and pillows are needed too. And with temperatures reaching 45 degrees during the day we need air coolers especially important for families with young children or elderly." Imposition of 'jizya tax' on Mosul Christian minority. Meanwhile a member of Iraq's High Commission on Human Rights Dr. Sallama Al Khafaji has told an Arabic news website Al Sumaria that last Saturday June 21 ISIS began to demand a poll tax (jizya) from Christians in Mosul. In a custom rooted in medieval times under strict Islamic law Christians were required to have to pay protection money and are not allowed to publicly express their faith. Dr Al Khafaji is reported to have said that in one case ISIS members entered the home of an Assyrian family to demand it. She reports that when the Assyrian family said they did not have the money three ISIS members raped the mother and daughter in front of the husband and father. The husband and father was so traumatized that he committed suicide she reported. "The Christians have told me that they cannot pay this tax" said Dr. Al-Khafaji "and they say 'what am I to do shall I kill myself?'" Meanwhile Iraqi church leaders including those from the capital Baghdad – hundreds of miles to the south have met in Erbil to discuss a 'rescue plan' amid growing fears that the ISIS Islamist attacks have put Christianity at increased risk of being extinguished from the country. Chaldean Auxiliary Bishop of Baghad Saad Sirop who'd risked travel to the north to Erbil for the meeting said the crisis could only be solved by reconciliation between the Sunni and Shi'a Muslims. He repeated calls for the international community to press for negotiation between the various Islamic leaders. He added that military action would be counter-productive. "Military intervention did not resolve anything in Syria nor here in Iraq so we should not think this will work this time." Bishop Saad added "We ask God to give us the wisdom to face these problems with courage. There is no doubt that we are passing through some difficult days."
99] The rise of political Islam in Europe. Published July 09 2014 by Frans Veerman. Analysis Why jihad is not as big a threat as creeping 'participation'. After the allegations of Islamists infiltrating British education in schools earlier this year. An emergency report was commissioned "Operation Trojan Horse" to investigate practices at 21 schools in Birmingham including Park View (pictured). After the allegations of Islamists infiltrating British education in schools earlier this year. An emergency report was commissioned "Operation Trojan Horse" to investigate practices at 21 schools in Birmingham including Park View (pictured). SWNS. There are increasing fears that European-born young men who go to Syria will get caught up in the fight of radical Islamic extremists to establish an Islamic Sharia-based state across Syria and Iraq and then return to their own countries to try to do the same. A British man told the BBC on Friday he'd been fighting with the Al Nusra front and would not return until the 'black flag of Islam' flies over Buckingham Palace. In April 2014 Tony Blair urged the West to set aside its differences with Russia and China to focus on the growing threat from radical Islam. Blair said tackling "a radicalized and politicized view of Islam" should be at the top of the global political agenda. The former British prime minister did that in the context of his reflections on the action of Egypt's military government against its Muslim Brotherhood opponents. According to Blair "the Muslim Brotherhood government…was systematically taking over the traditions and institutions of the country." Just before Blair's speech news about the alleged plot to Islamize British schools in Birmingham increasingly caught the headlines of the press in the UK. Here too radical Islamist expressions of Islam seemed to be involved in taking over "traditions and institutions of the country". Today estimates put the number of Muslims living in Europe at about 44 million - no official data is available but almost all European countries host a Muslim minority. The vast majority are responsible citizens. But it is important for Western governments to understand that Islam has a radical part –called 'political Islam'- that is not homogeneous but has violent as well as non-violent faces; and that in fact it's the NON-violent faces of political Islam that are the most dangerous for their societies. 'Islamism' or 'political Islam' A crucial factor generating tensions in the West is the presence of 'Islamism' or 'political Islam' in all of its different manifestations within Muslim communities. Islamism can be defined as "forms of political theory and practice that have as their goal the establishment of an Islamic political order in the sense of a state whose governmental principles institutions and legal system derive directly from the shari'ah." Analysts often equate such Islamists with 'jihadists' and do not distinguish between violent and non-violent strands. In his study of the spread of Islamism (or 'political Islam') in Europe Lorenzo Vidino (an academic and security expert who specialises in Islamism and political violence in Europe and North America a Policy Adviser at the European Foundation for Democracy) talks about Islamism as an "extremely diverse and ever evolving political movement".
According to Vidino "There are basically three categories of Islamists violent rejectionists [in his paper he uses 'jihadists'] non-violent rejectionists and participationists." Each of these components of political Islam has a different presence structure and modus operandi. Each consequently presents a different kind of challenge to Europe. Europeans are finally paying attention to the jihadist threat and have begun to devise new solutions to contain it. This is not least due to the fact that "homegrown" Jihadists are fighting in the hundreds in Syria and provided they survive come back radicalized. However Europeans still have only a limited understanding of the other two segments of the movement.
'Jihadists' or 'Violent rejectionists'. "Violent rejectionists often referred to as jihadists are individuals and networks that often linked to or inspired by al Qaeda reject participation in the democratic system and use violence to advance their goals" says Vidino. Violent rejectionists are usually the main if not the only targets of European counter-radicalization programs.
'Non-violent rejectionists'. According to Vidino "Non-violent rejectionists are individuals and groups such as Salafists and Hizb ut-Tahrir which openly reject the legitimacy of any system of government not based on Islamic law but do not at least publicly and openly advocate the use of violence to further their goals." "Salafism preaches a return to a mythical Islamic golden era that can only be obtained by referring to the only unadulterated sources the Quran and the hadith. Salafism is "not only scripturalist but also literalist" arguing that Muslims should behave exactly how the pious forefathers of Islam behaved according to these sources" writes Vidino. "Most refute violence at least in Europe but some do not and are better categorized as violent rejectionists—the lines are in some cases blurred. Salafism has been able to attract a growing number of European Muslims through its claims of simplicity meaning and moral superiority" Vidino adds. In the Birmingham schools recruitment of Salafist parents onto committees was shown as one strategy used. Hizb ut-Tahrir (HT) "officially aims at disseminating its ideology and challenging the existing status quo without resorting to violence" according to Vidino. As with Salafism the lines are however blurred. Vidino says HT's "rhetoric is sophisticated and skillfully tailored to the ears of Western Muslims…Members of HT tend to be highly educated young professionals who are second-generation Muslim immigrants in Europe and their ranks are buttressed further by a small cadre of converts." 'Participationists'
Vidino sees "at the bottom of the Islamist pyramid the numerically most significant component of political Islam in Europe the Muslim Brotherhood and other 'participationist' Islamic Movements." "Participationists are individuals and groups which adhere to that strand of Islamism that advocates interaction with society at large both at the micro-level through grassroots activism and at the macro-level through participation in public life and the democratic process" explains Vidino. "Unlike rejectionists" he says "such organizations have made a conscious decision to avoid unnecessary confrontation and have instead opted for a clever and flexible policy of engagement with the European establishment." The role of the Muslim Brotherhood in Western countries. The characteristics of this 'participationist' role are according to Vidino "precisely outlined in the seminal book Priorities of the Islamic Movement in the Coming Phase published in 1990 by the top Muslim Brotherhood ideologue Yusuf al-Qaradawi. Qaradawi devotes a large section of his book to the presence of Muslim minorities in Western countries and the unprecedented opportunity that this phenomenon may represent for the Islamic Movement which in Qaradawi's words can "play the role of the missing leadership of the Muslim Nation [umma] with all its trends and groups" in guiding and shaping the minds of Muslim immigrants living in the West." Vidino observes "Qaradawi has a simple recipe for how the Islamic Movement can become the guide of Muslim communities in the West "Try to have your own small society within the larger society" says Qaradawi "your own Muslim ghetto." The Egyptian cleric advocates the creation of a web of Islamic centers think tanks magazines mosques and conferences so that the Islamic Movement can spread its politicized version of Islam among Western Muslims. At the same time Qaradawi advocates moderation and relative openness when dealing with non-Muslims. At least in these early stages he writes confrontation can only damage the movement whereas displaying a moderate façade will allow the Brothers to operate under the radar screen." According to Vidino "A second goal common to all European Brotherhood organizations is the designation as official or de facto representatives of the Muslim community of their country. Becoming the preferred—if not the exclusive—partners of European governments and elites would serve various purposes. One publicly and proudly declared by the Brothers is to positively contribute to the future of European society. Highlighting common values the Brothers in fact present themselves as a moderate force encouraging Muslims to simultaneously participate in society and spread their Islamic principles which ultimately benefit everybody." Vidino concludes "by leveraging such a relationship in fact the Brothers aim at being entrusted by European governments with administering all aspects of Muslim life in each country. They would ideally become those whom governments task with preparing the curricula and selecting the teachers for Islamic education in public schools appointing imams in public institutions such as the military the police or the prison service and receiving subsidies to administer various social services." Back to the Birmingham schools. This brings us back to the Birmingham schools. The five-pronged strategy presented in the leaked document describing "Operation Trojan Horse" very much reflects Qaradawi's vision for the spread of the Islamic Movement in the West. It is the archetype of the participationist strategy.
Educational institutions are gradually infiltrated and taken over. There is no outbreak of violence; the key is (intense) pressure. This is the non-violent face of political Islam. Although creating a culture of fear and intimidation in schools marginalizing or forcing teachers out of their jobs leading children at a supposedly non-religious primary school in anti-Christian chanting cancelling normal Christmas activity…all this could be considered (hidden) 'violence' too. The document "Operation Trojan Horse" shows the participationists could tap into the pool of Salafi parents. These parents are not likely to commit direct violent actions but they could be prone to strong radicalization of their religious goals. Political Islam gradually expands territory. Western governments have to understand that the events in Birmingham are very typical of the way Islam is expanding in the West. Political Islam is gradually expanding its territory partly by radicalizing moderate Islamic expressions partly by the proliferation of mosques and partly by taking over "traditions and institutions" in countries. Violent incidents are even useful in this strategy rare incidents of physical violence give participationists the possibility to side with the government against the 'bad guys' while proclaiming themselves the 'good guys'. The effect is a vicious circle of appeasement policies by the local authorities that facilitates the further spread of political Islam and leaves the non-Muslim population defenseless or otherwise provokes an unwelcome 'far right' sentiment in society. It follows that Western governments have to reflect well on their limits in respect to the manifestations of political Islam. The culture of 'appeasement' makes their citizens and societies vulnerable to manipulation by Islamists for the sake of furthering their Islamic supremacy in the West. In the end this could be devastating for Western societies. Serious public debate and strict government policies are indispensable to turn the tide of Islamist expansion. FULL REPORT "Islamism in Europe" Dr. Lorenzo Vidino Senior Fellow at the Center for Security Studies ETH Zurich and a Policy Adviser at the European Foundation for Democracy
98] Miracle a Sderot Rocket Hits House ma nessun ferito. Nonostante le ingenti danni su una casa nella città meridionale israeliana di Sderot sciopero razzo miracolosamente non ha causato feriti. Di Uzi Baruch 2014/08/08 16:38. Danni Rocket a Sderot. Un razzo sparato da Gaza ha segnato un colpo diretto su una casa nella città israeliana di Sderot merlata - ma miracolosamente nessun danno è stato causato come i residenti erano fuori al momento. Tuttavia un danno significativo è stato causato alla proprietà in sé e la polizia sono stati chiamati ad affrontare schegge dal razzo. I terroristi di solito pacco Gaza-fatti razzi "Qassam" con chiodi cuscinetti a sfere e altri pezzi di schegge di massimizzare la letalità dei missili. Diversi altri razzi lanciati allo stesso tempo sbarcati in aree aperte tra cui uno nella città di Ashkelon e un altro nel Hanegev Regione Sha'ar. Poco prima tre razzi hanno colpito appena fuori di un villaggio nel Negev Regione Sedot e uno supplementare esploso nella zona Hof Ashkelon. Nessun ferito o danni sono stati segnalati in questi attacchi. In precedenza Venerdì due israeliani sono rimasti feriti mentre i terroristi di Gaza riprende il lancio di razzi poco prima di un cessate il fuoco di 72 ore con Israele è scaduto. L'IDF ha confermato che un soldato è stato ferito leggermente e un civile - regista Sapir College di Dr. Nachmi Paz - è stata moderatamente ferito. Dr. Paz è in trattamento per le ferite riportate in Soroka Medical Center di Be'er Sheva per ferite da schegge alla gamba.
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion
Miracle in Sderot Rocket Hits House But No Injuries. Despite extensive damage on a home in the southern Israeli city of Sderot rocket strike miraculously caused no injuries. By Uzi Baruch 8/8/2014 4:38 PM. Rocket damage in Sderot. A rocket fired from Gaza scored a direct hit on a house in the embattled Israeli city of Sderot - but miraculously no injuries were caused as the residents were out at the time. However significant damage was caused to the property itself and police were called to deal with shrapnel from the rocket. Terrorists usually pack Gaza-made "Kassam" rockets with nails ball bearings and other pieces of shrapnel to maximise the lethality of the missiles. Several other rockets fired at the same time landed in open areas including one in the city of Ashkelon and another in the the Sha'ar HaNegev Region. Shortly beforehand three rockets struck just outside of a village in the Sedot Negev Region and an additional one exploded in the Hof Ashkelon area. No injuries or damage were reported in those attacks. Earlier Friday two Israeli were injured as Gazan terrorists resumes rocket fire shortly before a 72-hour ceasefire with Israel expired. The IDF confirmed that one soldier was lightly injured and a civilian - Sapir College director Dr. Nachmi Paz - was moderately wounded. Dr. Paz is being treated for his injuries in Soroka Medical Center in Be'er Sheva for shrapnel wounds to his leg. 
97] Inghilterra governo apre una banca del seme pubblica per dare figli "su misura" a «coppie omosessuali e donne single». Agosto 4 2014 Redazione. Il Sistema sanitario spenderà solo quest'anno 250 mila euro di fondi pubblici perché «la domanda da parte di coppie omosessuali e donne single sta crescendo in modo esponenziale»
germania-lesbiche-gay-bambiniIl governo inglese ha deciso di spendere ancora più fondi pubblici dei contribuenti per permettere alle coppie omosessuali e alle donne single di avere un figlio su misura. Per questo nel 2014 ha già elargito oltre 247 mila euro al National Gamete Donation Trust (Ngdt) perché metta in piedi la prima banca del seme pubblica nazionale riporta il Daily Mail. ELENCO ON LINE. La banca che aprirà in ottobre permetterà a chiunque lo desideri di consultare un elenco on-line e scegliere lo sperma in base alle caratteristiche (colore di capelli occhi età educazione e etnia) del donatore. Nei prossimi tre anni Ngdt si impegnerà a reclutare oltre mille uomini che donino a pagamento il loro sperma. «CRESCE LA DOMANDA». Secondo Laura Witjens direttrice di Ngdt «ci sono persone non fertili dal punto di vista medico o pratico che vorrebbero usare i servizi di donazione nel Regno Unito ma non possono farlo perché non c'è abbastanza sperma. La domanda da parte di coppie omosessuali e donne single sta crescendo in modo esponenziale. Ed è sempre più accettabile dire "Non ho ancora trovato un uomo ma non voglio aspettare voglio un bambino"». bambini-fecondazioneCHI SONO I «CLIENTI». Secondo la direttrice anche le coppie eterosessuali potranno usufruire del servizio ma i «clienti» non pazienti «sono le donne single e le coppie omosessuali». Il governo farà pagare grazie ai soldi pubblici solo 380 euro mentre le cliniche private costano almeno 1050 euro. E a chi protesta affermando che così si fanno nascere volontariamente bambini senza padre Witjens risponde «Non c'è nessuna prova che i bambini crescano meglio con o senza padre. Il governo non ci ha mai chiesto di ridurre l'accesso allo sperma alle coppie omosessuali o donne single».
«BAMBINI SU MISURA». Secondo l'ex vescovo anglicano di Rochester Michael Nazir-Ali «questo annuncio solleva importanti questioni circa il futuro dei nostri bambini. I bisogni del bambino sono da considerare come primari non è sufficiente "volere" un bambino soprattutto se con caratteristiche particolari. Questa banca permetterà alle donne di scegliere i profili del donatore che includeranno l'educazione e i criteri "attrattivi" facendo nascere lo spettro di "bambini su misura" nati secondo i desideri dei genitori. Ma cosa succederà se durante la gravidanza e la nascita ci saranno delle "interferenze" con i risultati desiderati? Questi bambini verranno rifiutati?». La risposta è semplice basta guardare al caso del piccolo Gammy nato con la sindrome di Down e per questo abbandonato dalla coppia australiana che l'aveva commissionato a una madre surrogata. Volevano un figlio sano. Leggi di Più Inghilterra presto figli "su misura" per «coppie gay» | Tempi.it
96] Il caso Gammy non è una "deriva". Manif «È la triste realtà delle madri surrogate e di un business che commercializza i bambini». Agosto 8 2014 Leone Grotti. «È nauseante il tentativo di legalizzare l'utero in affitto questo business si basa sull'asservimento della donna la commercializzazione del bambino e la distruzione volontaria del legame Padre-Madre-Bambino» Pattaramon Chanbua Game GammyIl caso di Gammy il piccolo che al contrario della sua gemellina sana è stato abbandonato dai genitori biologici alla madre surrogata in Thailandia perché affetto da sindrome di Down non è solo un problema di «violazione della legge» che regola l'accesso all'utero in affitto nel paese asiatico.
COMUNICATO DELLA MANIF. A metterlo in chiaro è la Manif pour tous in un comunicato «L'abbandono di Gammy ha destato un'ondata di emozione e di solidarietà per aiutare la sua vera mamma a crescerlo nelle migliori condizioni. Questo caso squallido rivela a chi non la conosce la triste realtà delle madri surrogate e di questo business una coppia che desidera un figlio lo ordina a una donna che viene poi pregata di lasciarlo [alla coppia] nove mesi più tardi».
utero-affitto-maternità-surrogata«NON È UNA DERIVA». Come fa notare il comunicato «la polemica attuale (…) è stata manipolata dai sostenitori dell'utero in affitto. Si cominciano a vedere sempre più commenti legati al caso Gammy che denunciano "le derive" di questo business che si basa sull'asservimento della donna la commercializzazione del bambino e la distruzione volontaria del legame Padre-Madre-Bambino». Spiega la presidentessa della Manif Ludovine de la Rochère «Nel momento in cui la Francia e la comunità internazionale dovrebbero lottare con urgenza contro questa tratta umana i partigiani di questa pratica disumana cercano di sottolineare le "derive" dell'utero in affitto per regolarizzare e legalizzare la pratica questo è nauseante ma noi non molleremo mai la presa».
NUOVA MANIFESTAZIONE. Dopo questa premessa de la Rochère invita il governo a ricorrere in appello contro la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo che ha condannato la Francia imponendole di riconoscere i figli di coppie francesi nati all'estero con l'utero in affitto. Se François Hollande non farà ricorso sarà implicitamente e in futuro anche esplicitamente legalizzata la maternità surrogata in Francia. Anche per questo la Manif pour tous scenderà di nuovo in piazza a Parigi il prossimo 5 ottobre «Perché il bambino non è un oggetto».@LeoneGrotti
australia deriva utero affitto down gammy francia maternità surrogata francia utero in affitto gammy gammy down gammy maternità surrogata gammy utero affitto hollande hollande francia Manif pour tous manif pour tous gammy maternità surrogata sindrome down thailandia utero in affitto
ARTICOLI CORRELATI:
 neonato-h. nati i gemelli figli dell'eterologa. Registrati all'anagrafe fine della contesa?
Redazione Pattaramon Chanbua Gammy. Sotto indagine il padre biologico di Gammy negli anni 90 era stato in carcere per molestie sessuali a due ragazzine
Leone Grotti
 Pattaramon Chanbua Gammy
Esteri
La madre surrogata di Gammy il piccolo concepito con l'utero in affitto e abbandonato dai richiedenti perché Down «è una santa». germania-lesbiche-gay-bambini. Inghilterra governo apre una banca del seme pubblica per dare figli "su misura" a «coppie omosessuali e donne single»
Leggi di Più Gammy Manif «Business che commercializza i bambini» | Tempi.it 
95] la storia dei nazi fascisti Mogherini 4soldi e Merkel CIA 666 FMI SPA GMOS a Kiev è la stessa storia degli islamici la democrazia è buona per loro almeno finché non sono loro che prendono il potere poi viene la truffa monetaria massonica Bildenberg regime di sottrazione della sovranità monetaria e la repressione della NATO! Klitschko promette di ristabilire l'ordine nel centro di Kiev. Klitschko promette di ristabilire l'ordine nel centro di Kiev. Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko venerdì mattina ha parlato con gli attivisti della tendopoli su piazza Maidan Nezalezhnosti (Piazza dell'Indipendenza) a Kiev e ha promesso di ristabilire l'ordine. Il capo della città è giunto su Maidan accompagnato dalle guardie è stato immediatamente circondato dalla folla degli abitanti della tendopoli. Klitschko ha chiesto agli attivisti cosa fanno in piazza in un momento critico per l'Ucraina. Secondo Klitschko la gente deve o lavorare o combattere nell'est del Paese. Alcune persone accompagnavano il discordo di Klitschko con le grida "Vergogna". In precedenza è stato riferito che su Maidan occupata dai manifestanti dal 21 novembre 2013 si odono di nuovo spari e bruciano pneumatici.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Klitschko-promette-di-ristabilire-lordine-nel-centro-di-Kiev-0690/
94] ma LEGA ARABA sharia questa non è gente che vuole essere salvata questa è gente che semplicemente vuole estinguerti è questo che Maometto ha fatto ed ha insegnato quindi gli islamici terroristi del genocidio sono la interpretazione vincete dell'Islam tutto il resto è ipocrisia di musulmani! l'Islam non si fermerà finché non avrà conquistato il mondo! Anche le NAzioni della LEGA ARABA in caso di guerra si abbandonano al genocidio ed in tempo di pace fanno delle pressioni sociali finanziarie emarginatorie contro gli schiavi dhimmi che comunque per quelli che diventano minoranze a motivo della loro bomba demografica di blasfemia apostasia pedofilia poligamia poi non rimane una speranza! infatti non hanno reciprocità e neanche libertà di religione poi tutto questo per ONU è perfetto! 
S invades monastery steals 'everything' from Iraqi Christians
First time in 1600 years no Mass said in Mosul Iraq says Chaldean Archbishop
Why Christians are under pressure to exit Iraq
Mosul's two kidnapped Chaldean nuns released
The rise of political Islam in Europe
93] L'Ucraina come una delle possibili sanzioni sta esaminando il divieto di transito delle risorse energetiche dalla Russia all'Europa ha dichiarato il Primo ministro Arseniy Yatsenyuk.
Il governo del Paese presenta al Parlamento un disegno di legge con 26 tipi di sanzioni contro persone e aziende della Russia. In particolare il Consiglio dei Ministri dell'Ucraina si propone di intraprendere misure contro 172 cittadini della Russia e di altri Paesi e contro 65 aziende di cui la maggior parte sono russe.
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/LUcraina-minaccia-di-vietare-il-transito-del-gas-dalla-Russia-9775/
92] La Commissione Europea esaminerà la decisione del governo russo di imporre restrizioni commerciali nei confronti dell'UE ha dichiarato il rappresentante della Commissione Europea Frederic Vincent. Secondo le sue parole la Commissione Europea si riserva il diritto di rispondere a queste misure correttamente. Vincent le ha definite come politicamente motivate. Dal 7 agosto la Russia impone un divieto totale sulla fornitura di carne di manzo carne di maiale pollame verdure frutta pesce formaggi e prodotti lattiero-caseari provenienti da Australia Canada UE USA e Norvegia per un periodo di un anno. Il decreto relativo è stato firmato dal Primo ministro Dmitry Medvedev.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/LUE-minaccia-la-Russia-di-misure-di-risposta-1376/
La Russia sostiene le autorità irachene nella lotta contro i terroristi. Mosca sostiene le azioni delle autorità irachene per una lotta senza compromessi contro i terroristi è stato dichiarato nel Ministero degli Esteri russo.
Il dicastero ha espresso una profonda preoccupazione per la tesa situazione in Iraq. "I guerriglieri del gruppo terroristico "Lo Stato islamico" continuano ad espandere la zona del controllo a nord-ovest del Paese" si dice nel rapporto. Allo stesso tempo i guerriglieri hanno lanciato una campagna di repressione senza precedenti contro i rappresentanti delle minoranze religiose ed etniche che abitano in queste zone sottolinea il Ministero degli Esteri russo.
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/La-Russia-sostiene-le-autorita-irachene-nella-lotta-contro-i-terroristi-9732/
La commissione per lo sviluppo della società dell'informazione dei mass media della Camera civica della Russia è pronta ad aiutare Rossiya Segodnya nelle ricerche del fotoreporter speciale Andrey Stenin ha riferito a RIA Novosti il capo della commissione Dmitry Biryukov.Vi presentiamo la nostra raccolta delle foto scattate da Andrey Stenin in Ucraina nel periodo dal novembre dello scorso anno ad oggi.
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/photo-LUcraina-nellobiettivo-del-fotoreporter-di-Rossiya-Segodnya-Andrey-Stenin-0161/
La commissione per lo sviluppo della società dell'informazione dei mass media della Camera civica della Russia è pronta ad aiutare Rossiya Segodnya nelle ricerche del fotoreporter speciale Andrey Stenin ha riferito a RIA Novosti il capo della commissione Dmitry Biryukov.Vi presentiamo la nostra raccolta delle foto scattate da Andrey Stenin in Ucraina nel periodo dal novembre dello scorso anno ad oggi.
http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/photo-LUcraina-nellobiettivo-del-fotoreporter-di-Rossiya-Segodnya-Andrey-Stenin-0161/ Venerdì le divisioni di fanteria motorizzata del Distretto Militare Centrale della Russia con gli equipaggi degli elicotteri da combattimento Mi-24 e Mi-8 di stanza in Siberia occidentale hanno perfezionato le esercitazioni di attacco contro un nemico ipotetico. Le attività dei gruppi tattici del battaglione sono state supportate dall'aviazione militare che ha passato i dati di ricognizione ai posti di comando e colpito dall'aria il nemico simulato. Per organizzare l'interazione alle unità di fanteria si sono uniti gli artiglieri dell'aviazione professionisti che hanno garantito la precisione nel colpire gli obiettivi prefissati.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_08/Siberia-concluse-le-manovre-della-fanteria-motorizzata-russa-con-il-supporto-degli-elicotteri-7393/
91] queste cifre devono essere almeno raddoppiate ] [ World Watch List 2014 Frequently Asked Questions
1. Is the Open Doors World Watch List the only global survey of religious freedom of Christians? The Open Doors 2014 World Watch List (WWL) is the only annual survey of religious freedom of Christians around the world. It measures the degree of freedom a Christian has to live out their faith in five spheres of life - private family community national and church life plus a sixth block measuring the degree of violence. The methodology counts each sphere equally and is designed specifically to track the deep structures of persecution and not merely incidents. You can learn more about each country here or by downloading the 2014 World Watch List. 2. What country is the worst place to live as a Christian?
North Korea is ranked #1 on the list for the 12th straight time. An estimated 50000 to 70000 Christians live in political prison camps. Those caught with a Bible face a long prison sentence or death.
3. What new countries have joined the Top 10? Why the dramatic jump?
For the first time Syria (#3 from #11) and Pakistan (#8 from #14) leaped into the Top 10. Syria's deteriorating situation with the almost three-year-old civil war is an obvious factor in its rise on the list. Pakistan continues to become a harder place to live. Radical Muslims have room to commit violent acts against Christians and the government is not able to exert control over them.
4. How is the WWL methodology developed?
This year the methodology of the WWL is published for the first time and independently audited by the International Institute for Religious Freedom (http://www.iirf.eu/) to help make the information gathering and calculation process more transparent.
5. Is there any good news on the 2014 WWL?
Yes there is some good news Mali made the most improvement dropping to #33 from #7 last year. Also Tanzania dropped to #49 from #24 in 2013.
6. Are these the only countries where Christians are persecuted?
There are over 65 countries where Christians are persecuted. These are just the top 50.
7. Do the countries on the World Watch List experience persecution throughout the country?
Not always. Countries like China have areas where there is virtually no persecution and areas where there is persecution. However in some countries like North Korea there is persecution throughout the country.
8. How many Christians are persecuted for their faith in Jesus Christ?
An estimated 100 million Christians worldwide are persecuted. The reason the WWL is produced each year by Open Doors is to track the degree of persecution in each country and bring awareness to the public of the persecution. For almost 60 years Open Doors has worked in some of most restrictive and dangerous country in the world coming along side those suffering with Bibles and Christian materials training social-economic help prayer and advocacy.
90] The top 10 countries where Christians faced the most pressure and violence in the 2013 reporting period of the 2014 WWL are North Korea Somalia Syria Iraq Afghanistan Saudi Arabia Maldives Pakistan Iran and Yemen. For the 12th consecutive year the 2014 World Watch List (WWL) establishes the hermit communist country of North Korea as the world's most restrictive nation in which to practice Christianity. Overwhelmingly the main engine driving persecution of Christians in 36 of the top 50 countries is Islamic extremism with the most violent region being the nations of the African Sahel belt where a fifth of the world's Christians meet one seventh of the world's Muslims in close proximity. However the fact remains that in no other country in the world are Christians so fiercely persecuted because of their faith as in North Korea. Like other North Koreans Christians have to survive under one of the most oppressive regimes in contemporary times. An estimated 50000 to 70000 Christians live in concentration camps jails and prison-like circumstances. 
89] Erdogan è un criminale internazionale e la NATO è buona per lui! Erdogan Tells Female Journalist to 'Know Your Place'. Chauvinist remarks anti-Semitic smear spark outrage in Turkey in latest tirade from Prime Minister Recep Tayyip Erdogan. By AFP and Arutz Sheva Staff 8/8/2014 Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan. Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan faced new questions on Friday over his attitude to the media and women after he branded a prominent female journalist a "shameless woman" and told her "to know your place" AFP reports Friday. Just ahead of Sunday's presidential election which he is clear favourite to win Erdogan savaged Amberin Zaman who writes for the Economist and the Turkish daily Taraf over comments she made in a television debate. She had asked the main opposition leader Kemal Kilicdaroglu in the debate whether any Muslim society was capable of challenging its authorities. Erdogan lashed out at Zaman without mentioning her directly by name at an election rally in the eastern city of Malatya on Thursday calling her a "shameless woman". "A militant in the guise of a journalist a shameless woman... Know your place!" he declared. "They gave you a pen and you are writing a column in a newspaper... and you insult a society that is 99 percent Muslim" he said drawing loud boos from the crowd. This is not the first time Erdogan has lashed out at journalists who have come under increasing pressure in Turkey which has more reporters behind bars than any other country in the world. The Economist released a statement in response to the salvo saying its correspondent of 15 years was "widely respected". "We stand firmly by her and her reporting. The intimidation of journalists has no place in a democracy. Under Mr Erdogan Turkey has become an increasingly difficult place for independent journalism" the statement said. Zaman responded to Erdogan through her column in the Taraf newspaper headlined "Be a human first!" "You are lynching a Muslim woman who described what you are doing. Because women are sitting targets aren't they?" She said she had been the target of a smear campaign by pro-government media outlets who had called her a "Jewish b*tch" who should become a "concubine" of Islamist jihadists in Iraq. Erdogan a pious Muslim who has led the Islamic-rooted ruling party since 2002 has come under strong criticism from Western politicians and rights groups for his crackdown on the media. The US-based watchdog Freedom House downgraded the status of Turkey's media from "partly free" to "not free" in May. The government's attitude towards women is also under heavy scrutiny after Deputy Prime Minister Bulent Arinc caused a furore by suggesting women should not laugh loudly in public. Erdogan has also made a slew of anti-Semitic remarks over Operation Protective Edge in Gaza and threatened to end the normalization process with Israel over "state terrorism." He has also accused Israel of "lies" because "not enough" Israeli Jews have died in the conflict and has compared Jewish Home MK Ayelet Shaked to Adolf Hitler. The American Jewish Congress has asked Erdogan to return an award it gave him in 2004 due to his criticism of Israel. The Turkish leader responded by saying he would be "glad" to return the award.
Erdogan Dice Femmina Giornalista di 'Know Your Place'. Osservazioni sciovinista antisemita indignazione striscio scintilla in Turchia in ultima tirata dal primo ministro Recep Tayyip Erdogan. Con AFP e Arutz Sheva Staff 2014/08/08 il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan. Il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha affrontato nuove domande di Venerdì sul suo atteggiamento verso i media e le donne dopo aver bollato una giornalista di primo piano una "donna svergognata" e le disse "per conoscere il vostro posto" riferisce AFP Venerdì. Proprio in vista delle elezioni presidenziali di Domenica che è chiaro favorito per la vittoria Erdogan azzannato Amberin Zaman che scrive per l'Economist e il quotidiano turco Taraf su osservazioni che ha fatto in un dibattito televisivo. Aveva chiesto al principale leader dell'opposizione Kemal Kilicdaroglu nel dibattito se ogni società musulmana era in grado di mettere in discussione le sue autorità. Erdogan scagliato contro Zaman senza menzionare direttamente il suo nome in un comizio elettorale nella città orientale di Malatya il Giovedi chiamandola una "donna svergognata". "Un militante nelle vesti di un giornalista una donna svergognata... Conosci il tuo posto!" ha dichiarato. «Ti hanno dato una penna e si stanno scrivendo una colonna in un giornale... e vi insulteranno una società che è il 99 per cento musulmana" ha detto disegno fischi ad alta voce dalla folla. Questa non è la prima volta Erdogan ha scagliato contro i giornalisti che si sono sempre più sotto pressione in Turchia che ha più giornalisti dietro le sbarre di qualsiasi altro paese del mondo. L'Economist ha rilasciato una dichiarazione in risposta al salva dicendo che il suo corrispondente di 15 anni è stata "ampiamente rispettata". "Siamo fermamente stare da lei e la sua segnalazione. L'intimidazione dei giornalisti non ha posto in una democrazia. Sotto Erdogan la Turchia è diventata un luogo sempre più difficile per il giornalismo indipendente" dice la nota. Zaman ha risposto a Erdogan attraverso la sua rubrica sul quotidiano Taraf titolava "Essere un umano prima!" "Si sta linciaggio di una donna musulmana che ha descritto quello che stai facendo. Perché le donne sono sedute obiettivi non è vero?" Ha detto che era stato il bersaglio di una campagna diffamatoria dai media filo-governativi che l'aveva chiamato una "b * tch ebraica" che dovrebbe diventare un "concubina" di jihadisti islamici in Iraq. Erdogan un pio musulmano che ha portato il partito al governo islamico-radicata dal 2002 è stato oggetto di forti critiche da parte dei politici occidentali e gruppi per i diritti per il suo giro di vite sui media. Il cane da guardia statunitense Freedom House declassato lo stato dei media in Turchia da "parzialmente libero" a "non libero" in maggio. L'atteggiamento del governo nei confronti delle donne è anche sotto esame pesante dopo il vice primo ministro Bulent Arinc ha causato un furore suggerendo le donne non dovrebbero ridere ad alta voce in pubblico. Erdogan ha anche fatto una sfilza di osservazioni antisemite oltre Operazione di protezione perimetrale in Gaza e ha minacciato di terminare il processo di normalizzazione con Israele per "terrorismo di Stato". Ha anche accusato Israele di "bugie" perché "non abbastanza" ebrei israeliani sono morti nel conflitto e ha messo a confronto ebraico Casa MK Ayelet Shaked ad Adolf Hitler. L'American Jewish Congress ha chiesto a Erdogan di restituire un premio che gli diede nel 2004 a causa della sua critica di Israele. Il leader turco ha risposto dicendo che sarebbe "contento" per restituire il premio.
88] Erdogan è in criminale internazionale ma quelli come lui nella NATO si trovano bene! ] soltanto mettendo in stato di accusa la sharia criminale della LEGA ARABA soltanto in questo modo tutto questo orrore finirà! Chi si interessa di un imminente genocidio in Iraq? In mezzo assordante silenzio internazionale decine di migliaia di Yazidi stanno morendo per mano dello 'Stato islamico' e la comunità internazionale pensa soltanto a difendere hamas
87] CUNEO 8 AGO - I carabinieri hanno arrestato Fabrizio Pellegrino il prof. di Costigliole di Saluzzo accusato di prostituzione minorile violenza sessuale e pornografia minorile. Per la procura di Torino ha intrattenuto "molteplici rapporti" e "atti sessuali a pagamento". Ora è nel carcere di Torino in attesa dell'interrogatorio di garanzia. Sequestrata "significativa documentazione" sugli incontri hot con i minorenni "avvicinati anche in qualità di presidente dell'associazione culturale Marcovaldo".
86] Who Cares About an Impending Genocide in Iraq? Amid deafening international silence tens of thousands of Yazidis are dying at the hands of the 'Islamic State' 8/7/2014 ISIS fighters parade captured tanks. ISIS fighters parade captured tanksReuters. An Iraqi MP and member of the ancient Yazidi religion broke down in tears earlier this week as she described the slaughter of thousands of her people earlier this week. MP Fiyan Dakheel's heartbreaking display of sheer desperation highlighted the alarming advances made by the "Islamic State" group (formerly ISIS) in recent weeks and the damning silence of international leaders and human rights bodies. An undetermined number of Yazidis in northern Iraq - most of whom are ethnic Kurds and whose presence predates both Islam and Christianity in the region - have been killed by advancing jihadists. More than 200000 other Yazidis have been forced to flee in a campaign of ethnic-cleansing and some have charged attempted genocide of one of Iraq's most ancient communities. In the video Dakheel herself alleges that no less than a "genocide" is being perpetuated against her people under the banner of Islam. "I am speaking here in the name of humanity! Please save us! Save us!" she cried shortly before collapsing with grief. Some 147000 of refugees have made it to Kurdish-controlled regions of northern Iraqi but approximately 50000 have been left stranded in the Sinjar Mountains with no food water or medical supplies after Kurdish forces retreated in the face of Islamist advances. Islamic State forces have surrounded the foot of the mountain cutting them off in an attempt to starve them out. As a result dozens potentially hundreds have already died of thirst - mostly women children the elderly and the weak. It is just the latest tragic episode in the march of the Islamic State through Iraq and Syria. The list of atrocities is already long Shi'ites and Allawites who do not manage to escape Islamist forces are summarily executed their shrines and mosques systematically dynamited; Christians have been totally expelled from areas under "Islamic State" control most recently from Mosul; other ancient shrines - Sufi Jewish and even Sunni ones which are deemed heretical by the jihadis - have also been demolished. And amid all that the victims of the latest atrocity are left wondering at the world's indifference. As one refugee "Karim" put it in a recent interview with The New Yorker "I don't see any attention from the rest of the world"" he said. "In one day they killed more than two thousand Yazidi in Sinjar and the whole world says 'Save Gaza save Gaza.'" Chi si interessa di un imminente genocidio in Iraq? In mezzo assordante silenzio internazionale decine di migliaia di Yazidi stanno morendo per mano dello 'Stato islamico' 2014/08/07 combattenti ISIS parata carri armati catturati. ISIS combattenti parata tanksReuters catturato. Un parlamentare iracheno e membro dell'antica religione yazidi scoppiò in lacrime all'inizio di questa settimana come ha descritto il massacro di migliaia di sua gente all'inizio di questa settimana. Display straziante di MP Fiyan Dakheel di disperazione ha evidenziato i progressi allarmanti effettuate dal gruppo "Stato Islamico" (ex ISIS) nelle ultime settimane e il silenzio schiacciante dei leader internazionali e degli organismi per i diritti umani. Un numero indeterminato di yazidi nel nord dell'Iraq - la maggior parte dei quali sono di etnia curda e la cui presenza è anteriore sia l'Islam e il Cristianesimo nella regione - sono stati uccisi da avanzare jihadisti. Più di 200.000 altre Yazidi sono stati costretti a fuggire in una campagna di pulizia etnica e alcuni hanno accusato tentativo di genocidio di una delle più antiche comunità irachene. Nel video Dakheel si deduce che non meno di un "genocidio" è in fase di perpetua contro il suo popolo sotto la bandiera dell'Islam. "Parlo qui in nome dell'umanità! Prego salvaci! Salvaci!" gridò poco prima di crollare dal dolore. Alcuni di 147.000 rifugiati hanno reso alle regioni curde controllata del nord iracheno ma circa 50.000 sono rimasti bloccati in Monti Sinjar senza cibo acqua o forniture mediche dopo che le forze curde si ritirarono di fronte islamista avanza. Forze di Stato islamici hanno circondato il piede della montagna tagliandoli fuori nel tentativo di farli morire di fame fuori. Come un risultato decine potenzialmente centinaia sono già morti di sete - soprattutto donne bambini anziani e deboli. E 'solo l'ultimo episodio tragico nel marzo dello Stato islamico attraverso l'Iraq e la Siria. L'elenco delle atrocità è già lunga sciiti e Allawites che non riescono a fuggire forze islamiste sono sommariamente giustiziati i loro santuari e moschee sistematicamente la dinamite; I cristiani sono stati completamente espulsi dalle zone sotto controllo "Stato islamico" più di recente da Mosul; altri santuari antichi - Sufi quelle ebraiche e anche sunniti che sono considerate eretiche dai jihadisti - sono stati demoliti. E in mezzo a tutto questo le vittime delle ultime atrocità si domanda alla indifferenza del mondo. Come un rifugiato "Karim" messo in una recente intervista con The New Yorker "Non vedo alcuna attenzione dal resto del mondo" " ha detto. "In un giorno hanno ucciso più di duemila Yazidi in Sinjar e il mondo intero dice 'Save Gaza salvare Gaza.'"
85] Il fotoreporter della Rossiya Segodnya potrebbe essere stato catturato dal "Settore destro" 14:45
Israele denuncia il lancio di due missili da Gaza 14:20
Tortoli.ru - il primo sito web sardo interamente in lingua russa 14:13
Ucraina Il governo esaminerà l'introduzione delle sanzioni anti-russe 13:46
Obama autorizza gli attacchi aerei contro l'Iraq 13:20
Rossiya Segodnya ha perso il contatto con un suo corrispondente in Ucraina 13:13
L'UE minaccia la Russia di misure di risposta 12:56
Gli USA potrebbero imporre nuove sanzioni contro la Russia 12:20
Obama non esclude attacchi aerei sull'Iraq 11:48
Gli imprenditori tedeschi esortano Russia e UE a negoziare 11:17
84] Sbagliare in Iraq fu umano perseverare in Ucraina è diabolico. Ho sempre pensato e credo ancora che gli Stati Uniti siano una grande democrazia liberale e che alcune cose dello stile di vita americano e dei suoi valori possano essere per noi europei un esempio da seguire. Sono altresì convinto che la politica internazionale degli USA come quella di ogni altro stato del mondo non sia finalizzata a un generoso e irrazionale altruismo bensì dalla comprensibile volontà di perseguire il mantenimento e magari l'accrescimento del benessere dei propri cittadini. Sono stato Deputato al Parlamento Italiano per tre legislature e mi sono sempre occupato non solo durante quel periodo di politica internazionale. Come la maggior parte di noi ho reagito con dolore e indignazione al vile attacco terroristico dell'11 settembre ed ho condiviso la guerra dichiarata da Washington contro i talebani dell'Afghanistan. Purtroppo ho dovuto anche costatare gli innumerevoli errori commessi da nostri alleati e amici almeno da quel momento in poi.
E' stato un errore strategico gravissimo aver dichiarato la guerra all'Iraq liberando così il fronte ovest dell'Iran dal loro acerrimo nemico che ne impediva la continuità della loro estensione strategica fino al Mediterraneo. Ovviamente non provavo nessuna simpatia per Saddam Hussein ma ancora prima che la guerra scoppiasse avevo scritto su di una testata americana internazionale che far cadere Saddam avrebbe creato un pericoloso vuoto di potere a meno di una numericamente enorme e di lunghissima durata presenza di militari americani su quel territorio. Tralascio per pietà di causa gli errori operativi e la scarsa capacità di empatia sia del governo USA sia degli uomini inviati a Baghdad per gestire la ricostruzione del Paese. La loro serie di errori non è però finita in Iraq. Come i fatti stanno a dimostrare è continuata in Siria in Egitto in Libia (con la complicità del megalomane Sarkozy) e sta ora manifestandosi con tutta la sua pericolosità in Ucraina.
So benissimo che in parte per ignoranza in parte per nostalgia un po' per fanatismo sono ancora molti gli americani politici e semplici cittadini che ritengono sia loro interesse "contenere" la Russia. Così come conosco le ataviche paure nei confronti di un potenziale espansionismo russo da parte di polacchi e Paesi Baltici. Voglio tacere sempre per pietà sugli ipocriti sentimenti "umanitari" a fasi alterne degli svedesi. Tuttavia ritengo che identificare nella Russia un suo presunto ma inverosimile desiderio di ricostruire l'Unione Sovietica sia un tragico errore di valutazione. Naturalmente anche i russi hanno i loro propri obiettivi nazionali ed è più che comprensibile che dopo che l'occidente ha tradito gli impegni assunti con Gorbaciov per una non estensione della Nato fino ai suoi confini si nutrano anche a Mosca forti dubbi sulle reali intenzioni occidentali e si desideri garantire i propri confini con Stati non nemici o almeno non militarmente avversi. L'interesse di tutto il mondo occidentale non può e non deve esser quello di isolare Mosca. Al contrario questa grande riserva di materie prime culturalmente vicinissima all'Europa dovrebbe essere vista come un nostro grande alleato politico ed economico per tutto il secolo che abbiamo di fronte. Il suo sviluppo ha davanti spazi enormi ed è proprio a ovest che il Cremlino ha sempre guardato per favorirlo. Inoltre chi nel futuro potrebbe insidiare la nostra posizione nel mondo sta molto più a est e debito pubblico permettendolo è verso laggiù che gli Usa dovrebbero concentrare la loro attenzione. Sbagliano dunque gli americani ma quello di cui non riesco per nulla a farmi una ragione e anzi sento in me montare una sempre maggiore indignazione è per l'atteggiamento europeo che si accoda a un comportamento totalmente masochistico andando in modo più che evidente contro i propri stessi interessi immediati e di medio temine. Si sostiene sempre che il vero amico sia quello che sa dire le verità anche le più spiacevoli al proprio sodale e che faccia di tutto per correggerlo quando sbaglia. Germania Italia e Francia sembrano averci provato per un po' ma oggi anche loro sembrano essersi accodate agli altri. Non si venga a raccontare della volontà democratica manifestata dal popolo ucraino a Maidan. E' oramai noto a tutti quanto su un comprensibile malcontento locale si siano innestati aiuti finanziari e organizzativi di alcuni Paesi occidentali. Né si venga a colpevolizzare la Russia per gli aiuti militari e di uomini che sta offrendo ai ribelli dell'est ucraino forse che gli americani e alcuni dei loro alleati non stanno facendo la stessa cosa con l'esercito di Kiev?
La cosa più grave è che quei Governi europei che hanno spinto per la firma dell'accordo tra UE e Ucraina sembrano del tutto indifferenti ai costi politici ma soprattutto economici diretti che ciò significherebbe per tutti i contribuenti europei. Stiamo prendendo per la gola greci e portoghesi per non parlare di altri costringendoli a vita da stenti e disoccupazione alle stelle e vorremmo invece riversare decine e decine di miliardi di euro per finanziare un Paese di cinquanta milioni di abitanti la cui economia per più del 50% è legata proprio a quella russa. Mi rendo conto profondamente della necessità di non creare fratture all'interno dell'Unione Europea così come ritengo che l'alleanza occidentale debba continuare a costituire una nostra scelta strategica fondamentale. Ma a tutto c'è un limite! E se gli USA passano da errore in errore mettendo a rischio il loro stesso ruolo egemone nel mondo se proprio non riusciamo a farli ragionare evitiamo almeno di cadere nell'abisso con loro. Non ci guadagneremmo ne'noi ne'loro. Da cittadino politico ed ex Parlamentare italiano pretendo che il nostro Governo possibilmente assieme a quelli che ancora in Europa mantengono il buon senso si dissoci dalla rottura dei nostri virtuosi rapporti con il vicino russo.
Il ministro Mogherini sta facendo sicuramente molto e non si può che apprezzare la sua prudenza e i suoi tentativi di mediazione. Sembra però purtroppo che anche a causa di una masnada di giornalisti italiani ed europei ignoranti e ipocritamente buonisti l'opinione pubblica sia fuorviata dalla realtà degli avvenimenti. Anche se ciò considerato la sua azione diventa sempre più difficile mi auguro fortemente che continui e che se non esistessero alternative abbia il coraggio con tutto il Governo di dissociarsi dai comportamenti fortemente nocivi per noi tutti e per le nostre imprese.
Dario Rivolta gia' Deputato al Parlamento* *Già Vice Presidente della Commissione Affari Esteri e Comunitari della Camera dei Deputati
Per saperne di più http://italian.ruvr.ru/2014_08_08/Sbagliare-in-Iraq-fu-umano-perseverare-in-Ucraina-e-diabolico-6634/
83] 08.08.2014. Addio Mossul. Lettera d'addio dello scrittore iracheno cristiano Majed Aziza alla sua città Mossul dopo la decisione degli islamisti dell'ISIS di espellere tutti i cristiani
CULTURACATTOLICA.IT. D.N.N شبكة دمشق الاخبارية. di Majed Aziza Lettera d'addio dello scrittore iracheno cristiano Majed Aziza alla sua città Mossul dopo la decisione degli islamisti dell'ISIS di espellere tutti i cristiani. Espulsi lasciamo la nostra città Mossul umiliati dai detentori del nuovo islam. La lasciamo per la prima volta nella storia. E partendo ringraziamo i nostri vicini vicini che pensavamo ci avrebbero protetto come lo facevano un tempo e che si sarebbero ribellati contro la furia di questi criminali del XXI° secolo dicendo loro che noi siamo gli autentici figli di questa città e che ne siamo i fondatori. Ci facciamo coraggio dicendoci che possiamo contare su di loro fratelli valorosi che mostreranno di che pasta sono fatti (lett. "di che legno si scaldano").
Ma ci hanno abbandonato lasciandoci trascinare fuori dalla città verso l'ignoto. Hanno chiuso gli occhi mentre lasciavamo dietro di noi la nostra storia le tombe dei nostri antenati le nostre case il nostro patrimonio e tutto ciò che è caro al nostro cuore. Ci hanno abbandonato mentre dicevamo addio ai nostri quartieri alla moschea di Giona (che conteneva anche la tomba di questo profeta e che per questo motivo è stata distrutta dagli jihadisti dello stato islamico in Iraq e nel Levante (ISIS). Addio anche all'arcivescovado alla chiesa di Maskinta e a quella d'Ain Kibrit… Addio a tutti voi! Non ci saremo più per le vostre feste e cerimonie matrimoni e funerali. La fine dei millenni passati insieme. Addio ai nostri parenti seppelliti a Mossul. Li lasciamo cacciati dalla nostra città. Ci perdonino se non possiamo andare sulle loro tombe in occasione delle feste religiose. Addio ai resti mortali di mio nonno Elias del mio zio paterno – padre Mikhail – ai miei zii materni Ibrahim et Mikhail Haddad che mi hanno trasmesso la passione del giornalismo addio al mio zio paterno Estefan Aziza il primo martire della famiglia addio al convento di San Giorgio addio ai ponti della mia città alle sue mura e ai suoi terreni di gioco alla sua università e al suo centro culturale. Perdonateci vecchi amici fratelli e nobili figli della nostra città. Perdonate le nostre mancanze. Se possiamo aver mancato ai nostri doveri nei vostri confronti ciò non toglie che abbiamo vissuto insieme centinaia anzi migliaia di anni costruendo Mossul con il sudore della nostra fronte.
E oggi ci guardate da lontano mentre siamo scacciati umiliati agli occhi di tutti. Gli assassini del Daech (acronimo arabo di ISIS) ci hanno cacciato dalle nostre case e dalle nostre città. Addio a tutti voi. E grazie. Lasciamo sotto costrizione una terra che abbiamo nutrito con il nostro sangue.
 traduzione di Don Pierre Laurent Cabantous sources CulturaCattolica.it
82] Da "re dell'aborto" a leader pro-vita negli USA. La storia del dottor Bernard Nathanson. PABLO YURMAN (2) © Jorosmtz. Il 31 luglio 1926 nasceva a New York (Stati Uniti) Bernard Nathanson che come ostetrico sarebbe diventato noto negli anni Settanta come "il re dell'aborto". È morto nella stessa città il 21 febbraio 2011. Dopo aver supervisionato o praticato direttamente circa 75.000 aborti (il primo fu quello che eliminò suo figlio dopo che la fidanzata era rimasta incinta) ha cambiato radicalmente posizione ed è diventato un leader pro-vita nel suo Paese con proiezione internazionale. Questo cambiamento di posizione su un tema tanto polemico come quello della legalizzazione dell'aborto ha presupposto in uno scienziato come Nathanson una grande onestà intellettuale con se stesso con i suoi colleghi e con la società in generale soprattutto quando come nel suo caso ha basato sulla scienza medica le ragioni di questo cambiamento. Quello che però la lobby abortista non gli perdonerà mai non è tanto che come medico prima coinvolto in numerosissimi aborti abbia poi cambiato atteggiamento quanto che dopo essere stato un attivista per la legalizzazione dell'aborto nel suo Paese abbia detto la verità sulle campagne che hanno portato prima negli Stati Uniti e poi a livello mondiale a compiere questo passo legislativo. Gli enormi progressi scientifici nel campo della ginecologia e dell'ostetricia hanno permesso in modo graduale ma inesorabile all'ex professionista convinto della liceità dell'aborto di scoprire un mondo nuovo. Lo stesso Nathanson lo ha espresso in questo modo nel suo libro intitolato "La mano di Dio" "Erano gli ultrasuoni che aprivano per la prima volta una finestra sul grembo. Abbiamo iniziato anche a osservare il cuore del feto su monitor elettronici cardiaci fetali. Per la prima volta ho iniziato a pensare a ciò che stavamo facendo nella clinica [la clinica abortista che dirigeva]. Gli ultrasuoni ci hanno introdotti in un nuovo mondo. Per la prima volta potevamo vedere davvero il feto umano misurarlo esaminarlo e ovviamente creare un legame con lui e amarlo". Nel 1974 l'anno successivo a quello della legalizzazione dell'aborto nel suo Paese anche se con le sue parole continuava a realizzare aborti nei casi che secondo la sua coscienza erano eticamente accettabili scrisse un articolo sul New England Journal of Medicine in cui affermò che "la vita è un fenomeno interdipendente per tutti noi. È uno spettro continuo che inizia nell'utero e finisce con la morte; le bande dello spettro si designano con parole come feto bebè bambino adolescente e adulto. Dobbiamo affrontare con coraggio il fatto che nel processo dell'aborto viene annichilito un tipo speciale di vita umana e visto che la maggior parte delle gravidanze arriva a termine con successo l'aborto deve essere visto come l'interruzione di un processo che altrimenti avrebbe generato un cittadino del mondo. Negare questa realtà è il tipo più grossolano di evasione morale". La "comunità" scientifica ha reagito con virulenza di fronte all'idolo che aveva cambiato parere al punto che Nathanson è arrivato a ricevere minacce contro sé e la propria famiglia. Tutto ciò porta necessariamente a chiederci da che lato sono il dogmatismo e la chiusura mentale quando discutiamo sull'aborto? Il valore della coerenza professionale. Con grande sincerità Nathanson ha affermato di aver proseguito "a praticare aborti nel 1976. Realizzavo aborti e portavo dei bambini al mondo ma le tensioni morali crescevano e diventavano intollerabili. In un piano dell'ospedale assistevamo ai parti in un altro praticavamo aborti. Visto che il caso Roe vs. Wade non stabiliva alcuna restrizione potevamo realizzare aborti fino al nono mese prima dei primi dolori del parto... A metà degli anni Settanta mentre su un piano stavo iniettando una soluzione salina ipertonica a una donna incinta di 33 settimane aspettavo su un piano più in basso una partoriente di 33 settimane per cercare di salvare la vita del bambino. Le infermiere hanno pensato lo stesso. Cosa facevamo stavamo salvando bambini o li stavamo uccidendo?"
81] Una quotidiana ferocia continua a straziare la Nigeria dove alle violenze di Boko Haram il gruppo fondamentalista islamico responsabile di migliaia di uccisioni in attacchi armati e attentati terroristici si sommano quelle dei gruppi etnici contrapposti anch'esse sempre più caratterizzate da componenti anche pseudoreligiose. Se ne è avuto un ennesimo caso con l'attacco sferrato domenica del quale ha dato notizia ieri l'agenzia Fides a una chiesa cattolica nel villaggio di Ungwar Poppo nello Stato settentrionale di Kaduna. Uomini armati di mitra hanno attaccato il luogo di culto mentre i fedeli erano riuniti per celebrare la Messa sparando indiscriminatamente uccidendo una guardia incaricata di proteggere la chiesa e ferendo diverse persone alcune in modo grave. Gli assalitori sarebbero pastori fulani di religione musulmana che negli ultimi mesi hanno compiuto diversi attacchi a comunità di coltivatori cristiani.
La Fides sottolinea che il pluridecennale contrasto tra allevatori e coltivatori per il controllo delle terre e delle risorse idriche sembra aver fatto un inquietante salto di qualità da quando i fulani mostrano di disporre di armi sofisticate forse ottenute proprio dai miliziani di Boko Haram. 
80] © Fondazione Oasis. «Mi sono occupato del fanatismo religioso e ho detto chiaramente perché ci immischiamo nelle pratiche religiose dei cristiani? Un musulmano può costruire quando vuole una moschea nel mezzo di via Ramses al Cairo mentre un cristiano se vuole riparare un bagno in una chiesa deve chiedere l'autorizzazione al comune e alla prefettura. Questo è contro la giustizia islamica. Il principio di ogni religione è la giustizia. I salafiti che hanno un partito politico sotto l'egida dello stato pubblicano delle fatwe per proibire ai musulmani di fare gli auguri o le condoglianze ai cristiani. Che diritto hanno di fare questo quando il Corano dice nella sûra al-Mâ'ida a proposito del Vangelo «La Gente del Vangelo giudica in base alla rivelazione che Dio ha fatto scendere» (Cor. 5 47)? Il Corano è una ripetizione ed un proseguimento del Vangelo. Se si offende il Vangelo si offende il Corano. Quando i salafiti dicono che i cristiani non possono accedere a impieghi pubblici non si riferiscono ad alcun versetto nessun versetto coranico fa riferimento a ciò. Un solo testo del profeta dice invece che il minbar della moschea del profeta è stato costruito da un cristiano. Ogni attacco a un cristiano è un attacco all'Islam. Anche la jizya non era un imposta islamica era una tassa civile che era utilizzata solo in casi eccezionali. Non è uno dei pilastri dell'Islam (arkân al-Islâm). Bisogna cambiare tutta la società noi proponiamo di abolire il ministero dei Waqf e di sostituirlo con un ministero degli affari religiosi. Non importa chi ne sia il ministro ma ci devono essere tre delegati (wakîl) uno musulmano uno cristiano e uno ebreo. Se si verifica un problema qualunque non si deve più fare riferimento allo sheykh o al papa ma allo Stato. Uno stato civile! Gli affari cristiani devono essere gestiti come quelli musulmani. L'imâm è pagato dallo Stato perché il prete no? I cristiani pagano le tasse come i musulmani! Stesso discorso per gli ebrei. Bisogna vietare la creazione di partiti politici con un'ideologia religiosa». (sintesi di Ines Peta)
http://www.aleteia.org/it/religione/contenuti-aggregati/sceicco-karima-ogni-attacco-a-un-cristiano-e-un-attacco-allislam-5877988474224640
http://www.oasiscenter.eu/it/articoli/religioni-e-spazio-pubblico/2014/07/31/discorso-dello-sheykh-ahmad-kar%C3%AEma-professore-di-shar%C3%AE-a-presso-l-universit%C3%A0-di-al-azhar-24-aprile-2014?id_n=10328
79] QUESTO NON è UN PROBLEMA. ISLAMICI HANNO DETTO SEMPRE COSì PRIMA DI REALIZZARE IL CALIFFATO MONDIALE! ] Sceicco Karîma "Ogni attacco a un cristiano è un attacco all'Islam". La questione dei luoghi di culto rimane oggetto di un vivo dibattito in Egitto. 

78] AMOR CON AMOR SI PAGA! ] Bandi Fatah ufficiale per pulizia etnica della israeliani ebrei. Membro del Comitato Centrale chiama a guidare gli ebrei israeliani nel fiume Giordano e il Mediterraneo in 'solidarietà' con Gaza. L'Autorità Palestinese (PA) ha chiesto pulizia etnica contro gli ebrei israeliani dopo un funzionario postato su Facebook a "guidare l'occupante fuori dal fiume Giordano al Mar Mediterraneo." Comitato Centrale di Fatah Stati Tawfiq Tirawi inviato un messaggio al suo ufficiale lettura pagina Facebook "O la nostra gente libere di determinazione e sacrificio a Gaza si sono più onorato di tutti noi... Noi rimaniamo impegnati alla promessa la libertà l'indipendenza e scacciando l'occupante da tutta la terra pura dalla [Giordano] al fiume [Mediterraneo] Mare. " "Viva Free Gaza!" ha aggiunto. Il post è stato tradotto da Palestinian Media Watch (PMW). Tirwai è stato a lungo un sostenitore della violenza contro Israele invitando i palestinesi a prendere le armi poco dopo il "governo di unità" Hamas-Fatah è stato dichiarato nel mese di aprile. Nelle ultime settimane Fatah ha chiesto violento "rivoluzione" contro Israele e ha minacciato lo stato ebraico dicendo a "preparare i sacchi per i cadaveri." Le dichiarazioni sono in linea con l'Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) Carta del 1968 che chiede "lotta armata" o "rivoluzione armata" dichiarando "lotta armata è l'unico modo per liberare la Palestina" e invitando gli arabi locali "essere pronti per la lotta armata. "
Dopo la carta l'OLP e Fatah sono stati definiti a livello internazionale come organizzazioni terroristiche uno status che è stato rimosso durante il processo di Accordi di Oslo 1993.
Fatah Official Calls for Ethnic Cleansing of Israelis Jews. Central Committee member calls to drive Israeli Jews into the Jordan river and the Mediterranean in 'solidarity' with Gaza. The Palestinian Authority (PA) has called for ethnic cleansing against Jewish Israelis after an official posted on Facebook to "drive the occupier out from the Jordan River to the Mediterranean Sea." 
Fatah Central Committee Member Tawfiq Tirawi posted a message to his official Facebook page reading "O our free people of resolve and sacrifice in Gaza you are more honored than us all... We remain committed to the promise freedom independence and driving out the occupier from the entire pure land from the [Jordan] River to the [Mediterranean] Sea."
"Long live free Gaza!" he added. The post was translated by Palestinian Media Watch (PMW). Tirwai has long been a proponent of violence against Israel calling on Palestinians to take up arms shortly after the Hamas-Fatah "unity government" was declared in April. In recent weeks Fatah has called for violent "revolution" against Israel and threatened the Jewish state by telling it to "prepare the body bags." The statements are in line with the Palestine Liberation Organization (PLO) charter of 1968 which calls for "armed struggle" or "armed revolution" declaring "armed struggle is the only way to liberate Palestine" and calling on local Arabs to "be prepared for the armed struggle." 
Following the charter the PLO and Fatah were defined internationally as terror organizations a status which was removed during the 1993 Oslo Accords process.
77] لحظة تفجير ( مرقد ) النبي يونس الموصل 24-7-2014